La Liguria e' quella dello spot?

Regione Liguria ha fatto realizzare uno spot, che sarà trasmesso per tutto il mese di luglio

dalle Tv nazionali, per promuovere le risorse regionali che possono essere scoperte in 78 comuni attraverso percorsi colorati: rosso cultura, blu curiosità e giallo bambini. La curiosità è che nel filmato si vedono solo giovani belli e sorridenti intenti a ballare sulle spiagge, a volteggiare sulle onde con i surf, a tuffarsi da costose barche, a mangiare trofie al pesto, a pedalare per sentieri in sella a sofisticate mountain bike.
Nel video non si vede una persona matura, men che meno attempata, come se la Liguria fosse abitata e frequentata solo da trentenni. Eppure la nostra regione ha la popolazione più anziana d’Europa e tanti europei che hanno raggiunto la cosiddetta terza età amano venire in vacanza in Liguria.
Del valore della Silver economy nel turismo si è parlato recentemente in un importante convegno, voluto dall’assessore-manager Giancarlo Vinacci e organizzato dallo Studio Ameri, a Palazzo Tursi. Mentre il Comune di Genova parla agli over 60, oggi dunque scopriamo che la Regione si rivolge agli under 30. Una doppia comunicazione che può portare tutte e due le fasce d’età sotto la Lanterna. Resterà da fare qualcosa anche per quelli di mezzo, dai 30 ai 60 anni.
Secondo alcuni, il video in questione, pur essendo uno strategico mezzo per invogliare i ragazzi a venire in Liguria, offre però una realtà distorta della regione, frequentata non solo da giovanissimi.
Una cosa è certa: i settantenni e gli ottantenni in Liguria si possono divertire come i ventenni.

ultimi articoli