Skin ADV

Toti missione compiuta, e ora?

Giovanni Toti

In Forza Italia tutti riconoscono a Giovanni Toti il grande merito di aver riportato la Liguria nel centrodestra

dopo dieci anni di burlandismo. C'è riuscito grazie al suo prestigio personale e all'abilità con la quale è riuscito a riallacciare i rapporti con gli alleati e in particolare con la Lega. Ma dà l'impressione che a questo punto la sua missione in Liguria sia finita. Almeno questa è l'impressione che se ne ricava.

Ieri sul Corriere della sera si è meritato mezza pagina ma l'intervista di Tommaso Labate aveva per tema il dopo Berlusconi, non certo i problemi Liguria. E ha annunciato: "Se Renzi accettasse di ridiscutere alcuni punti della riforma della Costituzione e della legge elettorale, che per noi sono collegate, noi siamo pronti a rimetterci al tavolo con lui". Cioè ha parlato da vice-Berlusconi.

E da Ameglia Paolo Asti ha raccontato sul Corriere della Liguria e del Piemonte: "che Toti ha detto ai giovani: noi dobbiamo costruire qualcosa di nuovo, che non resti fanalino di coda dell'Europa, un fanalino che in questi dieci anni non ha saputo produrre un solo elemento di sviluppo in grado di farla crescere e sentire in Europa".
E Asti ha poi spiegato: "Ma Toti più che da Governatore, ieri ha parlato da uomo che guarda alle strategie da mettere in atto per cominciare un percorso in grado di riportare il centro destra alla guida dell'Italia".

Dal suo punto di vista Giovanni Toti ha perfettamente ragione. E' il numero 2 del partito. Era un europarlamentare. E' sceso in campo in Liguria solo perché gliel'ha chiesto Berlusconi. Ma per lui la Liguria era solo la  meta (romantica) del weekend con la moglie e collega Siria Magri.

E a questo punto in Forza Italia ci si chiede: ma allora chi governerà la Liguria? La risposta è scontata: la Lega.

Elio Domeniconi

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Levante

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip

The Ocean Race