Skin ADV

Soroptimist: 150 professioniste aiutano chi è in difficoltà

Oltre ai 300 milioni di  mascherine FFP2 ed altro materiale di sicurezza donato agli ospedali di tutt’Italia, oltre al sostegno psicologico varato ad inizio aprile, a partire dal 4 maggio, con la  graduale ripresa delle attività, il Soroptimist International d’Italia (5000 socie 157club) ha deciso di ampliare il supporto non solo alle donne ma a tutte le persone in difficoltà, estendendolo  anche ad imprese, artigiani e commercianti e a quanti dopo il lockdown di due  mesi versano in condizioni  economiche  e di salute  quanto meno difficili.  Ha aperto così uno sportello telefonico gratuito multidisciplinare tel 02/5462611 (dalle 9 alle 16).
Serve una medica, un’avvocata, una commercialista ma anche una notaia, una psicologa, un’architetta per una consulenza, un consiglio professionale. C’è la primaria di cardiochirurgia, la scienziata biologa, la civilista e la penalista che sono a disposizione.

Il Soroptimist è una associazione mondiale di donne di alta qualificazione professionale, così “in questa fase così difficile e delicata - spiega Mariolina Coppola, presidente Nazionale del Soroptimist International d’Italia - abbiamo capito che il nostro vero patrimonio da donare sono le competenze professionali delle socie in prima linea, seguendo gli ideali di solidarietà che caratterizzano l’associazione da 100 anni”. 
Sono 150 le professioniste di vari club che si mettono a disposizione allo sportello gratuito multidisciplinare per sostegno e consulenza gratuite. Per dare qualche numero: 20 commercialiste, 20 notaie, 20 avvocate, 30 mediche, 60 psicologhe”.                                                               Il Soroptimist d’Italia mira ovviamente alla emancipazione ed alla parità della donna ed un importante convegno con relatori di primissimo piano è stato organizzato a questo proposito presso la Sapienza: “Divario di genere: cambiamo le regole”.

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip