Skin ADV

Funivia Stazione Marittima-Forte Begato, Piciocchi risponde ai no: “Polemiche per terrorizzare le persone”

La funivia sul Lagaccio e l'assessore Pietro Piciocchi

L’assessore al Bilancio del Comune di Genova, Pietro Piciocchi, rieletto nella lista del sindaco Bucci, è intervenuto su Facebook a difesa della funivia Stazione Marittima-Forte Begato. L’impianto, il cui bando per la costruzione è stato vinto da due aziende, Doppelmayr Italia e Collini, ha fatto nascere forti contrarietà all’interno del Lagaccio: sul quartiere passerà la funivia e saranno realizzati il pilone di sostegno e una stazione intermedia.

“In questo ultimo periodo - scrive l’assessore su Facebook - sono stato molto silenzioso, perché pieno di lavoro e anche molto assorbito da questioni familiari. Ora ho deciso di tornare a raccontare più frequentemente quanto viene fatto in Comune, beninteso non per smanie di autocelebrazione (perché io, senza i miei collaboratori, sarei meno di zero), ma perché è giusto raccontare come la nostra Città sia in movimento su tanti fronti, con tanta bella energia e generosità profusa da parte di molte persone che le vogliono bene e si danno da fare per assicurarne un futuro di prosperità”.

“Questa sera - prosegue Piciocchi - riparto dalla recente notizia, che mi rende molto orgoglioso, e che attiene all'aggiudicazione dell'appalto per la costruzione della funivia tra la Stazione Marittima e Forte Begato. Quest'estate ho visitato due città molto interessanti, Dubrovnik e Sarajevo: ho potuto apprezzare una bellissima funivia nella prima ed un'imponente cabinovia nella seconda che dal centro cittadino conducono fino alle vette circostanti. Impianti frequentatissimi ed apprezzatissimi da residenti e turisti che conducono a luoghi che, con tutto il rispetto, sono belli ma decisamente inferiori ai nostri forti. Ad Atene e Barcellona, anni addietro, ho visto la stessa cosa”.

“Qui invece - aggiunge - assistiamo in queste ore a polemiche dove si usano argomenti "emotivi" (per usare un eufemismo) solo al fine di terrorizzare le persone, dimostrando, evidentemente, di non averne grande considerazione: si parla - non si comprende con quale cognizione di causa - di struttura "pericolosa", "inquinante", di "devastazione ambientale", e via discorrendo, con tanta fantasia e tutto il consueto armamentario di negatività e pessimismo. Abbiamo selezionato aziende leaders a livello mondiale per realizzare questa infrastruttura nella quale io invece credo moltissimo per la valorizzazione del sistema dei forti e del quartiere del Lagaccio”.

“Capita anche di assistere a situazioni surreali, come quelle di chi, quando ha governato la Città per vari decenni, non ha speso il becco di un quattrino per la riqualificazione dei forti e adesso ci accusa di destinare "solo" 30 milioni di euro per il restauro degli stessi perché il resto è impegnato per la funivia (tra l'altro ci sono tutti gli spazi per ottenere ulteriori risorse a cui sto già lavorando). Polemiche a parte - ben vengano le critiche quando sono costruttive e non si risolvono sempre nei no - abbiamo di fronte una bellissima sfida e io ho la certezza che la stragrande maggioranza dei nostri concittadini e degli abitanti delle zone interessate saranno davvero molto entusiasti di quest'opera che porta alla Città qualità, altissimo livello tecnologico, reputazione e bellezza”, conclude l’assessore.

 

 

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip