Skin ADV

La correttezza di Vittorio Malacalza

Vittorio Malacalza

Gilda Ferrari sul "Secolo XIX" ha dedicato mezza pagina a Vittorio Malacalza anche per annunciare al colto e all'inclita,

per correttezza si è dimesso da presidente del Park Tennis. La cronista ha aggiunto che il gesto gli è costato "un filo di amarezza, essendo Vittorio un socio storico e molto affezionato al Park (fu consigliere nel 1975 e poi più nessun incarico sino alla presidenza). Questione di rispetto delle regole, certo, ma anche di correttezza e trasparenza personale".

E' successo che Vittorio Malacalza, quando aveva accettato la presidenza una decina di giorni fa, non sapeva che il Park avesse una linea di credito aperta con l'istituto di credito da lui partecipato, la Carige. Appena l'ha scoperto ha presentato le sue dimissioni.

Il "Secolo XIX" l'ha elogiato pubblicamente, ma al Park c'è anche chi ha commentato che l'uomo più ricco di Genova aveva la possibilità di rimanere alla guida del circolo. Sarebbe bastato estinguere il debito con la banca. Il gesto sarebbe stato gradito dai soci e per lui, visto quello che ha guadagnato solo con la Pirelli, sarebbe stato un sacrificio di poco conto, noccioline.

Diciamo quindi che Vittorio Malacalza ha perso una grande occasione per dimostrare di essere anche un mecenate. Non solo un imprenditore che pensa al business.

Elio Domeniconi

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Levante

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip