Skin ADV

Teatro, “I mille del ponte”: lo straordinario racconto di Massimiliano Lussana

Massimiliano Lussana sul palco con le assessore Barbara Grosso e Ilaria Cavo

Sono parole bellissime, emozionanti, coinvolgenti, struggenti, ma a volte anche divertenti. Messe in fila con una incredibile maestria da chi ha deciso di farti venire i brividi alla schiena. Perché ti portano lì, accanto a chi quel viadotto lo sta costruendo. Senti le voci, i rumori e gli odori del cantiere, ormai chiuso da quasi un anno.

Sono parole da ascoltare attentamente e da ripetere nella propria mente lentamente (e non è stato facile per la velocità del narratore), per gustarne ancora di più il loro sapore straordinario. Un po’ come si fa con il buon vino, che si tiene qualche minuto in bocca prima di mandarlo giù. Anche se queste parole hanno un gusto più aspro: quello del sudore. Ma non è la fatica l’elemento dominante nel meraviglioso racconto del giornalista e autore teatrale Massimiliano Lussana, portato in scena ieri ai parchi di Nervi dal Teatro Carlo Felice e perfettamente raccontato da Mario Incudine, ma la voglia di partecipare. Di esserci.

“Io faccio il ponte”, ha scritto sul caschetto uno degli operai che hanno lavorato alla ricostruzione del Genova San Giorgio, perché questo è lo spirito che ha unito i mille del ponte.

Ora ognuno di loro porta nel cuore il proprio pezzetto di ponte.

Così come chi ha assistito allo spettacolo porta nel cuore le parole di Lussana.

I protagonisti: Mario Incudine, cantante e attore, Manfredi Tumminello, mandolinista, Antonio Vasta, polistrumentista, e Antonio Ricosta, chitarrista.

Lo spettacolo è stato prodotto dalla Fondazione Ansaldo - Gruppo Leonardo, promosso dal Comune di Genova e dalla Regione Liguria e ospitato dal Teatro Carlo Felice sul palco del Nervi Music Ballet Festival

 

 

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip