Skin ADV

Dantedì, da San Colombano Certenoli un messaggio di rinascita con il musicattore Luigi Maio

Luigi Maio

Il Comune di San Colombano Certenoli, borgo di 2650 abitanti della Città Metropolitana di Genova, in Val Fontanabuona, raccogliendo l’appello celebra il Dantedì, la giornata del 25 marzo dedicata a Dante Alighieri istituita dal Consiglio dei ministri, nei 700 anni dalla sua scomparsa.

Un segnale di speranza e di rinascita nel nome del poeta simbolo di unità del Paese che partirà dalla sala del Consiglio Comunale dove il “musicattore” Luigi Maio, attore, compositore e disegnatore, portabandiera del teatro musicale da camera e sinfonico, reciterà un estratto del suo “Inferno da Camera. Dante in 3D”, l’opera teatral-musicale allestita nei giorni scorsi in streaming al Teatro Ristori di Verona.

La clip dantesca di Luigi Maio sarà messa in rete sui social network e su YouTube giovedì 25 marzo.

Rappresentante in Italia della Fondation Igor Stravinsky. Luigi Maio è stato ospite all’ambasciata italiana a Londra per il suo spettacolo sulla Divina Commedia che gli è valso il premio del CISI - Centro Internazionale di Studi Italiani e la definizione di «primo Dante in ‘3D’ da parte del mediovalista Francesco Mosetti Casaretto “per aver dato voci a psicologie diverse a ogni personaggio della commedia rilevandolo a tutto tondo”.

Il “Musicattore” Luigi Maio è citato anche da Francesco De Nicola, docente di letteratura e presidente del Comitato di Genova della Società Dante Alighieri nel suo libro “Dante tra noi” (De Ferrari editore).

San Colombano Certenoli, nel 2019, entrò a pieno titolo nella mappatura nazionale di Poste Italiane dei piccoli centri che ospitano opere dedicate a Dante Alighieri, due leggii si trovano in località Scaruglia, al centro del ponte dedicato a Dante Alighieri, sul torrente Lavagna, la “Fiumana Bella” citata dal Sommo Poeta nel XIX Canto del Purgatorio.

Spiega Carla Casella, sindaco di San Colombano Certenoli: “Il nostro comune è particolarmente legato alla città di Ravenna dove riposano le spoglie di Dante Alighieri. Negli Antichi Chiostri Francescani, accanto alla Tomba di Dante, è conservata una lastra donata dal comune della Val Fontanabuona alla città di Ravenna in occasione dell’inaugurazione del Ponte Scaruglia, nel 1981. Nel settembre scorso una delegazione di San Colombano Certenoli è stata accolta ufficialmente alla cerimonia dell’annuale della morte di Dante Alighieri, a Ravenna, sugellato dall’incontro con la città di Firenze”.

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip