Skin ADV

AMIU cresce e punta a ridurre i costi per i cittadini

L'assessore comunale Matteo Campora, il direttore generale Amiu Tiziana Merlino e il presidente Pietro Pongiglione

Il bilancio di sostenibilità 2019 di Amiu è stato presentato ieri mattina nella sede di via D’Annunzio. L’Azienda Multiservizi e d’Igiene Urbana genovese è uno dei principali operatori italiani del settore ambientale in cui opera da oltre trent’anni.

“Si tratta di un atto estremamente importante che fotografa l’azienda, le attività e le procedure interne e aiuta a capire la direzione che sta percorrendo la nostra società – spiega l’assessore all’Ambiente e al Ciclo dei rifiuti Matteo Campora -. Il dato principale è che in questi tre anni Amiu ha retto e sta guardando a un futuro più roseo rispetto a quando, nel luglio 2017, ci siamo insediati trovando una grave situazione di dissesto. Nonostante le difficoltà, anche dal punto di vista finanziario, con l’aiuto di tutti i dipendenti e del management abbiamo retto e, già da quest’anno, davanti a noi abbiamo l’opportunità di fare investimenti”.

“In questo Bilancio vi sono vari obiettivi legati alla sostenibilità e all’economia circolare - aggiunge Tiziana Merlino, direttore generale di Amiu -. Siamo in un ambito nel quale a livello mondiale vi è una grande attenzione. Questo bilancio è un lavoro trasversale realizzato con un profondo coinvolgimento degli stakeholder comprendente anche raccolta di dati e valutazioni rispetto al futuro. Ha una forte correlazione con il piano industriale di Amiu nell’ambito del nuovo contratto di servizio a quindici anni che vede la nostra azienda punto di riferimento a livello industriale nell’ambito dell’impiantistica e di tutto quello che è il sistema di trattamento dei materiali. Dal 2021 si avvierà quello che sarà il nuovo ambizioso progetto di raccolta differenziata nel Comune di Genova e sugli altri trenta comuni del genovesato. Sul capoluogo prevede l’implementazione di sistemi di raccolta con accesso controllato”.

“Sono obiettivi su cui dobbiamo lavorare tutti insieme come Comune di Genova, Amiu e cittadini perché la crescita passa dai comportamenti di quest’ultimi. Nostro compito – illustra l’assessore Matteo Campora - è mettere i cittadini nella condizione migliore possibile per fare la differenziata. In questo senso saranno fondamentali gli investimenti che faremo nei prossimi anni fornendo infrastrutture di maggiore qualità anche sfruttando la tecnologia, cambiando il sistema dei cassonetti, il sistema di raccolta e inserendo il sistema delle tariffe puntuali che deve essere premiante per chi è virtuoso nel differenziare. Nei prossimi mesi presenteremo un progetto complessivo, a cui stiamo lavorando intensamente, che riguarda anche la riqualificazione di insediamenti e unità territoriali. Ricordo anche che è in corso la costruzione dell’impianto di trattamento meccanico biologico, si sta già preparando la platea e a Scarpino stanno già lavorando”.

“Dedichiamo questo bilancio ai due colleghi Bruno Casagrande e Mirko Vicini, deceduti a seguito del crollo di Ponte Morandi – conclude Pietro Pongiglione, presidente di Amiu -. Li ricorderemo anche con due targhe a perenne memoria. Per noi il personale è un elemento centrale. Faremo tesoro della nostra esperienza per guardare molto nel futuro e crescere sempre di più e meglio. I prossimi investimenti che riguardano impianti e strutture saranno focalizzati anche verso i più semplici luoghi di lavoro per garantire sicurezza e rendere sempre più vivibile la qualità degli ambienti e del lavoro”.

 INTERVISTA AL PRESIDENTE AMIU PIETRO PONGIGLIONE

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip