Skin ADV

Borsino della politica

Ubaldo Santi nella buvette di Tursi ammazza il tempo bevendo Coca Cola

Secondo Genova3000.

 


GIOVANNI TOTI
Questa settimana ha tenuto banco la dura polemica sui social tra il governatore e il giornalista Marco Preve. Al cronista di Repubblica-Genova non è piaciuta la legge regionale che impedisce ai gestori di strutture ricettive di accedere ai fondi pubblici stanziati da Regione Liguria per riqualificare l’offerta turistica, se hanno già sovvenzioni dallo Stato perché danno ospitalità ai migranti. 
“Arriverà un giorno in cui portare il cognome Toti provocherà vergogna. Io quel giorno non lo vedrò e non lo vedrà neppure il maggiordomo della Lega, però il solo fatto di saperlo, oggi, mi fa stare un po' meglio”, ha scritto Preve su Facebook.
“Si può essere d’accordo o meno sui nostri provvedimenti, ma un giornalista che pensa e scrive questo potrà mai raccontare la verità ai lettori, come correttezza vorrebbe? Io non credo, e infatti in tanti anni non lo ha mai fatto. A me sembra una vergogna che un giornalista coltivi questo odio che va oltre il sacrosanto diritto di criticare una legge. Vabbè, mi pare che i liguri una opinione se la siano fatta, nonostante Preve. Credo gli convenga trasferirsi in Corea del Nord...”, è stata la risposta di Toti. Un caso che solo Antonio Razzi può risolvere. 

UBALDO SANTI
A seguito del suo esposto per le presunte pressioni ricevute per votare in Consiglio comunale a favore della vendita delle farmacie comunali, la Procura di Genova avrebbe aperto un fascicolo a carico di ignoti per turbativa d’asta. A sostegno della sua tesi, il consigliere di Fratelli d’Italia aveva allegato messaggi WhatsApp di colleghi di partito. I “fratelli” non l’hanno presa tanto bene, ma l’indomabile Santi tira avanti con le sue idee, non vuole “bere” quello che gli viene offerto nella Sala Rossa. Mentre nella buvette di Tursi ammazza il tempo bevendo Coca Cola.

NICOLA SOLIMENA
Il figlio del noto notaio Federico (Riki) Solimena ha appena incassato un incarico importante: è stato nominato dal sindaco Bucci consigliere del CdA di Aster, azienda interamente partecipata dal Comune di Genova che si occupa della manutenzione delle strade e del verde della città. Con questa nomina Solimena junior, che è anche consigliere di Forza Italia nel Municipio Medio Levante, ha superato la sorella Federica che è “solo” nel CdA di Spim, anche questa società è partecipata dal Comune di Genova. Per Cristina Lodi però Nicola deve decidere cosa mollare, visto che per la capogruppo PD le due cariche sono incompatibili.

CARLO BAGNASCO
Hanno sorpreso le foto del sindaco di Rapallo intento in piena notte ad affiggere manifesti elettorali per le imminenti amministrative del comune ruentino. A stupire non è stato tanto il suo improvvisato ruolo d’attacchino, con tanto di secchio di colla e pennello professionale, quanto vederlo alla guida del mezzo che ha deciso di utilizzare per spostarsi agevolmente senza dare nell’occhio: una spartana Ape. A bordo con sé aveva un navigatore d’eccezione, il mitico Vittorio Lai, padre dell’attuale assessore al Turismo.

FRANCESCO MARESCA 
Il consigliere delegato al porto del Comune di Genova, oltre a svolgere il suo impegnativo lavoro a Palazzo Tursi, continua a dedicarsi allo studio. Agli amici ha confidato che sta facendo un master multidisciplinare all’università Pegaso in sviluppo delle infrastrutture e trasporti insieme al suo collega e capogruppo in Consiglio comunale Stefano Costa. Come ha già scritto Genova3000, Maresca e Costa ormai fanno tutto insieme, come una coppia. Per molti sarà il duetto del futuro.

 

 

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip