Skin ADV

Lupatelli e Cimaschi, attenti a quei due che nel 2024 faranno grande la Genova dello sport

Enrico Cimaschi e Gian Francesco Lupatelli

Genova si sta preparando per il 2024, quando sarà capitale europea dello sport. Un appuntamento molto importante, non solo per i tanti fondi europei in arrivo che potranno essere utilizzati per ristrutturare gli impianti sportivi cittadini ma, soprattutto, per l’impulso che la kermesse darà all'economia turistica ligure.

Gli artefici principali di questa assegnazione sono senza dubbio gli amici inseparabili Gian Francesco Lupatelli ed Enrico Cimaschi, rispettivamente presidente e delegato per l’Italia del Nord di Aces Europe, la Federazione delle Capitali e delle Città Europee dello Sport che ogni anno assegna il titolo di capitale europea dello sport.

Gli arenzanesi Lupatelli e Cimaschi hanno girato tutta l’Europa per convincere i delegati a votare Genova, e ci sono riusciti, anche grazie alla diplomazia messa in campo da Comune e Regione.

A palazzo Tursi, Stefano Anzalone ha stilato il primo bando da presentare ad Aces, poi il sindaco Bucci gli ha affiancato l’assessore al Bilancio (ora vicesindaco) Pietro Piciocchi; successivamente la delega è andata al consigliere Vittorio Ottonello.

Dal palazzo di piazza De Ferrari l’impegno è arrivato dall’assessore Ilaria Cavo, ora la delega è passata all’assessore Simona Ferro, e dalla vicepresidente Sonia Viale.

Oltre all’amore per lo sport, inteso anche come stile di vita e mezzo per prevenire malesseri, Lupatelli e Cimaschi condividono anche la passione per il mare: è facile incontrali alla Marina Grande della Pineta di Arenzano.

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip