Skin ADV

Notizie

Toti: “La scuola deve riaprire il 14 settembre”

Super User 30 Agosto 2020 186 Visite

La scuola deve riaprire il 14 settembre. Non pensiamo di fare neanche un passo indietro su questo. E in questi giorni come Regioni stiamo lavorando e collaborando col Governo affinché si arrivi al risultato nel migliore dei modi. Nelle prossime ore come Conferenza delle Regioni otteremo dall’esecutivo di poter portare all’80% la capienza sui mezzi pubblici. Inoltre per garantire e monitorare la sicurezza dei nostri studenti e del personale scolastico come Regione abbiamo previsto 77 assunzioni di personale medico per il monitoraggio delle scuole e stiamo organizzando un hub intorno all'eccellenza dell’ospedale Gaslini, che fornirà supporto per ogni esigenza di carattere pediatrico e infantile.
Intanto, con la nostra sanità, stiamo valutando altri metodi rapidi, innovativi e meno invasivi, come il test salivare, supportato da un prestigioso studio internazionale. Questo metodo, che fornisce il risultato in 15 minuti, risparmierebbe il fastidio dei tamponi soprattutto ai bambini e potrebbe essere fatto dalla persona stessa o dal genitore, consentendo la raccolta in sicurezza per l’operatore sanitario. La Liguria in questa fase di ripartenza si conferma in prima linea nella strategia delle tre T, testare, tracciare, trattare, fondamentale per garantire la sicurezza dei cittadini e scongiurare qualsiasi ipotesi di nuove chiusure. Vengono processati in media oltre 2000 tamponi al giorno e con la nuova macchina dei tamponi che presto sarà attiva in Asl4 cresceranno ulteriormente, così da poter garantire un migliore e ancor più tempestivo tracciamento dei casi. Nonostante la situazione in Liguria sia sotto controllo, noi andiamo avanti per migliorarci sempre di più nella gestione dell’emergenza Covid. Non abbassiamo la guardia ma con ottimismo continuiamo a rispettare le regole che abbiamo imparato a conoscere in questi mesi”. E’ il post su Facebook del presidente Giovanni Toti.

Coronavirus, Toti: “Presto attiva nuova macchina dei tamponi in Asl4”

Super User 30 Agosto 2020 256 Visite

“Testare, tracciare, trattare: la Liguria è in prima linea nell’applicazione della strategia delle tre T, fondamentale per garantire la sicurezza dei cittadini e scongiurare qualsiasi ipotesi di nuove chiusure. Ecco la nuova macchina per i tamponi che sarà attiva in Asl4: cresce sempre più la capacità di eseguire test nella nostra regione, anche in vista della riapertura delle scuole che devono ripartire in sicurezza il 14 di settembre. Per questo abbiamo previsto 77 assunzioni di personale medico per il monitoraggio delle scuole e stiamo organizzando un hub intorno all'eccellenza dell’ospedale Gaslini, che fornirà supporto per ogni esigenza di carattere pediatrico e infantile. In Liguria vengono processati in media oltre 2000 tamponi al giorno e con questo nuovo strumento di diagnosi cresceranno ulteriormente, così da poter garantire un migliore e ancor più tempestivo tracciamento dei casi. Inoltre, con la nostra sanità, stiamo valutando altri metodi rapidi, innovativi e meno invasivi, come il test salivare, supportato da un prestigioso studio internazionale, che speriamo venga avallato dall’Istituto Superiore di Sanità. Questo metodo, che fornisce il risultato in 15 minuti, risparmierebbe il fastidio dei tamponi soprattutto ai bambini e potrebbe essere fatto dalla persona stessa o dal genitore, consentendo la raccolta in sicurezza per l’operatore sanitario. Nonostante la situazione in Liguria sia sotto controllo, noi andiamo avanti per migliorarci sempre di più nella gestione dell’emergenza Covid. Non abbassiamo la guardia ma con ottimismo continuiamo a rispettare le regole che abbiamo imparato a conoscere in questi mesi”, così scrive il Presidente Toti sulla sua pagina Facebook.

Scuola e disabilità, Fassio (Lega): “Deliranti le soluzioni proposte dal governo”

Super User 30 Agosto 2020 282 Visite

“Trovo deliranti, come madre e come assessore alle politiche sociali del Comune di Genova, le soluzioni proposte per il rientro a scuola da parte del governo. La follia dei banchi a rotelle è solo la punta dell’iceberg: insostenibile è l’entrata scaglionata in aula che mette in serie difficoltà le famiglie con più figli nell’accompagnamento a scuola. Ancora più grave, poi, è l’assoluta insensibilità dimostrata nei confronti dei ragazzi e bambini con handicap le cui famiglie saranno costrette ad affrontare disagi enormi. Nella conferenza Stato Regioni, deve essere portata la voce delle famiglie con bambini con disabilità a cui, nella situazione attuale, viene di fatto fortemente limitata, se non preclusa, l’accessibilità al diritto all’istruzione. Chiediamo che sia fatto, in tempi rapidi, un piano di assunzioni di insegnati di sostegno, educatori e servizi di trasporto in sicurezza per tutti i bambini e i ragazzi, tenendo conto anche delle esigenze dei disabili”. Lo dichiara la candidata della Lega nel collegio di Genova e assessore comunale alle Politiche sociali a Genova Francesca Fassio.

Regionali, la candidata Cristina Enrico si presenta agli elettori

Super User 30 Agosto 2020 359 Visite

Ho ereditato l’azienda di famiglia molto giovane e inesperta, ma ho saputo con grande impegno e determinazione farmi carico di responsabilità e oneri gravosi per la mia età.

Sono riuscita a dare una nuova mission alla mia farmacia, a incentrarla non solo sulla salute ma anche sul benessere del cliente a 360 gradi attraverso un consiglio puntuale e personalizzato alle esigenze del singolo.

Sono riuscita a creare collaborazioni importanti con aziende leader nel mio settore sapendo far confluire le mie energie, il lavoro della mia squadra e la sua formazione nella direzione di educare la clientela all’autocura e a uno stile di vita più sano è corretto.

Negli anni ho sviluppato in particolare il reparto cosmetico seguendo la passione che fu di mia nonna Daide che inserì un corner dedicato già negli anni settanta rendendosi pioniera di una iniziativa del genere in tempi in cui la cura della persona e la bellezza erano appannaggio delle sole profumerie.

Forte del mio amore per i piccoli animali ho allestito un reparto veterinario curando la clientela a quattro zampe con snacks e una ciotola di acqua sempre fresca all’ingresso rendendoli così sempre i benvenuti.

La mia squadra è composta di sole donne, al momento sette, comprese in una fascia di età tra i 30 e i 55 anni.

Ho sempre pensato che le donne fossero più adatte alla mission della mia farmacia per sensibilità e per quella particolare capacità di ascolto che il più delle volte ci contraddistingue dagli uomini.

Ho saputo far crescere le mie collaboratrici individuando le doti personali di ognuna di loro, cercando di evidenziare i loro punti di forza per motivarle a dare il meglio e farle crescere professionalmente.

Nella mia vita lavorativa ho sempre dato grande importanza ai rapporti interpersonali

costruendo collaborazioni basate sulla stima e spesso sull’amicizia e l’aiuto reciproco.

La stessa cura dell’aspetto umano la riservo alla mia clientela. Con tanti clienti c’è un rapporto di affetto, di riconoscenza e fiducia. Tanti di loro mi conoscono da quando ero una bambina e hanno conosciuto i miei genitori e i miei nonni e vedono in me una continuità di valori e di impegno per la loro salute.

Reputo che uno dei miei punti di forza sia l’empatia unita ad un sesto senso innato nel capire le persone e nel vedere le situazioni nel loro insieme.

La vita mi ha insegnato presto a fronteggiare avversità e perdite dolorosissime. I miei genitori hanno avuto malattie gravi e li ho persi entrambi nel giro di due anni.

Da qui ne è uscita la donna combattiva e forte che sono, capace di superare gli imprevisti e di buttarsi a capo fitto in nuove avventure come questa.

Cristina Enrico
(Candidata alle regionali in Liguria con Fratelli d'Italia)

Regionali, Sonia Viale riparte da Genova per continuare il suo progetto Sanità

Super User 30 Agosto 2020 575 Visite

Sonia Viale, vicepresidente e assessore alla Sanità della Regione Liguria, è candidata alle regionali liguri di settembre nel collegio di Genova. Corre con la “amata” Lega che negli anni le ha dato tante soddisfazioni, permettendole di ricoprire cariche importantissime: è stata nel periodo 2010 - 2015 sottosegretario di Stato all’Economia, prima, e all’Interno, dopo.

Il segretario regionale Edoardo Rixi al microfono di Genova3000 era stato chiaro: “Mi dispiace solo che alcune forze politiche alleate, che hanno condiviso con noi tutte le politiche sulla sanità, facciano oggi una narrazione diversa, dicendo che la sanità non andrà più alla Lega”.

Parole chiare per promuovere l’operato dell’assessore Viale e per lanciare un monito agli alleati, stoccata resa ancora più pungente dagli ultimi sondaggi che danno il Carroccio in Liguria al 25,7%.

Sonia Viale riparte dunque dal capoluogo ligure per continuare il suo progetto sulla sanità, in uno dei momenti più difficili per la sanità mondiale.

“Abbiamo lavorato giorno e notte per far fronte all’emergenza covid. Siamo riusciti a garantire le cure a tutti i malati, aumentando in poco tempo i posti di terapia intensiva e di media intensità. Ci siamo procurati apparecchiature e dispositivi di protezione individuale, che erano introvabili in quel momento, per permettere ai nostri medici e operatori sanitari di lavorare in sicurezza. A loro va detto mille volte grazie”, dice Viale.

A chi attacca la sanità ligure, l’assessore risponde: “Ripeto: in Liguria è stata fatta una corsa contro il tempo, perché siamo riusciti a reagire prima di altre regioni e organizzare molti servizi grazie ad un lavoro di squadra assieme alla medicina del territorio e le farmacie. Quando mi sono insediata cinque anni fa ho trovato un sistema scoordinato: oggi sono convinta che senza Alisa, la nostra cabina di regia sanitaria che coordina le Asl sul territorio, non avremmo avuto risposte omogenee e rapide. Spero di poter continuare il mio lavoro, anche perché l’esperienza acquisita in questi anni ed in questi ultimi mesi, consente di avere una continuità fondamentale per ciò che ci aspetta in futuro”.

Lega e Viale cercano dunque di blindare l’assessorato alla Sanità. Una delega molto dura e impegnativa. Ma, a quanto pare, anche molto ambita.

Coronavirus, 47 nuovi positivi in Liguria

Super User 29 Agosto 2020 145 Visite

Sono 47 i nuovi positivi in Liguria, secondo i dati trasmessi da Alisa al ministero.

Questo il dettaglio:

- 4 ASL1 di cui

3 contatti di casi

1 attività di screening 

- 5 ASL2 di cui

1 rientro viaggio estero

2 contatti di casi

2 attività di screening

- 15 ASL 3 di cui:

6 contatti di casi

1 rientro da altra regione

8 attività di screening

- 23 ASL5 di cui:

1 rientro viaggio estero

2 da ospedale

20 contatti di casi

Si precisa che la specificazione della ASL non è riferita alla residenza delle persone bensì alla sede territoriale dei laboratori dove è stato refertato il tampone.

E’ morto Alberto Isolani, il re degli occhiali a Genova

Super User 29 Agosto 2020 1699 Visite

Si è spento nella notte l’imprenditore Alberto Isolani, aveva 87 anni.
Fondatore dei noti centri ottici, Isolani viene ricordato così su Facebook dai dipendenti del gruppo: “Orgogliosi di aver avuto l'onore e il privilegio di essere stati guidati da un grande imprenditore oltre che un grande uomo, esempio per tutti noi di lealtà e passione, che gli ha permesso di creare un'eccellenza riconosciuta in tutto il settore dell'ottica”.

Toti: “Nella prossima legislatura ci sarà l’assessore ai bambini”

Super User 29 Agosto 2020 387 Visite

“Nella prossima legislatura ci sarà l'assessore con una delega ai bambini. Sono loro il nostro futuro, la nostra parte migliore ed è giusto che ci sia una figura in grado di tutelare i loro interessi, che si coordinerà con tutta la giunta regionale e che metterà al centro le loro esigenze. Abbiamo maturato questa decisione durante il lockdown, vedendo come i nostri piccoli hanno affrontato l'emergenza, con sorriso, ottimismo e grande spirito di adattamento. Le speranze che ci hanno regalato in quei giorni, con i loro arcobaleni nel buio, devono essere convertite in un impegno pratico per loro e le famiglie, che saranno sempre al centro della nostra agenda. Pensiamo a cose concrete, portando avanti provvedimenti già messi in campo come il bonus bebè e inserendo cose nuove come la defiscalizzazione della baby sitter e ulteriori forme di sostegno alla natalità. Per la sicurezza dei bambini siamo in contatto con le associazioni dei pediatri per allargare il più possibile e in forma gratuita i corsi di disostruzione pediatrica e primo soccorso, tutti i luoghi frequentati dai bambini devono avere qualcuno in grado di salvarli in caso di bisogno. Per quanto riguarda l'emergenza Covid, in attesa che il Governo ci dia risposte chiare per la riapertura delle scuole, abbiamo messo in campo tutte le misure a nostra disposizione e di nostra competenza per tutelare la loro salute, 77 assunzioni di personale medico per il monitoraggio delle scuole e stiamo organizzando un vero e proprio hub intorno all'eccellenza dell’ospedale Gaslini, che fornirà supporto per ogni esigenza di carattere pediatrico e infantile. Il bene dei bambini e dei ragazzi e la centralità della scuola non devono avere colore politico e devono riguardare ognuno di noi. Tutti dobbiamo sentirci genitori del loro futuro!”, così scrive il Presidente Toti sulla sua pagina Facebook lanciando uno dei punti del suo programma elettorale, che verrà presentato la prossima settimana a Genova insieme agli alleati della coalizione di centrodestra.

Toti e Bucci alla celebrazione dell’apparizione della Madonna della Guardia

Super User 29 Agosto 2020 257 Visite

Alla celebrazione dell’apparizione di Nostra Signora della Guardia, che malgrado il maltempo si è svolta questa mattina alla presenza del neo arcivescovo di Genova padre Marco Tasca e il rettore del santuario mons. Marco Granara, hanno partecipato anche il governatore Giovanni Toti e il sindaco Marco Bucci.

“La cerimonia quest’anno si è svolta in forma ridotta a causa delle norme di prevenzione Covid, ma ho ritenuto ancora più importante essere presente, dopo i mesi difficili che la Liguria e tutto il Paese hanno affrontato. Oggi ci siamo ritrovati qui, nonostante la pioggia, per chiedere insieme un futuro sereno per la nostra regione, che possa mantenere la capacità e la forza di superare gli ostacoli a testa alta, come ha sempre fatto”, ha detto il presidente della Liguria.

Il maltempo non ferma la protesta di Fratelli d’Italia contro Autostrade

Super User 29 Agosto 2020 263 Visite

Il maltempo non ha fermato la delegazione di Fratelli d'Italia giunti nei pressi del casello di Recco per manifestare contro l'ennesimo disagio creato da Autostrade per l'Italia nel Golfo Paradiso e nel Tigullio.

Il clima meteo ben si adattava all’animo “combattivo” dei presenti, ma poco rifletteva gli animi sereni per il proprio operato e la propria mission: “L’occasione è stata propizia per parlare anche tra noi - affermano i presenti - I 16 candidati riuniti si sono scambiati opinioni ed idee inerenti al programma dedicato alle prossime elezioni regionali”.

C’è stata così anche l’occasione di parlare di grandi temi con Carlo Fidanza, capo delegazione a Bruxelles di Fratelli d’Italia dove è anche membro della commissione turismo e trasporti: “Come ieri, nella mia visita nel ponente ligure, ho trovato entusiasmo e voglia di fare – afferma Fidanza – Il tema che ha tenuto banco e spiccava tra le principali preoccupazioni dei colleghi liguri, è stato quello della scuola. Ciò denota grande attenzione per un settore fondamentale per la crescita del paese. Ho trovato in tutti i candidati, competenza e passione, tasselli fondamentali e non così scontati per fare bene in politica”.

Ascoltando i dialoghi, si è compreso come, oltre al timore della strumentalizzazione della gestione delle riaperture contro il diritto di voto, vi sia più che altro la grande consapevolezza dell'importanza della formazione e dell'educazione a tutti i livelli: “L’asilo nido e la scuola infanzia sono spesso collegati all'idea di un modo delle famiglie per sistemare i figli durante l’orario di lavoro – affermano i candidati – ma i genitori sanno ciò non essere del tutto vero. Anche coloro che abbiano la fortuna di poter affidare i bimbi ai nonni, spesso e per la maggior parte del tempo scelgono la scuola. Come noi, che siamo padri e madri, si rendono conto ed hanno ben presente la funzione di socialità e prima maturazione sia fortemente favorita dall’attività delle maestre che sanno occuparsi dei bambini sia dal punto di vista della crescita emotiva che da quello dello sviluppo di competenze in base alle singole caratteristiche”

Asili nido e Scuola infanzia apriranno il 10 settembre, mentre l'Ordinanza del ministero numero 69 del 23 luglio, ha stabilito che le lezioni inizieranno su tutto il territorio nazionale il 14 settembre, con l'autonomia delle singole Regioni e le attività di integrazione e recupero degli apprendimenti relativi all'anno scolastico 2019/2020 il 1° settembre.

Tutti concordi sulla ripresa delle attività scolastiche: i ragazzi hanno perso troppo, molte scuole hanno avuto difficoltà con la gestione online delle lezioni anche a causa di una formazione a monte che potesse far sì si trovassero pronti all’utilizzo di piattaforme idonee: “Certamente non si sarebbe potuta immaginare una situazione del genere, ma questo ci insegna come la tecnologia sia sempre più fondamentale – afferma il Sindaco di Recco Gandolfo – La formazione degli insegnanti deve essere integrata con nuove materie di studio in modo da rendere tutti i docenti in grado di utilizzare proficuamente tutti i mezzi e gli strumenti anche informatici”

E per quanto riguardi la data di riapertura degli istituti? Così i candidati “Seppur felici non vi siano eccessivi ritardi, a fronte delle giornate che saranno impegnate per referendum ed elezioni, riteniamo sarebbe stato opportuno posticipare di una settimana per evitare un nuovo stop.

È pur vero – concludono - che le prime giornate potrebbero fungere da test, ma il Governo sta perdendo troppo tempo parlando di docenti, banchi e trasporti in modo evanescenze, senza dare un senso concreto a questi argomenti”

Finisce dopo circa un’ora e mezza la manifestazione, ma la presenza dell'europarlamentare Fidanza fa sì che si continui a discutere tra l’interesse di coloro che sono giunti a sostenere l’iniziativa di Fratelli d’Italia.

Regionali, il tour elettorale di Francesca Fassio fa tappa a Molassana

Super User 29 Agosto 2020 242 Visite

Il tour elettorale di Francesca Fassio, assessore alle Politiche socio-sanitarie del Comune di Genova, fa tappa a Molassana. La candidata al Consiglio regionale, in quota Lega, alle prossime elezioni regionali del 20 e 21 settembre, ha avuto modo di confrontarsi con i titolari de "Il Libro", punto di riferimento per la promozione e la distribuzione di libri e giochi educativi in Liguria.
Al centro dell'incontro, il ruolo che l'amministrazione pubblica può svolgere per sostenere le iniziative di questi importanti presidi sociali e culturali. "Un libro, se ben scelto, è l'investimento migliore che ognuno di noi possa fare. Non è uno slogan, ma una profonda convinzione" sottolinea Francesca Fassio, candidata al Consiglio regionale.
"La lettura e i libri - aggiunge l'attuale assessore alle Politiche socio-sanitarie del Comune di Genova - ci forniscono gli elementi per pensare, per ragionare, per capire e per comprendere la realtà. La lettura ci dà prospettive, ci fa conoscere mondi diversi e ci fa vivere mille altre vite e viaggi. Arricchisce la nostra vita e ci fa riflettere sugli avvenimenti attuali. La lettura è fondamentale per diventare cittadini consapevoli e meno manipolabili".
"A mio figlio Filippo dico sempre: se impari a pensare, hai vinto. Non è importante camminare, correre o sciare. È certamente bello, ma è in più. Ciò che veramente fa la differenza è saper pensare e saper comunicare. Senza paura e con impegno, anche chi nasce meno fortunato ha diritto di sognare e provare a vivere appieno. Andare a scuola, capire, divertirsi, lavorare, conoscere sono diritti universali che l'istituzione deve garantire per tutti" conclude la candidata.

Elezioni, la Liguria sceglie la scheda rosa per le regionali

Super User 29 Agosto 2020 175 Visite

Cambia il colore della scheda per le elezioni regionali del prossimo 20 e 21 settembre: la scheda sarà di colore rosa (Pantone 230).

Lo ha deciso Regione Liguria, a seguito della comunicazione, avvenuta nelle ultime ore, da parte del ministero dell’Interno delle caratteristiche della scheda per il Referendum Costituzionale: il colore è ritenuto troppo simile a quello per la scheda delle elezioni regionali.

La decisione è stata quindi assunta a tutela del diritto di voto, per evitare possibili errori da parte dei cittadini, che, in base alle normative anti covid-19, usciti dalla cabina elettorale dovranno personalmente inserire le schede nelle apposite urne, senza riconsegnarle al personale del seggio. In questo modo si evita anche il rischio di pregiudicare le operazioni di scrutinio che, secondo quanto stabilito, inizierà dal Referendum Costituzionale.

Per le stesse motivazioni sopra indicate, il colore della scheda delle elezioni regionali è stato modificato anche dalle Regioni Campania, Puglia e Marche che hanno scelto il colore arancio, precedentemente scelto anche dalla Regione Toscana.

Scuola e trasporti, Regione Liguria chiede di utilizzare l’80% della capacità sui mezzi

Super User 28 Agosto 2020 168 Visite

Si è svolta questa mattina in Regione Liguria una riunione sul tema riapertura scuole e trasporto pubblico locale che ha coinvolto, oltre alla presidenza della Regione, gli assessorati a Trasporti, Sanità, Istruzioni, Anci, Ufficio scolastico regionale e le aziende del Tpl.

Regione Liguria - dopo l’approvazione da parte della Conferenza Unificata delle Regioni, riunita con i Comuni italiani e le Province, del protocollo di gestione degli eventuali casi Covid all'interno degli istituti scolastici - ha espresso la richiesta che venga concessa l’autorizzazione a occupare l’80% della capacità di carico da carta di circolazione sui mezzi pubblici in modo da garantire un trasporto efficace e coerente con le necessità e i bisogni di studenti e lavoratori. È allo studio la possibilità di utilizzare nelle reti provinciali mezzi di trasporto privati come i pullman granturismo per agevolare i Comuni dell'entroterra più difficilmente raggiungibili, in attesa che le aziende di trasporto pubblico locale si dotino dei mezzi necessari.

Regione Liguria è a disposizione per anticipare i fondi eventualmente necessari a Comuni e aziende di trasporto per garantire il migliore e più efficiente servizio ai cittadini.

Regione Liguria ha inoltre avanzato la richiesta che il percorso di assunzione del personale aggiuntivo sia il più rapido e solerte possibile per garantire fin da subito il necessario presidio nei diversi plessi scolastici.

Alessio Piana presidente onorario di MSP Liguria

Super User 28 Agosto 2020 321 Visite

Alessio Piana, presidente del Consiglio comunale di Genova e candidato alle regionali con la Lega, è stato nominato presidente onorario del Movimento Sportivo Popolare Liguria.
La cerimonia della designazione si è svolta a Marina Grande, nell’esclusiva Pineta di Arenzano, alla presenza di Francesco Bruzzone, senatore della Lega, Gian Francesco Lupatelli, presidente Aces Europe e Msp Italia, Silvia Berardi, presidente MSP Liguria, e Enrico Cimaschi, delegato Aces Europe Nord Italia.

Il video delle interviste di Marco Benvenuto.

FI, Barbara Palazzo responsabile per l’imprenditoria femminile di Azzurro Donna

Super User 28 Agosto 2020 401 Visite

Barbara Palazzo è la nuova responsabile regionale di Azzurro Donna per l’imprenditoria femminile. Ne danno comunicazione la coordinatrice regionale del movimento femminile di Forza Italia, Alice Dotta, e il coordinatore regionale del partito, Carlo Bagnasco.

“Forza Italia - dichiara Alice Dotta - è da sempre il partito delle imprese ed è per questo che sin dall’inizio del mio mandato ho cercato un’imprenditrice che entrasse a far parte della squadra di Azzurro Donna. Quando ho incontrato Barbara ho capito subito che avevo di fronte la persona giusta. Ha esperienza ed entusiasmo, oltre al valore aggiunto di essere sia imprenditrice che lavoratrice dipendente: è infatti amministratore delegato di un ristorante e si occupa di risorse umane in una società genovese. Questo le permette di avere una visione globale del mondo del lavoro. Con Barbara Palazzo Azzurro Donna Liguria è determinata a proporre tutte le misure necessarie affinché le donne possano avere tutte le opportunità e il sostegno delle istituzioni per esprimersi nel migliore dei modi nella realtà del lavoro”.

“Quando Alice Dotta mi ha proposto questo ruolo - afferma Barbara Palazzo - ho capito che potevo mettere la mia esperienza al servizio di tante donne che sognano di avere una propria attività. Io ci sono riuscita e vorrei aiutare le donne a fare lo stesso. Questo è l’obiettivo che desidero perseguire attraverso l’incarico che mi è stato affidato. Con la passione, la voglia, l’energia e la determinazione si può costruire tanto”.

“Desidero ringraziare Barbara Palazzo per la disponibilità. La sua competenza e la sua passione rappresentano un valore aggiunto di prima qualità per Forza Italia e per il nostro movimento femminile. Ringrazio inoltre Alice Dotta per il grande lavoro che sta portando avanti con Azzurro Donna Liguria”, conclude il coordinatore regionale Carlo Bagnasco.

Barbara Palazzo è anche socia fondatrice di “Genova Meravigliosa”, il Club di Forza Italia presieduto dall’avvocato Massimo Molinari.

Sansa: “Un acquirente industriale per Piaggio”

Super User 28 Agosto 2020 274 Visite

Il candidato presidente della Regione Liguria, Ferruccio Sansa ha visitato lo stabilimento Piaggio Aerospace di Villanova d'Albenga. "Bisogna salvare la Piaggio", ha dichiarato alla fine, dopo aver incontrato i lavoratori.

"Lo stabilimento Piaggio, qui a Villanova d'Albenga - ha proseguito - è nuovo, realizzato nel 2014, estremamente funzionale. Qui si costruiscono aerei che hanno un mercato, i P180, i droni e c'è un pattugliatore in fase di studio. Qui ci sono competenze straordinarie, operai di grande competenza, una grande tradizione, ingegneri di primissimo livello che ora rischiano di perdere il lavoro (alcuni se ne sono già andati). E si rischia di perdere investimenti pubblici per centinaia di milioni".

Come è noto, Piaggio Aerospace, attualmente sottoposta a commissariamento governativo, ha lanciato un bando per la vendita, cui sono stati ammessi undici candidati.

"Adesso si stanno cercando gli acquirenti - ha detto Sansa - ma i dipendenti della Piaggio hanno diritto di sapere che cosa sta succedendo della loro industria e della loro vita. Gli acquirenti devono essere selezionati con criteri ben precisi. Deve esserci un piano industriale che vada oltre i prossimi due anni, per i quali ci sono già delle commesse: dieci aerei nuovi e il rimessaggio di altri 19. Deve essere un acquirente che indichi cosa farà nei prossimi 5-10 anni, un acquirente che prometta di non dividere la società in due, cioè la parte dei motori da quella degli aerei (ipotesi ventilata da Leonardo, ndr). Un acquirente, insomma, industriale: basta con i fondi di investimento, la Piaggio deve rientrare in un sistema a lunga scadenza".

Coronavirus, 37 nuovi positivi in Liguria

Super User 27 Agosto 2020 241 Visite

Sono 37 i nuovi positivi in Liguria, secondo i dati trasmessi da Alisa al Ministero.

Questo il dettaglio:  

- 5 ASL 1 di cui:

2 contatti di caso

2 rientri da altre regioni

1 rientro viaggio estero

 

- 2 ASL 2 (rientro viaggio estero)

 

- 17 ASL 3 di cui:

3 contatti di caso

1 rientro da altra regione

12 attività di screening

1 Rsa

 

- 13 ASL 5 di cui:

9 contatti di caso

1 rientro da altra regione

3 attività di screening

                  

Si precisa che la specificazione della ASL sopra, non è riferita alla residenza delle persone bensì alla sede territoriale dei laboratori dove è stato refertato il tampone.

Totiani vs leghisti, la sfida più avvincente delle regionali

Super User 27 Agosto 2020 464 Visite

Sarà una sfida avvincente, quella all’interno del centrodestra tra la Lega e la lista “Toti Presidente”.
“Siamo fortissimi”, ha detto il governatore uscente in occasione della presentazione della sua squadra. “Se non arriviamo almeno al 15% vi faccio il mazzo”, così il senatore Sandro Biasotti, che nel 2015 da coordinatore ligure di Forza Italia aveva proposto la candidatura di Toti alla guida della Liguria, ha minacciato i candidati arancioni.
Parole, queste, che hanno caricato i totiani, ma che preoccupano parecchio i leghisti. Ma come si presentano le due liste alle elezioni di settembre?
La Lega oggi non è quella dello scorso anno: è distante da quel 38% che le veniva attribuito dai sondaggi nei giorni del Papeete. In Liguria è quotata al 22%. In più alle regionali sarà “orfana” dei suoi due storici big: Edoardo Rixi e Francesco Bruzzone (oggi parlamentari) che avevano raccolto da soli 20 mila preferenze (11.000 Rixi e 9.000 Bruzzone su due province, Genova e Savona) alle precedenti elezioni. Con queste premesse i dubbi sono leciti. A chi andranno queste 20 mila preferenze, resteranno al Carroccio o saranno dispersi? E i 20 mila che avevano dato il voto alla Lega nel 2015 andranno a votare a settembre?
Risposte difficili da dare. Come è difficile trasferire i voti da un candidato ad un altro, seppur dello stesso partito e caldeggiato da Rixi o Bruzzone.
In casa arancione regna invece l’ottimismo. Perché la lista negli ultimi sondaggi si è attestata al 17%-18%. E se qualcosa dovesse andare storto in casa Lega, l’affiancamento potrebbe verificarsi per davvero.
Insomma, la fuoriserie arancione, guidata da Toti, Cavo, Lauro, Anzalone, Boitano, Bolla, Cianci ed altri ventiquattro, si è buttata all’inseguimento del Carroccio, condotto da Rixi, Senarega, Viale, Carratù, Fassio, Garbarino, Piana ed altri ventiquattro.
Per la terza posizione del podio della coalizione che sostiene Toti la gara è tra Fratelli d’Italia e la neo alleanza moderata composta da Forza Italia e Liguria Popolare, tutti dati in forte ascesa.
Insomma, all’interno del centrodestra il Gran Premio di Liguria è partito.

Regionali, il candidato Carpi in prima posizione nella scheda elettorale

Super User 26 Agosto 2020 387 Visite

Oggi è stato sorteggiato l’ordine con il quale compariranno i candidati alla presidenza della Regione Liguria sulla scheda elettorale.
La fortuna ha premiato Carlo Carpi, il candidato genovese detenuto nel carcere di Sanremo per stalking, che partirà dal primo posto. A seguire tutti gli altri: Ferruccio Sansa, Marika Cassimatis, Giovanni Toti, Davide Visigalli, Giacomo Chiappori, Riccardo Benetti, Aristide Massardo, Alice Salvatore e Gaetano Russo.

Ilaria Cavo, la capolista della squadra di Toti

Super User 26 Agosto 2020 829 Visite

“Una donna un passo avanti”. Dallo slogan usato sui manifesti elettorali ai fatti. Perché Ilaria Cavo è davvero in prima fila nella squadra che correrà alle regionali per far vincere il presidente uscente, Giovanni Toti, che ha così svelato il nome del suo candidato preferito. Anche se sull’argomento i dubbi erano pochi.
Oggi, alla presentazione della lista arancione in Largo Pertini, Ilaria Cavo ha festeggiato la sua pole insieme a mamma Laura e papà Agostino (un tipo Richard Gere), che sono sembrati molto orgogliosi dei successi della figlia. Ora tocca a lei replicarli.

Ilaria Cavo con mamma Laura e papà Agostino 

Cavo con un gruppo di sostenitori

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip