Skin ADV

Notizie

Liguria Popolare, Gabriele Pisani non si candida alle elezioni regionali

Super User 17 Agosto 2020 292 Visite

Il capogruppo in consiglio regionale di Liguria Popolare Gabriele Pisani ha deciso di non candidarsi alle elezioni regionali di settembre 2020. “Ho preferito fare un passo indietro – commenta il consigliere – pur continuando a far parte e a sostenere Liguria Popolare in maniera attiva sia per la sfida elettorale che ci apprestiamo a vivere, sia nel futuro. Si tratta di una decisione maturata negli ultimi tempi che va di pari passo alla volontà di continuare a lavorare sul territorio, come ho fatto in silenzio e senza proclami in questi anni. Quando avevo aderito a Liguria Popolare non lo avevo fatto sicuramente per la poltrona, ma perché credevo nel progetto civico, e sono certo che questo passo indietro lo ribadisca”.

“L'esperienza in consiglio regionale mi ha fatto crescere molto. É stata una esperienza impegnativa e molto formativa durante la quale abbiamo vissuto momenti molto difficili, basti pensare al crollo del viadotto Morandi o alla recente emergenza sanitaria, che mi hanno toccato nel profondo. A livello personale in questi 5 anni ho lavorato su progetti in cui ho creduto e che ritengo importanti per il territorio e per i cittadini della Liguria, cercando sempre soluzioni concrete per tutti i lavoratori, le famiglie, le donne e tutte le persone fragili in difficoltà. Continuerò a farlo, ma non dai banchi del consiglio di via Fieschi”.

“Continuerò a dare il mio contributo anche a Liguria Popolare finché il progetto civico, a cui ho aderito, sarà basato su una politica moderata e centrista. Questo progetto sta crescendo ed è un ottimo strumento perché le nostre idee per la Liguria possano sempre più concretizzarsi", conclude Pisani.

Gerolamo Valle candidato nella lista Toti Presidente

Super User 17 Agosto 2020 721 Visite

La lista Toti Presidente ha un nuovo candidato di punta nel collegio di Genova. Si tratta dell’architetto Gerolamo Valle, ex consigliere comunale a Arenzano con un passato importante anche nello sport: è stato presidente del golf di Arenzano e ha giocato per lunghi anni nel Cogoleto Rugby. Attualmente l'architetto collabora con lo staff regionale che si occupa della promozione turistica della Liguria.
Valle ha firmato la sua adesione alla lista del governatore uscente davanti al notaio Federico (Riky) Solimena, che ha autenticato la sua firma.
Per vincere alle regionali di settembre, il candidato Valle è partito scegliendo un notaio vincente.

Gerolamo Valle firma la sua adesione alla lista Toti Presidente davanti al notaio Riky Solimena

Marta Brusoni appoggia il manifesto di Anci Liguria

Super User 17 Agosto 2020 210 Visite

La candidata alle regionali per l’alleanza Forza Italia-Liguria Popolare scrive all’associazione dei comuni per garantire la propria disponibilità a portare il tema in Consiglio regionale.

“La Liguria - scrive Brusoni - è una regione composta anche da piccoli comuni con meno di 5 mila abitanti, esattamente 183 su 234, ovvero il 78,2% del totale; di questi, 134 hanno meno di 2mila abitanti, 98 sono sotto i 1.000, 50 sono “mini enti” con meno di 500 abitanti. Per cui trovo naturale essere sensibile riguardo al delicato tema del ruolo dei piccoli comuni liguri e mi impegno sin da ora a sostenere i tanti amministratori locali chiamati ogni giorno a garantire i servizi essenziali ai propri cittadini che riguardano l’eccessiva burocrazia, le sempre minori entrate nelle casse comunali e le problematiche legate alla sanità, alla scuola, al trasporto”.

“Alla Consulta dei Piccoli Comuni di Anci Liguria, che nei giorni scorsi ha messo a punto un manifesto per sensibilizzare la futura governance regionale sulle difficoltà riscontrate dalle comunità locali, va tutto il mio sostegno affinché le istituzioni s’impegnino fattivamente per favorire azioni concrete per lo sviluppo dei territori. In particolare comprendo i bisogni primari dei piccoli comuni che necessitano del supporto delle istituzioni per poter andare avanti. Ridurre le distanze, garantire i servizi primari di assistenza e di soccorso, aiutare le piccole botteghe, agevolare i trasporti è un dovere per non generare differenze e fare in modo che tutti, piccoli comuni compresi, abbiano uguali diritti”, conclude la candidata Brusoni.

Presentato il club di Forza Italia “Genova Meravigliosa”

Super User 17 Agosto 2020 1078 Visite

Venerdì scorso, nello studio dell’avvocato Massimo Molinari, è stato presentato il club di Forza Italia “Genova Meravigliosa”.
Il club vuole essere un punto d’incontro per tutti i cittadini e nei suoi obiettivi politici ha la crescita del partito di Silvio Berlusconi e il sostegno a favore della coalizione di centrodestra alle prossime regionali in Liguria.
Il commissario di Forza Italia di Genova, l’avvocato Mario Mascia, ha salutato con un post l'iniziativa ringraziando in particolare Alessandro Lionetti: "Forza Italia a Genova c'è! Ecco il nuovo Club di Forza Italia "Genova Meravigliosa" fondato dagli amici azzurri Remo Viazzi, Ferruccio Gatti, Massimo Molinari, Uberto Piccardo. Un grazie particolare ad Alessandro Lionetti che nella mia veste di commissario di Forza Italia Genova ho incaricato di occuparsi di rivitalizzare i Club azzurri nel capoluogo e lo sta facendo egregiamente".
A Genova Forza Italia riparte anche dai club, una formula vincente inventata da Silvio Berlusconi quando scese in campo ma negli anni lasciata un po' da parte. Oggi, però, tornata attuale.

I nomi dei soci fondatori e dei consiglieri del club:

Alessandro Lionetti - Coordinatore Regionale Club Forza Italia (Segretario Club)

Massimo Molinari - Avvocato (Presidente Club)

Uberto Piccardo- Odontoiatra (Vice Presidente Club)

Remo Viazzi - Docente (Vice Presidente Club)

Ferruccio Gatti - Imprenditore (Tesoriere Club)

Paolo Cosso - Agente di commercio (Responsabile comunicazione del Club)

Renzo Felici (Commercialista, tributarista)

Barbara Palazzo (Imprenditrice)

Fabio Borgognone (Imprenditore)

Gianluca Rondoni (Bancario)

Luca Rimassa (Ingegnere)

Fabio Podestà (Manager) 

Le interviste a Massimo Molinari, Alessandro Lionetti, Umberto Piccardo, Renzo Felici, Remo Viazzi e Ferruccio Gatti. 

Sansa in Val Trebbia: “Sì al manifesto dei piccoli comuni”

Super User 16 Agosto 2020 345 Visite

"Teniamo i liguri nei loro paesi". E' l'obiettivo di Ferruccio Sansa, candidato presidente della Regione Liguria, che oggi ha attraversato la Val Trebbia, mostrando ancora una volta grande attenzione per i piccoli centri dell'entroterra.

Un'occasione per parlare anche del "Manifesto per i piccoli Comuni", appena pubblicato da Anci Liguria: "Ho letto il Manifesto - dice Sansa - e credo che la maggior parte delle richieste avanzate da Anci Liguria sia condivisibile, soprattutto quando si chiedono attenzione e sostegno concreto attraverso interventi, incentivi, politiche fiscali. Una cosa, però, emerge chiaramente: il Manifesto dimostra che fino ad oggi si è fatto poco e male, senza un orizzonte o una visione strategica. Più che soldi da mettere nelle loro tasche, come promette qualche candidato, i sindaci di questi territori vogliono impegni con una prospettiva che non sia solo il "tappullo" di giornata per l’ennesima frana. E’ quello che stiamo provando a fare con l’elaborazione di progetti, proposte e idee - alcune potete leggerle sul nostro sito - che riguardano interventi su più fronti: le comunicazioni stradali, i trasporti pubblici, i collegamenti telefonici e la banda larga per lo smart working fino all'ultima casa sui crinali. Ma soprattutto i servizi: ambulatori, asili, scuole, uffici pubblici. La riduzione dei costi attraverso nuove politiche energetiche che siano anche volano per nuove forme di imprenditorialità. E poi il turismo che deve arrivare in ogni comune della Liguria".

"E' normale che le persone vogliano restare dove sono nate e noi vogliamo fare in modo che i liguri non siano costretti a lasciare i loro paesi", conclude Sansa.

Coronavirus, 12 nuovi positivi in Liguria

Super User 16 Agosto 2020 201 Visite

I nuovi casi di covid rilevati nelle ultime 24 ore in Liguria sono 12. "Segno che i cluster più importanti individuati e tracciati si stanno riducendo", ha commentato il presidente Giovanni Toti.

Questo il dettaglio:

ASL3 - GENOVA - 5 casi (segnalazioni a dipartimento di prevenzione tra cui 1 turista)

ASL2 - SAVONA – 7 casi di cui:

3 strutture sociosanitarie

4 contatti di casi confermati (di cui 3 link grigliata del 1° agosto a Quiliano)

La Radura della Memoria, per non dimenticare mai

Super User 16 Agosto 2020 221 Visite

Erano le 11:36 del 14 agosto 2018 quando accadde l'incredibile. A due anni di distanza è il momento della memoria che non dovrà mai venire meno.

Lo ha sottolineato un minuto di raccoglimento con le sirene della navi del Porto di Genova e le campane della città che hanno suonato a distesa, oltre a qualche camion, in quel momento sul ponte, che azionava il forte clacson.

Nel silenzio del ricordo hanno parlato i 43 alberi diversi tra loro come le persone che rappresentano, ma unite dal terribile destino di due anni fa quando il vecchio ponte Morandi, percorso quotidianamente da 60 mila auto e camion, si sbriciolò sotto un temporale per incuria e disattenzioni gravissime di chi lo doveva avere in cura.

I morti uccisi dal cedimento incredibile per una struttura di un Paese del G8, sono stati ricordati con l'inaugurazione della Radura della Memoria, presente il premier Conte ed i ministri De Micheli e Bonafede, titolari di Infrastrutture e Giustizia.

“Siamo qui – ha detto il presidente del Consiglio – per “rammemorare”. Nuovo termine coniato ad hoc e spiegato dal premier come indicazione di ricordo e recupero. Conte ha detto ai parenti delle vittime: “il vostro dolore è il nostri dolore”.

Mentre Egle Possetti, presidente del Comitato Vittime del Morandi, non ha potuto trattenere le lacrime affermando, nel suo commovente intervento, che la cerimonia aveva lo scopo di “impedire l'oblio di una tragedia vergognosa, dare rispetto e memoria e fare giustizia”. Ed ha sottolineato la vergogna di chi ha causato il disastro ed ha usato arroganza, senza chiedere scusa in tempi adeguati. Ad iniziare il giorno celebrativo è stata la messa officiata dall'arcivescovo di Genova, frate Marco Tasca: “Male, dolore e sofferenza non hanno mai l'ultima parola”, ha detto nell'omelia presso la chiesa di San Bartolomeo di Certosa, a poche centinaia di metri dall'ex ponte Morandi. Citando l'Apocalisse e quindi Isaia: “Dio ci ha scolpiti nelle mani, quando guarda le sue mani vede il nostro volto”. Ed ha invitato ad essere uomini della speranza.

Nel pomeriggio poi è stata affissa una targa a Palazzo Tursi, sede del governo di Genova, subito all'ingresso dell'edificio, con i nomi delle vittime. Proprio all'ingresso, per non dimenticare mai più.

Mentre hanno auspicato il sindaco di Genova, Marco Bucci, ed il governatore ligure Toti, a che non si ripeta mai più in Italia una tragedia del genere sulla quale è obbligo si faccia giustizia.

“In tempi non lunghi per evitare che chi ha colpe non paghi”, ha sottolineato Egle Possetti.

Ed ancora Bucci ha citato tecnologia, risorse umane ed economico a formare una triade vincente per prevenire disastro auurdi come quello del Morandi. Per Toti occorre fare giustizia totale, come chiedono le vittime del Morandi e i quartieri sottostanti, che hanno subito ferite insanabili dal ponte.

Dino Frambati  

IL VIDEO DELLA CERIMONIA

Fratelli d’Italia regala un infradito a chi pulisce la spiaggia

Super User 16 Agosto 2020 332 Visite

 

Questa mattina il capogruppo al Comune di Genova Alberto Campanella, l’ex consigliere regionale Augusto Sartori, Cristina Enrico insieme a militanti e dirigenti di Fratelli d’Italia hanno aiutato a pulire la spiaggia del Sole di Santa Margherita, coinvolgendo passanti e bagnanti: a chiunque portasse un rifiuto riciclabile veniva regalato un paio di infradito.

“Con questa manifestazione abbiamo voluto portare anche a Santa il tema dell’ambiente e dell’ecologia - afferma il coordinatore provinciale Stefano Baggio - un tema che coinvolge tutti e sul quale dobbiamo riflettere molto.

Cittadini e bagnanti - prosegue Baggio - hanno risposto in maniera magnifica con persone che si sono messe a ‘cercare’ rifiuti per portarceli. Una bellissima iniziativa che ha coinvolto in contemporanea anche la riviera di ponente, precisamente a Cogoleto”.

Regionali, Patrizia Marchesini candidata nella lista “Toti Presidente"

Super User 16 Agosto 2020 505 Visite

È Patrizia Marchesini, avvocato, attuale consigliere comunale di Santa Margherita Ligure al secondo mandato, il nome nuovo per le prossime elezioni regionali della Lista civica "Toti Presidente".
Matteo Viacava e Emanuele Cozzio, riferimenti per Portofino e Santa Margherita Ligure della lista del governatore uscente, dicono della candidata: "Cambiamento e continuità, due concetti che sembrano in antitesi ma che invece si sposano benissimo con Patrizia Marchesini. Cambiamento perché è un volto nuovo della scena regionale e continuità per l’attenzione che in questi anni Regione Liguria ha avuto per il nostro territorio. La candidatura di Patrizia è una grande opportunità per tutto il Golfo Tigullio. Ringraziamo Giovanni Toti per la sensibilità, la vicinanza e la fiducia nei nostri confronti".
"Sono lusingata della proposta che mi è stata fatta e che ho accolto con entusiasmo. Credo sia una bella opportunità per il nostro territorio che potrà trovare in me un punto di riferimento serio, determinato e sincero. Esprimo i miei complimenti a Toti per l'ottimo lavoro svolto in questi cinque anni di governo e lo ringrazio per avermi voluto nella sua squadra". Commenta così la sua candidatura Patrizia Marchesini.

 

Al via il bando della Regione per accedere a voucher scuole paritarie

Super User 16 Agosto 2020 266 Visite

Da martedì 18 agosto le famiglie liguri potranno fare domanda di accesso ai voucher per frequentare le scuole paritarie in Liguria, rivolgendosi direttamente agli istituti scolastici. Il bando resterà aperto fino al 18 settembre e comunque fino a esaurimento fondi.

Regione Liguria, attraverso l’assessorato alla Formazione, ha previsto uno stanziamento di 2,8 milioni di euro per far fronte all’emergenza Covid e andare incontro alle categorie più colpite, con l’obiettivo di sostenere la libera scelta educativa delle famiglie e consentire il contenimento delle rette, evitando l’incremento dovuto agli extra costi delle normative anti-Covid.

Il contributo della Regione potrà essere concesso a fronte di regolare iscrizione per l’anno 2020-2021 presso le scuole paritarie e potrà essere presentato dalle famiglie attraverso gli istituti scolastici per alunni iscritti alle scuole paritarie dall’infanzia e secondarie di secondo grado. Sarà poi la struttura a presentare domanda di contributo a Filse, per conto della famiglia, accedendo al sistema dei bandi on line di Filse.

Il voucher, del valore previsto di 160 euro una tantum pro quota per ciascun bambino e alunno, resterà alla scuola, ma eviterà l’aumento delle rette e sarà un aiuto per molti istituti a rischio chiusura.

Si tratta di una misura eccezionale così come straordinaria ed emergenziale è la situazione che il sistema della scuola paritaria si è trovato a fronteggiare.

Di fronte alla scarsità di contributi statali concessi alle scuole paritarie, Regione Liguria ha voluto dare un sostegno a questo comparto, fortemente in crisi, per fare in modo che gli istituti possano rimanere aperti e che le famiglie liguri possano continuare a scegliere liberamente il percorso formativo dei propri figli.

Il governatore Toti sul candidato Cianci: “E’ un ragazzo determinato”

Super User 15 Agosto 2020 341 Visite

Il governatore Giovanni Toti ha partecipato ieri all'hotel Miramare di Rapallo all’incontro con i cittadini organizzato dal candidato Domenico Cianci.
Al microfono di Vittorio Sirianni (video) Toti ha raccomandato gli elettori a non distrarsi dalla campagna elettorale, anche se il distacco sul candidato giallorosso Ferruccio Sansa è ampio. E sul candidato della sua lista (Toti Presidente) ha detto: "Cianci è un ragazzo determinato".
Tra le tante persone presenti si sono visti due amministratori del comune ruentino: l’assessore Elisabetta Lai e il presidente del Consiglio comunale, Mentore Campodonico.

LE INTERVISTE DI VITTORIO SIRIANNI A GIOVANNI TOTI E DOMENICO CIANCI 

Il caffè shakerato tra Conte e Sansa shakera i totiani

Super User 15 Agosto 2020 531 Visite

Caffè shakerato per i giallorossi. Caffè amaro per i totiani. Questa potrebbe essere la sintesi dell’incontro tra il premier Giuseppe Conte e il candidato giallorosso Ferruccio Sansa.
Dopo la cerimonia di commemorazione delle 43 vittime del Morandi di ieri sotto al nuovo viadotto, il primo ministro si è fermato in un bar di Sampierdarena, dove ad attenderlo c’era Sansa. I due si sono seduti al tavolino per un sofisticato (stile Conte) caffè shakerato.
La pausa caffè ha agitato i totiani che l’hanno ritenuta una campagna elettorale fuori luogo a favore del candidato Sansa. "Loro sono superiori, non è campagna elettorale", ha detto Toti.

Non si è fatta attendere la risposta dei sansiani. "Dopo le sghignazzate con il manager di Autostrade Castellucci, dopo aver accompagnato sul ponte Salvini per un set di selfie, dopo aver partecipato, incollato alla giacca di Bucci, a tutte le inaugurazioni possibili, dai piloni alle gettate di cemento, dopo essere salito sul palco davanti ai parenti delle vittime nonostante il suo status di candidato, dopo essersi fermato a fare l'immancabile passerella con i giornalisti, ora Toti scopre la questione morale nei confronti del premier Conte e di Ferruccio Sansa per un incontro privato deciso dal presidente del Consiglio sulla via del ritorno in aeroporto. Un colloquio su temi non politici ma concreti, richiesto da Ferruccio Sansa per ottenere dal Governo un'attenzione ancora maggiore ai problemi della Liguria. Quelli lasciati irrisolti da Toti", così Marco Preve, candidato della lista Sansa.

Forza Italia, il coordinatore nazionale giovani Marco Bestetti da Filippo Bistolfi

Super User 14 Agosto 2020 397 Visite

Marco Bestetti, coordinatore nazionale dei Giovani di Forza Italia e stretto collaboratore di Silvio Berlusconi, ha incontrato nel tardo pomeriggio di ieri, a Ventimiglia, il vicecoordinatore regionale del partito, Filippo Bistolfi. In collegamento telefonico è intervenuto anche il coordinatore regionale Carlo Bagnasco. Presenti, tra gli altri, il coordinatore regionale dei Giovani azzurri Angelo Dulbecco, il direttore dell’ufficio di European Democrat Students ed executive officier del movimento giovanile del PPE Francesco Sismondini, il coordinatore cittadino del movimento giovanile Davide Longordo e i coordinatori cittadini del partito, Gabriele Amarella e Marco Agosta.
“È stata una visita amichevole e graditissima”, dichiara Bistolfi. “Marco Bestetti rappresenta infatti un punto di riferimento importantissimo dentro Forza Italia”. Nel corso dell’incontro si è parlato anche di elezioni regionali: “Col coordinatore regionale Carlo Bagnasco stiamo lavorando insieme a Marco per poter contare sulla presenza del Presidente Berlusconi in Liguria durante la campagna elettorale e per poterlo avere anche a Ventimiglia”. Grande interesse da parte di Bestetti, inoltre, per il progetto di aggregazione dell’area moderata che ha preso forma in terra ligure e che, dice Bistolfi, “rappresenta un laboratorio d’avanguardia da esportare a livello nazionale. Forza Italia è in crescita e in Liguria, grazie al lavoro del coordinatore Carlo Bagnasco, si sta riorganizzando sul territorio coinvolgendo un numero sempre crescente di persone”. 

Colombo, dopo il ponte l'aeroporto per Genova nel mondo

Super User 14 Agosto 2020 230 Visite

Dopo il miracolo lavorativo del ponte San Giorgio, un'ottima notizia arriva dell'aeroporto Cristoforo Colombo. L'Enac, Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, ha dato il via libera al progetto definitivo di ampliamento e ammodernamento dell’aerostazione. I lavori saranno affidati entro il 2020 per iniziare il prossimo anno.

Il progetto per il nuovo Colombo è dello studio di architettura One Works, specializzato nella progettazione di infrastrutture di trasporto e nodi intermodali. L'opera costerà circa 20 milioni di euro che costituiranno un investimento importante.

Il terminal passeggeri sarà un nuovo fabbricato di circa 5.500 metri quadri, su tre livelli, e il restyling dell’edificio esistente, concentrato in particolare sull’area accettazione e imbarchi. Il progetto prevede anche la realizzazione di un nuovo impianto di smistamento bagagli.

Il termine lavori è per il 2022.

“Grazie all’impegno congiunto di tutte le istituzioni locali e di ENAC, abbiamo ottenuto il via libera al progetto definitivo dell’ampliamento dell’aerostazione dell’Aeroporto di Genova – osserva Paolo Emilio Signorini, presidente Autorità di Sistema del Mar Ligure Occidentale - La società di gestione dello scalo può ora procedere con l’affidamento e i lavori che, nell’arco di due anni e mezzo, restituiranno alla città e alla Liguria un’aerostazione riqualificata in termini di spazi e migliore accoglienza ai passeggeri. Atteso da anni, il potenziamento del “Cristoforo Colombo” è fra le priorità che l’Autorità di Sistema Portuale ha inserito nel Programma Straordinario approvato dopo il crollo del Ponte Morandi. Prosegue così il rafforzamento della accessibilità a Genova e alla Liguria, fondamentale per i settori trainanti dell’economia regionale, porto, turismo e terziario avanzato”.

Fa eco il presidente Giovanni Toti: “lo scalo genovese, forte di una crescita che negli ultimi anni ha ridefinito la sua posizione e importanza tra gli aeroporti italiani, si sta attrezzando non soltanto per accogliere un maggior numero di viaggiatori, ma anche per rispondere meglio alla sua identità di porta per Genova e la Liguria, destinazione molto conosciuta e amata in tutto il mondo. Nuove rotte internazionali, nuovi operatori che hanno creduto nella potenzialità del nostro scalo e stanno investendo e creando lavoro, collaborazione concreta e fattiva con le istituzioni, migliore integrazione logistica con la rete ferroviaria e di trasporto urbano, maggiore accessibilità per tutti: l'aeroporto di Genova sta cambiando pelle, sta costruendo il proprio futuro in sintonia con le esigenze del territorio. Regione Liguria accompagna e supporta questo cammino con orgoglio e convinzione, certa del contributo essenziale che l'aeroporto nel nuovo assetto darà alla ripresa della nostra economia”.

Per il sindaco Bucci “L'ampliamento dell’aeroporto rientra in quelle opportunità che Genova dovrà sfruttare nei prossimi anni per presentarsi al mondo più competitiva e svolgere il proprio ruolo di città che punta ad essere la capitale del Mediterraneo. Il “Colombo” diventerà un aeroporto moderno e funzionale con nuovi servizi e, in prospettiva anche collegamenti più rapidi con la ferrovia. Genova ha il grande vantaggio di avere il suo scalo in prossimità del centro cittadino, un beneficio che il Comune di Genova si è impegnato già da un paio di anni a valorizzare con collegamenti di trasporto pubblico locale più rapidi e puntuali”.

“L’affidamento della commessa per il progetto definitivo era avvenuto lo scorso settembre – dice Paolo Odone, presidente dell’Aeroporto – e da allora abbiamo concluso la progettazione definitiva e concluso l’intero iter approvativo in soli 10 mesi, rispetto ai 17 mesi che avrebbe richiesto la procedura ordinaria. Credo sia un segnale significativo per l’intera Liguria: il “modello Genova” del Ponte San Giorgio è stato e resterà il nostro riferimento anche per il progetto di ampliamento e ammodernamento dell’aeroporto”.

A nome di Enac dichiara Claudio Eminente, direttore Centrale Vigilanza Tecnica dell'Ente: “il progetto approvato, finanziato in parte con fondi propri della società di gestione e in parte con le risorse afferenti al cosiddetto "Decreto Genova", rappresenta un'occasione di rilancio e sviluppo per l'aeroporto e per la città di Genova. Sono state inoltre rese più sicure e funzionali le aree terminali che potranno così accogliere un maggior numero di passeggeri contribuendo, pertanto, ad aumentare l’indotto sull’economia e, più in generale, sul territorio”.

“La conferma di questo importante investimento, nonostante le pesanti ricadute della pandemia sul trasporto aereo a livello globale, è un segnale di fiducia e di volontà di rilancio. - osserva Piero Righi, deg del Colombo - Lavoreremo per garantire tempi rapidi nella realizzazione del nuovo aeroporto. I clienti del “Cristoforo Colombo” avranno uno scalo più bello, comodo e accogliente, ma anche più funzionale e capace di rispondere alle esigenze dei passeggeri e delle compagnie aeree. Inoltre i maggiori volumi delle aree di transito e attesa dei passeggeri, uniti alle soluzioni operative e tecnologiche introdotte in questi mesi, consentiranno di realizzare un aeroporto nativo “Covid-proof”. A questo proposito ricordo con soddisfazione l’accordo con IIT per la sperimentazione del software Social Distancing all’interno della nostra aerostazione: una soluzione di intelligenza artificiale che non ha eguali al mondo e che ci sta già fornendo numerose informazioni per garantire nel contempo il distanziamento interpersonale e la massima qualità nell’esperienza all’interno del terminal”.

Dino Frambati

Toti e Cianci oggi pomeriggio al Miramare di Rapallo

Super User 14 Agosto 2020 341 Visite

Questo pomeriggio, alle 18:30, all'hotel Miramare, sul lungomare di Rapallo, il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti sarà al fianco del candidato consigliere regionale Domenico Cianci per un momento di incontro e condivisione con i cittadini.

I totiani contro il parlamentare grillino del bonus covid

Super User 14 Agosto 2020 212 Visite

“Ma il deputato grillino Rizzone, che aveva dato della capra ignorante al Presidente Toti, si reputa invece furbo e “politicamente corretto” ad essersi intascato i 600 euro del bonus covid, avendone percepiti 13 mila di stipendio al mese per starsene a casa durante l’emergenza? I nodi alla fine vengono sempre al pettine... come l’incapacità e l’inadeguatezza a 5 Stelle. Che vergogna!”. E’ quanto si legge in un post pubblicato sulla pagina Facebook della lista Toti Presidente.

Crollo ponte Morandi, Cassinelli: “14 agosto sia il giorno del ricordo per Genova”

Super User 14 Agosto 2020 148 Visite

“Genova e il Paese due anni fa sono stati colpiti da una tra le peggiori tragedie moderne. Le 43 vittime del crollo di ponte Morandi e le decine di feriti meritano il rispetto della memoria perenne. Non dimenticare significa evitare che possa ripetersi una tragedia simile. Non dimenticare significa onorare tutti coloro che, direttamente o indirettamente, hanno subito un grave torto a cui la Magistratura dovrà dare un senso. Il 14 agosto sia per Genova la sua Giornata del Ricordo”. Lo ha detto il deputato Roberto Cassinelli a margine della commemorazione per l’anniversario del crollo di ponte Morandi.

Coronavirus, in Liguria salgono i contagi: 63 positivi nelle ultime 24 ore

Super User 13 Agosto 2020 355 Visite

Il bollettino del coronavirus in Liguria di oggi, giovedì 13 agosto.

Casi totali da inizio emergenza = 10.393 (+63)

di cui 1.342 individuati da test di screening o contact tracing e 9.051 in pazienti sintomatici

Attualmente positivi = 1.224 (+53)

22 (+3) in ospedale (di cui 2 in terapia intensiva / UTI, +0)

237 in isolamento domiciliare (+27)

Nuovi positivi:

2 in Asl1

41 in Asl2 (26 Centro riabilitativo il Gabbiano, 13 legati alla grigliata, 2 contatti di caso confermato)

6 in Asl3 (3 residenti a Pavia, 2 contatti di caso, 1 caso isolato)

1 in Asl4 (residenti rientrati da viaggio a Malta)

13 in Asl5 (8 rientrati da viaggio a Corfù, 2 contatti di caso, 2 rientrati dall’Inghilterra, 1 ha frequentato locale della Versilia)

Guariti non più positivi = 7.600 (+10)

Deceduti = 1.569 (+0)

Tamponi = 206.804 (+1.704)

Ospedalizzati:

Asl1 = 6

Asl2 = 5

Asl3 Villa Scassi = 2

Galliera = 1

San Martino = 4 (2 UTI)

Asl4 = 1

Asl5 = 3

Attualmente positivi per residenza:

IM = 68 (+2)

SV = 181 (+29)

GE = 768 (+5)

SP = 41 (+11)

Fuori regione = 55 (+1)

Altro o in fase di verifica = 111 (+5)

Sorveglianze attive (contatti di positivi) = 802

Asl1 = 62

Asl2 = 247

Asl3 = 273

Asl4 = 84

Asl5 = 136

Ferruccio Sansa: “Teniamo i nostri giovani in Liguria”

Super User 13 Agosto 2020 382 Visite

“Teniamo i nostri giovani in Liguria: da qui al 2026 arriveranno da 3 a 6 miliardi di fondi europei destinati alla Liguria. Questa è un'occasione da non perdere assolutamente: i fondi europei sono fondamentali per imprese e lavoro. Finora, in Liguria, sono stati spesi in ritardo e sono stati dati a pioggia, senza strategia. Noi abbiamo pensato a un 'Cantiere europa' con proposte concrete: un assessorato dedicato ai fondi europei, una squadra a Bruxelles della Regione Liguria e il potenziamento di uomini e strutture in Regione per fornire consulenze precise agli enti pubblici e alle amministrazioni che vogliono partecipare ai bandi perché possano ottenere fondi europei. Sarà tutto fatto in assoluta trasparenza, si potrà sapere in ogni momento a chi vanno i fondi europei e come vengono utilizzati”. A dirlo è Ferruccio Sansa, candidato giallorosso alle regionali liguri.

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip