Skin ADV

Si rafforza l’asse Bucci-Rixi: a Tursi il rimpasto scontenta tutti tranne la Lega

Edoardo Rixi e Marco Bucci

In Sala Rossa continuano a serpeggiare i malumori per il rimpasto di giunta fatto dal sindaco Bucci all'indomani delle elezioni regionali.

I nuovi arrivati sono due, Massimo Nicolò e Lorenza Rosso, con deleghe alla Salute e agli Affari legali. Se l’avvocato Rosso è una amica personale di Bucci e quindi non è etichettabile, il professor Nicolò è di Fratelli d'Italia, che così porta a casa un assessore pur perdendo il vice sindaco, che prima era Stefano Balleari (ora approdato in Regione) ed ora è Pietro Piciocchi, eletto in Vince Genova.

Forza Italia dopo il siluramento di Giancarlo Vinacci e il passaggio alla Lega di Francesca Fassio continua a non avere alcun assessore, anche se pare ci sia un accordo con la Lega per rimediare.

La stessa Lista Bucci è rimasta a bocca asciutta, nonostante il buon successo personale della sua capogruppo Marta Brusoni alle scorse regionali.

Cambiamo con Toti, nonostante sia diventato in Liguria il primo partito della coalizione, non è riuscito a far promuovere ad assessore il capogruppo Mario Baroni, che si occuperà di servizi sociali ma solo come consigliere delegato. A nulla è servito pure il litigio della coordinatrice cittadina Lilli Lauro col primo cittadino.

L'unico contento, al netto di malumori interni sempre più striscianti, è il Carroccio, che continua a tenere saldamente in mano le deleghe più pesanti e a breve sostituirà il presidente del Consiglio comunale Alessio Piana, eletto consigliere regionale, con Federico Bertorello, perché così vuole il sindaco in accordo con Edoardo Rixi.

A Tursi insomma soffia il vento dell'antipolitica contro tutti, tranne che contro la Lega. E il legame di Bucci con il partito che lo ha scelto come sindaco si rafforza.

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip