Skin ADV

“Vie delle Americhe Summit”, a Chiavari si parla di economia

La prima edizione dell’Economic Forum Giannini, dedicata al più grande banchiere del mondo, fondatore della Bank of America, ha avviato un confronto costruttivo tra istituzioni, economisti, aziende, associazioni ed esperti per guardare tutti insieme a nuovi orizzonti e nuove prospettive, al futuro. 

Questo spirito era presente anche nell’esperienza migratoria di tante famiglie del levante ligure che, tra la fine del Settecento e i primi decenni del Novecento, alimentarono un significativo esodo verso le Americhe. L’emigrazione ligure ha le sue radici più profonde a Chiavari, in Val Fontanabuona, in Val Graveglia e in tutto l’entroterra del Tigullio e ad essa è dedicato l’evento “Vie delle Americhe Summit”, promosso dal Comune di Chiavari in collaborazione con Promotur, in programma venerdì 25 febbraio 2022 alle ore 14.30 presso l’Auditorium San Francesco. L’iniziativa si inserisce all’interno del percorso avviato dall’Economic Forum Giannini 2021, diventando così una preview dell’edizione 2022.

Diversi i temi che verranno affrontati: dall’analisi del contributo apportato dai discendenti degli emigranti all’economia e allo sviluppo delle città che gli ospitarono, alla necessità di conservarne la memoria collettiva e tramandarne le testimonianze.

Si parlerà anche di promozione culturale, turistica ed economica del Tigullio e dell’entroterra, con uno sguardo internazionale alle iniziative da realizzare oltreoceano, valorizzando il brand Liguria grazie anche agli ambasciatori liguri.

Le "Vie delle Americhe Summit” si propone anche di avviare un confronto con il bacino potenziale del cosiddetto turismo “di ritorno” o “delle origini”, ovvero quello generato dagli italiani residenti all’estero o dai loro discendenti. Il dibattito e confronto, su questi e altri temi, avverrà in presenza e online con la partecipazione di istituzioni, sindaci, università, storici, economisti, esperti, scrittori, diplomatici e associazioni. 

“The american dream e il self made man. Intere famiglie fuggirono dalla povertà e dalle condizioni precarie con un sogno in tasca verso una terra lontana, promessa, trovandosi ai piedi della statua della Libertà pronti a rimettersi in piedi e creare un nuovo modello di società – spiega l’assessore alla promozione della città, Gianluca Ratto - Furono milioni gli italiani che presero le vie delle Americhe, grandi lavoratori che si integrarono rapidamente con le nuove comunità, ottenendo in molti casi eccellenti risultati e soddisfazioni – aggiunge Ratto - Nel Summit parleremo proprio di questa storia e di quanto tuttora esista una forte connessione tra noi e le Americhe che merita di essere analizzata, raccontata e rilanciata in modo che si possa costruire un ponte virtuale tra Chiavari, e più in generale tra la Liguria, e quello che è stato definito il Nuovo Mondo. Il tema dell’emigrazione, di grandissima attualità, rilanciato di recente a Sanremo da Massimo Ranieri con la sua canzone ‘Lettera al di là del Mare’, resterà il focus dell’intero evento. Saranno molte le curiosità che sveleremo sui legami tra noi e l’oltreoceano, che sono convinto verranno particolarmente apprezzate, tenendo conto che Chiavari, oltre ad essere una città risorgimentale, fu anche la sede di 11 consolati tra cui Stati Uniti, Perù e Argentina – conclude l’assessore – Lanceremo in questa occasione la seconda edizione dell’Economic Forum Giannini e in collaborazione con Promotur anche la ‘Festa del Perù’ che dedichiamo a tutti i nostri emigrati”. 

 

Interventi di apertura di:

Silvia Stanig, vicesindaco F.F. di sindaco, assessore alla Cultura del Comune di Chiavari

Gianluca Ratto, assessore alla Promozione della Città del Comune di Chiavari

Marco Bucci, sindaco Città Metropolitana di Genova

Andrea Benveduti, assessore Emigrazione di Regione Liguria

Ilaria Cavo, assessore alla Cultura di Regione Liguria

Giampaolo Roggero, presidente Promotur Chiavari

 

 

Relatori:

Fabio Capocaccia, presidente CISEI-Centro Internazionale Studi Emigrazione Italiana, vicepresidente Museo Emigrazione Italiana

Mario Menini, presidente Associazione Liguri nel Mondo

Suor Ana Rosa Sivori con Cristina Cogorno

Cugina di Jorge Mario Bergoglio, Papa Francesco

Intervento di don Giuseppe Culoma, direttore Ufficio Pastorale Migrantes Diocesi Chiavari

Roberto Speciale, presidente Fondazione Casa America

Anna Maria Saiano, agente Consolare Stati Uniti d’America a Genova

Pierangelo Campodonico, direttore MU.MA Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni

Cristina Bolla, presidente Centro Studi Amadeo Peter Giannini, presidente Genova Liguria Film Commission

Claudia Vaccarezza, docente di materie scientifiche, curatrice de “Il diario di Andrea Gagliardo tra la Merica e la Fontanabuona (1888-1899) (Oltre Edizioni)          

William J. Connell, professore di Storia e Cattedra di Italianistica La Motta, Dipartimento di Storia, autore Storia degli Italo-Americani

 

E le testimonianze di:

 

Alberto Cappato, direttore Innovazione Sviluppo e Sostenibilità - Porto Antico di Genova    

Vivian Cardia, associazione Liguri nel Mondo New York

Joe Gardella, associazione Liguri nel Mondo San Francisco, California 

Luigi Passano e Paolo Passano, ristoratori a Lavagna e a Guayaquil, Ecuador

Franca Cuneo con il papà Franco Cuneo, originari di Gattorna, Moconesi, val Fontanabuona, titolare dell’omonimo ristorante del porto Amburgo frequentato dall’amico scrittore Luis Sepulvèda che vi ambientò il suo libro più famoso: “La Gabbianella e il gatto che gli insegnò a volare”

 

E con:

I murales artistici originali realizzati dall’artista Gian Marco Crovetto esposti dalla Città di Genova e dalla Porto Antico Spa all’interno del Porto di San Francisco ospitati all’Auditorium San Francesco nel corso del convegno, in collaborazione con la Galleria San Lorenzo al Ducale di Genova

Alessandro Sauda, presidente Consorzio Portofino Coast

Francesco Andreoli, presidente Consorzio Liguria Together

 

 

Invitati i sindaci della Val Fontanabuona, Lumarzo, Neirone, Cicagna, Moconesi, Lorsica, Orero, San Colombano Certenoli, Favale di Malvaro, Tribogna, Uscio, Avegno, Coreglia Ligure, Carasco, Cogorno.

E i sindaci di Chiavari, Santa Margherita Ligure, Rapallo, Zoagli, Sestri Levante, Moneglia, Ne, Rezzoaglio, Santo Stefano D’Aveto, Mezzanego, Borzonasca. 

È obbligatorio il Green Pass rafforzato.

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip