Manuela Arata e la laurea

Manuela Arata, esponente PD, già aspirante candidata sindaco, non ha la laurea, sul suo profilo si legge

che però ha studiato dalle suore Orsoline, nei giorni scorsi è intervenuta affermando: “a proposito della noiosissima querelle (che mi fa venire l’orticaria) sul laureato o no, mi piace diffondere alcuni contenuti di un recentissimo studio proveniente da Mercer, leader mondiale nella consulenza organizzativa e delle risorse umane. lo studio identifica gli aspetti stabili e malleabili del potenziale di prestazione e di leadership, sintetizzando 2500 studi scientifici condotti su 500.000 persone. Tra i 19 indicatori di potenziale spiccano fattori stabili legati all’intelligenza (abilità cognitive) e alla personalità (coscienziosità, proattività, orientamento all’apprendimento, ecc.) e fattori malleabili che possono essere sviluppati e migliorati (abilità di networking, influenza interpersonale, formulazione di strategia, ecc.). Secondo la Arata le grandi organizzazioni hanno rimosso il titolo di studio dagli indicatori per selezionare il personale in quanto ricerche scientifiche mostrano che non predice il potenziale di prestazione futura. Insomma la laurea è rimovibile, potremmo rimuovere anche le Università?

ultimi articoli