Skin ADV

Cianci sulle sanificazioni nei condomini: "Troppo costose per famiglie e aziende"

Mimmo Cianci

Mimmo Cianci, amministratore di condomini e candidato alle regionali nella lista del presidente Toti, è contrario alle ripetute sanificazioni nei caseggiati.
“Il governo - dice Cianci - renderà obbligatoria la sanificazione nei condomini per limitare la diffusione del Covid-19; ogni quindici giorni come prassi, ogni settimana in caso di residenti nello stabile positivi al virus. Una spesa importante se pensiamo che normalmente ogni sanificazione costa 150-200 euro più Iva e lo Stato dà la possibilità di detrarre queste spese in dieci anni, un lasso di tempo troppo lungo e completamente scollegato dalle attuali esigenze economiche dei cittadini”.
“La sanificazione - prosegue Cianci - inciderà notevolmente in termini percentuali sui bilanci dei condomini si va da un minimo di oltre 6mila euro annui in caso di bonifica bisettimanale, al doppio qualora si dovrà sanificare ogni sette giorni; se pensiamo che in media il bilancio annuo di un condominio si aggira attorno ai 20mila euro, possiamo comprendere quanto peseranno questi ulteriori costi sul portafoglio delle famiglie.
“Mi sto attivando affinché per le spese di sanificazione venga previsto un credito di imposta pari all'80% delle spese che il fornitore possa sfruttare immediatamente: solo così potremo non appesantire una situazione che ha già oltrepassato il limite di guardia e non può accettare ulteriori soluzioni prive di ogni logica. Il Governo non può dare con una mano e togliere con l'altra: è arrivato il momento di connettersi con il mondo reale e con le esigenze delle famiglie che non possono pagare per colpe non loro e per l'inettitudine di certi ministri, economisti e tecnici”, conclude Cianci.

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip