Skin ADV

Gruppo PD abbandona il Consiglio comunale: “Bucci ha affossato i municipi”

“È ormai chiaro che il centrodestra pensa di bastare a se stesso e all’intera Genova, infischiandosene delle osservazioni dei municipi, delle tante realtà associative di tutta la città, degli amministratori locali e delle categorie economiche.

Di fronte a questa arroganza amministrativa, questo pomeriggio il PD ha deciso di abbandonare la Sala Rossa, insieme alle altre forze di minoranza.

Pochi minuti prima la maggioranza aveva approvato, senza neppure tutti i voti del centrodestra, una riforma dello Statuto comunale che di fatto annulla il ruolo istituzionale e limita moltissimo le risorse a disposizione dei Municipi.

Il PD, compattamente insieme al resto dell’opposizione, ha espresso voto contrario e si è battuto in ogni modo in aula e fuori dal Palazzo per impedire questo scempio. Poco prima dell’inizio della seduta del Consiglio comunale, infatti, in molti sono intervenuti al presidio davanti a Palazzo Tursi per dire no alla delibera accentratrice di Bucci.

Ma la destra ha voluto andare avanti. Da sola, incurante di ogni osservazione. Così come avvenuto martedì scorso con l’approvazione della variante urbanistica a San Benigno per permettere l’apertura di un nuovo supermercato.

Bucci e la sua giunta vogliono decidere da soli. Chi si oppone non ha diritto di parola nella sua Genova meravigliosa”. E’ quanto si legge in un comunicato del PD in Consiglio comunale a Genova.

Alessandro Terrile, capogruppo PD a Tursi

Cristina Lodi (a sinistra), ex capogruppo PD a Tursi

 

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip