Skin ADV

Consiglio comunale sui depositi costieri a porte chiuse, PD Genova: “Bucci si chiude nel fortino”

Alessandro Terrile, capogruppo PD a palazzo Tursi, e il sindaco Marco Bucci

“Martedì prossimo 18 gennaio, su richiesta dei gruppi consiliari di minoranza, si terrà il Consiglio comunale straordinario sul trasferimento dei depositi costieri. Sarà la prima occasione di dibattito su una scelta assunta dal sindaco-commissario in completa solitudine, senza mai coinvolgere né informare il Consiglio comunale né i Consigli di municipio interessati. E avverrà a porte chiuse”. E’ quanto si legge in una nota Gruppo PD Comune di Genova.

“La maggioranza di centrodestra - prosegue la nota - ha deciso che per ragioni sanitarie dalla settimana prossima il pubblico non potrà più assistere alle sedute del Consiglio comunale. Porte chiuse per i cittadini, che con green pass rafforzato e mascherine FFP2 possono comunque andare a teatro, al cinema, nelle palestre e nei palazzetti dello sport, ma non potranno assistere ai lavori del Consiglio comunale”.

“Chiediamo al sindaco di spiegare pubblicamente se esistono ragioni per rafforzare nella nostra città le vigenti misure nazionali anti contagio, e nel caso di assumere i provvedimenti adeguati per regolamentare l’accesso del pubblico in ogni altro luogo al chiuso. Siamo certi che non avremo risposte, perché la pandemia non c’entra. C’entra il timore del dissenso dei cittadini di Sampierdarena. C’entra l’arroganza di chi pretende di assumere decisioni in solitudine senza confrontarsi con chi ne subisce le conseguenze. Può rinchiudersi nel fortino, ma il centrodestra non si salverà dal legittimo dissenso per una scelta sbagliata per la città e per il porto”, conclude il Gruppo PD Genova.

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip