Skin ADV

La Spezia conquista Genova!

Raffaella Paita

Si è sempre detto - e in fondo è vero - che gli spezzini si sentono più legati alla Toscana che alla Liguria.

I giornali di riferimento sono "Il Tirreno" di Livorno e "La Nazione" di Firenze.

In politica, invece, è in corso un'inversione di tendenza. La Spezia vuole conquistare Genova. Aveva iniziato Luigi Grillo, che era potente in tutta la Liguria e poteva dire la sua anche in campo nazionale (ora è finito in carcere per le mazzette dell'Expo milanese). Uno spezzino, Luigi Merlo, è diventato presidente dell'Autorità Portuale genovese, un ruolo che era sempre stato riservato ai genovesi. E' spezzino, sia pure di origini napoletane, quel Luigi Morgillo, che ha la più alta carica elettiva in Forza Italia Liguria: è vicepresidente del Consiglio Regionale Sandro Biasotti, che è l'unico deputato ligure di FI ed è stato nominato da Berlusconi coordinatore regionale del partito, è fiero di essere originario della Val di Vara.

Con la sinistra Franco Bonanini di Monterosso era diventato il ras del Parco delle Cinque Terre ed era approdato al Parlamento Europeo. Dopo lo scandalo con relativo arresto, è stato ripudiato dal PD, si è rifugiato in FI, ma non è stato rieletto. L'avvocato Marina Acconci, quando esercitava a Genova e faceva parte del "cerchio magico" di Claudio Burlando, aveva un ruolo importante in Festival Crociere. Dopo il crack di George Poulides, ha sentito il richiamo delle sue origini spezzine e con l'aiuto del padre ha costruito l'outlet di Brugnato, un'opera grandiosa.

Viene dalla Val di Vara anche l'ex pasionaria della vecchia DC (ora nel Pd) Antonella Cerchi, che alle ultime elezioni era stata candidato sindaco di Rapallo. L'ex presidente Carige Giovanni Alberto Berneschi ha confessato nelle intercettazioni, che sarebbe andato a vivere in Svizzera se non fosse troppo affezionato alla sua tenuta di Ortonovo, dove trascorreva rilassanti week-end da contadino.

Faceva parte del Governo Letta ed è stato riconfermato da Matteo Renzi un giovane spezzino, che ora è Ministro di Grazia e Giustizia. L'hanno nominato Guardasigilli anche se non è laureato in giurisprudenza, si è fermato alla maturità scientifica. Ora alla Spezia è spuntato un altro ragazzo prodigio: Brando Benifei. Era il più giovane candidato PD in tutta Italia. E' stato eletto al primo colpo. Di solito il Parlamento Europeo rappresenta un punto d'arrivo. Per Benafei, 28 anni, è un punto di partenza. Chissà dove vuole arrivare.

Il Governatore Burlando ha annunciato che non si riprenderà, ma ha già indicato il suo successore: la sua pupilla Raffaella Paita, detta Lella. Che a poco più di vent'anni era già capogruppo nel consiglio comunale spezzino. E' la moglie di Luigi Merlo, al quale il partito, dopo due mandati a Palazzo San Giorgio, sta cercando un'altra sistemazione di prestigio.

Genova è ormai nelle mani degli spezzini.

 

Elio Domeniconi

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip