Skin ADV

Ventimiglia, il sindaco Scullino sotto il fuoco amico

Gaetano Scullino

La decisione di trasformare alcuni fabbricati della frazione Bevera in centro commerciale ha spaccato la maggioranza nel Comune di Ventimiglia. Il sindaco Gaetano Scullino, eletto lo scorso anno con una sua lista appoggiata da tutto il centrodestra, nell’ultimo consiglio comunale (in videoconferenza) è stato preso di mira dal fuoco amico: i partiti di maggioranza hanno chiesto, e ottenuto, di rimandare la votazione del cosiddetto caso Dimar.
La vicenda ovviamente ha innescato numerose polemiche. Particolarmente deciso è stato l’attacco del segretario cittadino della Lega, Flavio Di Muro - l’onorevole che in diretta Tv dalla Camera dei Deputati aveva mostrato alla fidanzata un anello per strapparle la promessa di sposarlo - che non ha gradito l’autonomia del primo cittadino che a suo dire si è “improvvisato civico”.
Secondo alcuni Scullino subisce questi attacchi a causa dell’antica amicizia con Claudio Scajola che, in vista delle regionali, verrebbe considerato dal centrodestra come possibile antagonista.
Insomma, Scullino rischia di essere mandato a casa dalla sua stessa maggioranza. Ma a casa sua, visto che la serata in compagnia (con ballata) sulla terrazza dell’amica durante il lockdown gli è costata una multa salata.

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip