Skin ADV

Belsito votera' Bruzzone

Francesco Belsito

Francesco Belsito, l'ex tesoriere della Lega finito nei guai, non rilascia interviste.

I suoi avvocati gliel'hanno tassativamente proibito. Fa eccezione per Genova3000.it in virtù di un'antica amicizia, nata all'insegna di Alfredo Biondi.

"Di Alfredo ho ricordi stupendi – racconta Belsito. Quando a Genova tutti l'avevano dimenticato ed era stato costretto a presentarsi in Lombardia, ero stato io ad accompagnarlo in tutta la campagna elettorale, che si era chiusa in maniera trionfale".

-Sei sempre in contatto?
"E' venuto a trovarmi qui al Bar Balilla, abbiamo parlato per un'ora e mezza. Mi è stato di grande conforto".

-Pensavo che tu lo inserissi nel collegio di difesa...
"Ma allora il processo avrebbe preso una piega troppo politica. Ho preferito evitarlo".

-A proposito di processo, il nuovo segretario Matteo Salvini ha ritirato la costituzione di parte civile...
"Come si dice a Genova: avrà avuto la sua convenienza. Non gliel'ho chiesto certo io".

-Cosa verrà fuori dal processo?
"Spero che si scopra chi aveva passato al "Secolo XIX" quelle carte sugli investimenti in diamanti, che sono state l'inizio di tutti i guai, non solo per me ma anche per Umberto Bossi"

-Eri entrato nel suo Cerchio magico...
"E il bersaglio di quella guerra intestina della Lega era lui, io ho solo fatto da capro espiatorio".

-Ma ti sei fatto un'idea di chi può aver passato quelle carte al "Secolo XIX"?
"Per me tutto è partito da Milano e non da Genova. A Milano c'era la guerra tra Bossi e Roberto Maroni. Spero che al processo vengano fuori i retroscena".

-Il 31 maggio voterai per la Lega?
"Ti giuro che non ho ancora deciso. Prima voglio leggere i programmi. Voterò per il programma che mi ispira di più".

-E se deciderai di votare per la Lega, a chi darai la preferenza?
"Sicuramente a Francesco Bruzzone".

-Era stato lui a introdurti nella Lega...
"E io gli sono sempre rimasto amico".

-Avevano già deciso di farlo fuori, dicendo che la base chiedeva il rinnovamento...
"Ma si alternano i personaggi di secondo piano. Se uno porta voti bisogna tenerselo stretto".

-E il cacciatore Bruzzone i voti dei cacciatori li piglierà sempre...
"Eppoi vedendo le liste non mi sembra che si possa parlare di rinnovamento".

-Salvini aveva annunciato di puntare su Edoardo Rixi, poi l'ha sacrificato sull'altare di Berlusconi...
"In politica si fa questo e altro...".

-Rixi aveva minacciato fuoco e fiamme, ma poi...
"Se hanno individuato uno più bravo, in grado di far vincere la coalizione, ha fatto bene a fare un passo indietro".

-Nonostante quello che aveva detto di Giovanni Toti e di Forza Italia?
"In politica se ne dicono tante...".

-Ma tu come giudicavi la candidatura di Rixi?
"Preferisco non parlarne".

-E perché?
"Perché Edoardo è stato la mia più grande delusione sul piano umano".

-Cosa ti ha fatto?
"Sono stato io a far molto per lui, perché alla fine collaboravo con lui. Credo di aver fatto molto per Edoardo. Avevo sicuramente contribuito a farlo entrare in consiglio regionale e poi a farlo nominare capogruppo".

-Aveva preso la metà dei voti di Bruzzone...
"Io penso che gli amici non si debbano mai rinnegare. Invece lui l'ha fatto. Preferisco stendere un velo pietoso".

-Come vedi Sonia Viale come segretario regionale?
"Io penso che il segretario debba essere espressione del territorio. E la Viale, se non sbaglio, abita a Bordighera...".

intervista di Elio Domeniconi

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Levante

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip

The Ocean Race