La candidatura di Puggioni sorprende FI

Chi ha assistito allo “Zena Fest” di domenica scorsa in Piazza della Vittoria e ha visto

le pacche di Matteo Salvini e Edoardo Rixi date sulle spalle di Giovanni Toti, e ha sentito le loro congratulazioni al governatore per come ha gestito l’emergenza del Morandi, stenta a credere alla “silenziosa” decisione della Lega di spaccare il modello Toti, presentandosi da sola alle comunali di Rapallo del prossimo anno.
La candidatura a sindaco del comune ruentino del consigliere regionale Alessandro Puggioni (69 preferenze alle amministrative del 2014, ma allora non era la Lega del 33% di oggi e non esisteva ancora il modello Toti) ha sorpreso tutti, soprattutto l’attuale primo cittadino, Carlo Bagnasco, e i coordinatori di Forza Italia, maggiore alleato della Lega nella coalizione di centrodestra.
“Non sapevo nulla. Alle elezioni manca ancora molto, c’è il tempo per un ripensamento. L'amministrazione di Rapallo gode di ottima salute ed è concentrata sugli ultimi obiettivi da raggiungere per completare gli impegni assunti in campagna elettorale”, ha detto l’onorevole Roberto Bagnasco, coordinatore metropolitano di Forza Italia.

ultimi articoli