Skin ADV

Due anni dal crollo del Morandi, le celebrazioni

Il crollo del Morandi

14 agosto 2018 - 14 agosto 2020, due anni da una data indelebile nella storia italiana; un nulla ed un'eternità.

Ricordo da cronista e uomo quei momenti drammatici di due anni fa. Ero appena partito per le vacanze. Pioveva anche in montagna oltre che a Genova e quel ponte lo avevo percorso tre giorni prima. Non ci credevo, non mi pareva possibile.

Il cronista, pochi minuti dopo, ha prevalso sull'uomo. Ho acceso il pc e da remoto, come ho fatto mille volte da inviato e da corrispondente, ho iniziato a raccontare l'incredibile e quello che non avrei mai voluto descrivere.

Lo scempio di 43 vite umane, l'assurdo di una struttura di straordinaria importanza nazionale ed un ponte che ad inizio terzo millennio si sbriciola come un castello di sabbia.

Cose da terzo mondo inconcepibili ma anche inammissibili in una nazione che fa parte del G8.

Poi il miracolo di quelli che su questo sito ho definito più volte “gemelli del ponte”, Toti e Bucci, e di tutta Genova. La ricostruzione in appena un anno. Dall'assurdo ed incredibile dramma all'impresa che resterà forse (purtroppo) unica nella storia del Bel Paese, della ricostruzione in due anni previa demolizione dei vecchi ruderi del Morandi crollato.

Per questo venerdì, vigilia di ferragosto, a due anni da quell'evento che non ho più aggettivi nefasti per definire, si dovrà stare in silenzio, con il cuore lancinato e lacrime agli occhi per quelle vite strappate alla vita, ai familiari, al mondo. Vite derubate della loro vita.

Ci sarà il presidente Conte, ci sarà quella straordinaria donna che è Egle Possetti, portavoce e presidente del comitato “Ricordo vittime di ponte Morandi” e che si batte con il cuore per la giustizia ed il ricordo doverosi.

Alle 9:00 il nostro arcivescovo Marco Tasca celebrerà una messa nella chiesa di San Bartolomeo di Certosa.

Un'ora dopo nella “radura degli alberi realizzata tra via Fillak e via Porro, dove c'erano edifici sotto il ponte ed abbattuti per fare posto al san Giorgio, un incontro (cerimonia privata) con parenti delle vittime.

Alle fatidiche 11:36, allo scoccare dei due anni del disastro, ci sarà un minuto di silenzio e letture di brani sulle vittime di ponte Morandi.

Alle 15:00 sarà presentata una targa con i nomi a palazzo Tursi, sede del Comune.

La giornata della memoria terminerà alle 22 con tra fiaccolate, a piedi e in bicicletta, dai luoghi colpiti dall'evento, Certosa, Sampierdarena e Cornigliano, per arrivare alla piazza dei 43 alberi, uno per ogni ucciso dal crollo e sorta di area della memoria che dovrà restare per sempre.

Dino Frambati

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip