Il mare sorride senza rifiuti

Nell’ampia rosa di eventi che interessano la 53° edizione del Salone Nautico Internazionale, va senz’altro ricordato

l’incontro-conferenza per la presentazione di Smile (Strategies for MarIne Litter and Environmental), nell’ambito del progetto ResMar.

Il ResMar è una rete di cooperazione tra Liguria, Sardegna, Toscana e Corsica. Il suo scopo è ridurre le minacce sulle risorse ambientali, fare in modo che il patrimonio naturalistico delle nostre regioni sia goduto da tutti e sensibilizzare i cittadini al problema della conservazione del territorio.

In parole semplici, ResMar si occupa di prevenzione del dissesto idrogeologico e di lotta all’erosione costiera.

Smile invece è un piano finanziato dall’Unione Europea che mira alla riduzione dei rifiuti marini nelle aree costiere. A questo progetto partecipa come capofila, la Regione Liguria, coadiuvata dall’Arpal, dall’Olpa, dal Comune di Pietra Ligure e dalla Sede locale di Legambiente. L’azione pilota presentata alla Fiera riguarda un innovativo sistema di cattura rifiuti. Questo metodo sarà applicato al Torrente Maremola, nel comune di Pietra Ligure. Oltre a tutto ciò, il progetto Smile, interesserà anche un’ampia opera di prevenzione nell’ambito del problema dell’inquinamento. A breve verrà infatti lanciata un’app che permetterà di segnalare eventuali rifiuti nelle zone interessate dal progetto. Il fine ultimo di quest’operazione è promuovere la cooperazione tra comuni per pianificare efficienti sistemi di raccolta e smaltimento.

In questa nuova edizione del Salone Nautico si consuma quindi un’altra importante tappa della lotta per la tutela dell’ambiente nell’alto Tirreno.

Corrado Fizzarotti

ultimi articoli