Skin ADV

A Genova è possibile tumulare gli animali d’affezione nella tomba del padrone, l’assessore Brusoni: “Atto di civiltà”

Un signore con il suo cane e l'assessore comunale Marta Brusoni

A Genova è possibile tumulare le ceneri degli animali d’affezione nella tomba del proprio padrone. A deciderlo è stata la Giunta comunale che, a dicembre, ha approvato la delibera che stabilisce le linee di indirizzo della ricezione della legge regionale n. 15/2020. 

“Riteniamo che consentire la sepoltura di esseri umani e animali di affezione insieme sia un grandissimo atto di civiltà – dice l’assessore ai Servizi civici Marta Brusoni – perché riconosce che quel legame tra una persona e il suo animale può andare oltre ciò che vediamo. Un animale d’affezione è un compagno di vita a tutti gli effetti, quindi perché non consentirne la tumulazione insieme al padrone?”. 

 

Come funziona

La tumulazione degli animali di affezione nella tomba o nel loculo del padrone defunto o nella tomba di famiglia viene autorizzata se l’animale è appartenuto al concessionario defunto o ad una delle persone defunte indicate dal concessionario quali aventi diritto alla sepoltura, oppure, nei casi in cui il concessionario non si sia avvalso di tale facoltà, qualora l’animale da compagnia sia appartenuto ad una delle persone defunte aventi diritto alla sepoltura.

Le tariffe di tumulazione supplementare per le ceneri di animali da compagnia o di affezione sono le stesse che si applicano nel caso di tumulazione supplementare delle ceneri di persona.

Non è ammessa in ogni caso la tumulazione di ceneri di animali di affezione appartenenti a persone viventi.

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip