De Martini su Statua della Liberta'

“La Statua della Libertà a New York rappresenta una offesa grave ed è discriminatoria

per i seguenti motivi: fu dono di una forte potenza coloniale europea, la Francia, che occupò molti paesi africani soggiogando le popolazioni inermi con la guerra. Fu progettata da un architetto massone, Frederic Auguste Bartholdi, che vi inserì chiari simboli di quel potere, fra i quali la corona raggiata che cinge la testa della statua, chiara allegoria del sole massonico”. A ricordarlo sono la genovese Susy De Martini e Giuliana Ridolfi Cardillo, rispettivamente coordinatrice di Forza Italia Usa e coordinatrice di Forza Italia dello Stato di New York, con l’obiettivo di evidenziare l’incoerenza della campagna anti-Colombo in atto negli Usa. “Seguendo, quindi, la logica del politically correct - annotano De Martini e Ridolfi Cardillo - se negli USA vengono rimossi i simboli che possono recare offesa alla sensibilità di alcune minoranze, come la statua di Colombo, noi chiediamo al sindaco di New York l’inserimento della Statua della Libertà nell’elenco dei monumenti da abbattere”.

ultimi articoli