Skin ADV

Aumentano i turisti a Genova

Una piacevole scoperta di questi primi giorni di giugno riguarda senza dubbio il massiccio afflusso di turisti,

la maggior parte stranieri, che girano per la Superba. Si contano a centinaia, in ogni angolo del centro e del centro storico, tutti con il naso all’insù per ammirare le bellezze architettoniche di una città che dovrebbe puntare di più su questo comparto. Invece alcuni angoli dei caruggi sono sporchi e trascurati, i muri e le saracinesche imbrattate, tanti negozi sono chiusi nei giorni festivi. Ma tant’è, nonostante questa tiepida accoglienza riservata ai turisti, sono numerosi, riuniti in comitive guidate da una persona che nella lingua madre narra la magnificenza del capoluogo ligure. L’età media di questi gruppi oscilla attorno ai 50 anni, si muovono sempre uniti, in blocchi di trenta persone circa. Il tragitto parte dall’area dell’Expò e in un giorno intero di marcia serrata si ammira senza problemi i palazzi storici di via Balbi, i trogoli di Santa Brigida, e poi via per piazza De Ferrari, la casa di Colombo, una nuova puntata al centro storico e quindi tutti in hotel a riposare.

La maggioranza sono turisti in arrivo con le flotte della Msc, che in questi giorni hanno riempito il porto di Genova. Turisti statunitensi che, se un tempo si solevano fermare nei negozi per fare qualche compera - ricordo, ora, a parte il classico giro all’Acquario, non sborsano più un dollaro, come lamentano gli stessi esercenti genovesi.

E proprio in questi giorni è arrivata la notizia che la Msc potrebbe ridurre drasticamente il numero di navi in arrivo sulle banchine genovesi. Sarebbe davvero l’ennesimo schiaffo a questa città, in crisi di identità da anni e alla ricerca della sua esatta collocazione nella mappa della geografia economica del nord Italia.

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip