Personaggi del Mercantile

Altri dieci personaggi che secondo i lettori di Genova3000.it rimarranno nella storia del Corriere Mercantile.

 

1-GIANLUIGI CORTI
Strappato all'azienda dei telefoni dove era entrato dopo aver conseguito il (sospirato) diploma da ragioniere, aveva guidato la prima cooperativa. Poi aveva preferito far carriera nella pallavolo. Era rientrato nel giornalismo grazie al "Secolo XIX"

2-MARCO ANSALDO
Aveva cominciato nel "Buongiorno" di Cesare Lanza, poi era stato assunto dal "Mercantile". Ma ha fatto carriera quando si  è trasferito a Roma. A "Repubblica" è diventato inviato in Turchia (ha sposato una giornalista di Istanbul e Vaticanista).

3-GUIDO COPPINI
E' stato caporedattore. Autodidatta. Scriveva con uno stile incantevole. Sempre informato. Ha dato il meglio di sé alla Gazzetta del popolo, un antico giornale che faceva concorrenza a "La Stampa". Coppini aveva sempre notizie in anteprima.

4-SANDRA RAMELLA
Scriveva (bene) anche di spettacoli. Ma si era dedicata soprattutto al desk. Sapeva "disegnare" le pagine meglio di un grafico. Da ragazza faceva Badino. Era diventata Ramella dopo il matrimonio con il noto avvocato. Lavoratrice instancabile.

5-MASSIMO ZAMORANI
E' stato per tutta la carriera una "firma" del "Secolo XIX". Ma per un breve periodo era passato al "Mercantile" per fare il direttore. Esperienza brevissima e non certo fortunata. Poi il ritorno all'ovile, dove è rimasto sino alla pensione.

5-MANLIO FANTINI
Le sigarette l'hanno portato via ad appena 50 anni. Aveva già fatto una brillante carriera (anche a Milano, Il Giorno). Responsabile della redazione genovese della Gazzetta dello sport. Ma il meglio di sé l'ha dato al Corriere Mercantile. Le sue pagine sportive si ricordano ancora.

6-ALDO MERLO
Grande giornalista (sportivo) e grande genoano. La guerra aveva interrotto la sua carriera. Dopo il fascismo aveva ricominciato come stenografo. Ma al "Mercantile" viene ricordato anche per i suoi scritti. Sempre brillanti e spiritosi.

7-DIVO GORI
Toscanaccio di Pistoia. Divo di nome e un po' anche di fatto. Era passato come caporedattore nella catena dei giornali locali del gruppo Repubblica Espresso. Era giustamente orgoglioso del figlio Massimo. Grande musicista e leader dei Latte e miele.

8-FRANCA BRIGNOLA
Aveva avuto il suo momento di gloria quando a un ricevimento all'istituto Alberghiero Marco Polo aveva conosciuto Umberto Bassi. Scriveva soprattutto di moda. Poi aveva preferito la televisione.  A Telegenova comandava più di Salvatore Cingari.

9-VITTORIO SIRIANNI
Altra firma storica. Scriveva di tutto dal suo ufficio all'Italsider. A renderlo famoso è stata però la televisione. Le ha girate tutte. E a 80 anni è sempre sulla breccia (a Telenord) perché è il più bravo di tutti. Il talk show l'ha inventato lui.

10-MIMMO ANGELI
All'anagrafe Gerolamo. Suo padre Mario (il proto) lo portava al giornale da bambino. Era biondo e gli facevano la "banana". Il genitore voleva specializzarlo nei motori e l'aveva affidato al grande Ermanno Cafferata. Dopo essere stato bocciato alla seconda liceo scientifico decise che avrebbe fatto il giornalista. E' stato un direttore-manager.

ultimi articoli