Skin ADV

Il Ponte di Genova, esempio per il mondo

Dino Frambati

Alle 10:11 del 1° ottobre 2019 è stato il suono delle sirene nel cantiere del nuovo Ponte di Genova a dare il via alla salita di 50 metri del primo impalcato del viadotto che sorgerà al posto del Morandi crollato uccidendo 43 persone.
In meno di un'ora il colossale pezzo da 500 tonnellate di peso, largo 10 metri e lungo 50, è stato innalzato sulle pile 5 e 6. Cerimonia toccante, dove il premier Giuseppe Conte ha definito “impegno morale” il controllo dello Stato sulle infrastrutture. Lo ha fatto parlando dal palco sul quale campeggiavano tre caschetti di sicurezza, uno bianco, uno rosso e uno verde.
Emozionata si è detta la ministra alle infrastrutture De Micheli: “Genova è una città straordinaria, ferita ma mai piegata”.
Di “un cantiere che non si ferma mai”, ha invece parlato il sindaco Bucci, riconfermato da Conte quale commissario straordinario alla ricostruzione. “Lo abbiamo sognato e voluto questo ponte - ha detto – e questo non è un punto di partenza ma segnale che la ricostruzione va bene, un segnale per Genova e Italia”.
Per il governatore Toti la ricostruzione del ponte è “buona politica che si può fare anche quando si opera con forze di colore diverso. Basta essere uniti negli intenti e nella volontà”. Un richiamo fortissimo alla sicurezza sul lavoro è venuto da Renzo Piano, archistar che ha regalato il progetto del nuovo ponte e di cui è direttore dei lavori. “Attenti a non farvi male”, ha detto alle maestranze che stanno ricostruendo la struttura nel giorno in cui, a Frosinone, c'è stata l'ennesima morte bianca.
“Genova alza la testa”, ha detto Piano, definendo “un varo” la posa dell'impalcato. Giuseppe Bono e Pietro Salini, ad Fincanteiri e Salini Impregilo, hanno esaltato le eccellenze italiane impegnate nel nuovo ponte, esempio al mondo di brand di altissima capacità realizzativa, mentre il cardinale Bagnasco ha definito la giornata “della speranza”.
Inaugurato poi anche un info al Porto Antico di Genova dove si potrà seguire lo stato di avanzamento dei lavori che dovrebbero permettere l'inaugurazione del nuovo ponte ad aprile 2020. Qui Conte ha incontrato in visita privata i parenti della vittime, due famiglie genovesi designate dal Comitato delle vittime a rappresentarle tutte, e gli abitanti della zona arancione.
Il ponte sarà costituito da un impalcato in acciaio con travata continua di un chilometro e 67 metri e 19 campate. Sarà sorretto da 18 pile. A realizzarlo Pergenova S.C.p.a., società consortile costituita da Fincantieri Infrastructure e Salini Impregilo. Gli occupati, tra appalto diretto e subappalti, superano le mille unità. Il costo 202 milioni di euro.

 

Dino Frambati

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip