Zeffirino sulla rivista del Papa

Il settimanale “Il mio Papa” ha dedicato quattro pagine al ristoratore genovese Luciano Belloni

del ristorante Zeffirino. Nel servizio firmato da Antonio de Felice, Belloni racconta di aver preparato il pesto per ben tre papi, Wojtyla, Ratzinger e, adesso, Bergoglio, specificando anche i gusti culinari di ciascuno di loro. “Wojtyla amava moltissimo il pesto – racconta Belloni – e non mancava di farmelo sapere. A Natale voleva che gli mandassi anche i tortellini. So che gli piacevano anche gli amaretti di Sassello e lo Sciacchetrà delle Cinque Terre (quello dell’ex senatore Luigi Grillo? ndr). Anche Ratzinger apprezzava i miei prodotti, ma a differenza di Giovanni Paolo II e di Papa Francesco, Benedetto voleva il pesto senza aglio”. Poi Belloni ricorda una risposta di Papa Ratzinger a una sua domanda: “Santità, vorrei arrivare a 104 anni per servire un terzo Papa. Che cosa devo fare? Lui mi guardò perplesso e mi disse: Perché? Vuoi che io muoia?”. Come dire: non dire a un Papa che morto un Papa se ne fa un altro.
Un bel servizio con un solo neo: il giornalista definisce nel titolo Luciano Belloni come titolare del ristorante famoso per il sugo ligure, mentre tutti sanno che il pesto è una salsa.

Luciano Belloni con la rivista "Il mio Papa".

ultimi articoli