Skin ADV

Klausener Strasse - 1970: caccia al cadavere di Hitler, il diario segreto del KGB

Giovanni Mari, giornalista del Secolo XIX e studioso della propaganda politica, ha pubblicato un romanzo storico nel quale racconta la documentata vicenda di un gruppo di spie che vissero per due mesi nel totale riserbo per dare il colpo di grazia al Terzo Reich. Per conservare le ombre e le leggende che dal 30 aprile del 1945 avevano gettato nel mistero la cremazione (o la fuga) di Adolf Hitler nel suo bunker.

Klausener Strasse - 1970: caccia al cadavere di Hitler, il diario segreto del KGB
Autore: Giovanni Mari - Editore: Minerva - Prefazione: Nicolai Lilin

Marzo-aprile 1970: una brigata di agenti sovietici del KGB, su ordine diretto del Segretario Generale Leonìd Brèžnev, ha il compito di ritrovare e distruggere i cadaveri di Adolf Hitler, di Eva Braun e dell’intera famiglia Goebbels. Nel 1945 quei corpi erano stati portati via dalle macerie fumanti di Berlino, nascosti in casse di legno dall’Armata Rossa e interrati in un luogo segreto: così sostenevano le carte della Lubjanka.

“Klausener Strasse” è il nome della strada della presunta sepoltura e questo romanzo narra minuto per minuto la delicatissima missione, ricalcando la vera storia. Il via libera del Cremlino tra titubanze, misteri e autopsie; la composizione della squadra per l’incursione invisibile nel cuore della Germania; la meticolosa stesura del piano operativo; le strategie e le coperture per eseguire l’ordine senza farsi scoprire.

I progetti, ma anche gli incubi, per tentare l’inumazione del Führer e il possibile colossale rogo per incenerire per sempre quelle scomode salme. Ogni angoscia si concentra su una gelida distesa nei pressi di Magdeburgo, nella DDR, in un precipizio nella Storia senza possibilità di ritorno. A riportare i protagonisti al presente sono le loro pigrizie, i loro pranzi, i loro discorsi spiccioli, le loro difficoltà tra le esigenze quotidiane e i ritmi paludati del sistema comunista.

Sullo sfondo, i segreti e le tensioni sullo scacchiere della Guerra Fredda e i sussulti di crisi dell’Occidente. Si affacciano lievi eco sui Beatles, il Vietnam, i primi passi del giovane Gorbaciov e la vita politica italiana, in un rapido sorvolo sugli Anni Settanta: così vicini a noi e così vicini alla Seconda Guerra Mondiale.

“Klausener Strasse”, a 50 anni dai fatti, è una storia vera e avvincente come un classico romanzo d’azione, basato dall’autore sulla lettura di documenti custoditi a Mosca e recentemente desecretati.

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip