Skin ADV

Tribuna sportiva - Samp, si spera dopo il ‘bagno turco’

Vittorio Sirianni e Dejan Stankovic

I blucerchiati sono tornati dal ‘bagno turco’. Si spera che abbiano fatto qualche buon miglioramento. A sentire il sempre ottimista Stankovic, le cose dovrebbero andare meglio, almeno dal punto di vista tecnico. L’allenatore ha detto che ha visto buone cose, senso di responsabilità nei giocatori, possibilità quindi di riprendere il campionato con spinte anche psicologiche interessanti.

Certo rimane la situazione generale complicatissima. Mercato, debiti, cessioni. Temi di grande attualità e legati a rapide e necessarie soluzioni. Circa i cosiddetti acquirenti, sembra si continui a recitare una specie di ‘telenovela’ con puntate ogni volta diverse e piene, ognuna, di imprevisti.

Esiste una girandola di nomi, i cosiddetti mediatori, che si alternano con le loro proposte che non approdano a nulla, e che sembrano quasi trucchetti per prendere in giro coloro che al contrario stanno cercando, con infinito amore e competenza, di salvare questa società caduta improvvisamente così in basso.

Ormai scomparso da tempo lo sceicco Al Thani, ma chi sono i vari Vidal, i vari Barnaba, chi è la Merlyn Advisor, chi è il Metin Sporting? Chi sono questi figuri? E cosa sta facendo Ferrero?

Il 5 gennaio dovrebbe pronunciarsi l’assemblea straordinaria degli azionisti. Il Cda (cioè i quattro, possiamo ben definirli ‘magnifici’, per quanto stanno facendo) attende di sapere come muoversi e vivendo un momento indescrivibile di ansia, per il destino della loro società.

E poi v’è il mercato che, per l’esistenza di queste situazioni, dovrà essere particolarmente contenuto.

I soldi mancano: “sul ponte sventola bandiera bianca”, si direbbe come i vecchi sconfitti. Si dovrà cedere e, ovviamente, anche migliori, da Colley a Berenziski, forse Caputo e Ferrari. Per acquistare, naturalmente in prestito, alcuni si spera bravi ragazzi. Ma è certo che potranno dare quella scorsa tecnica che finora era mancata? I vari Meitè, Zanoli e Lammers saranno in grado di soddisfare Stankovic? E lo stesso Dragovic, che il tecnico vuole ad ogni costo, potrà da solo costituire l’elemento chiave di una possibile risposta?

Insomma, sono tutti interrogativi che fanno passare le pene dell’inferno ai ‘magnifici quattro’.

E creano amarezza ed anche rassegnazione in quel meraviglioso patrimonio umano che sono i tifosi. Anche loro, vera espressione di appartenenza alla Samp, meriterebbero ben altra presa di coscienza da parte di tutti i responsabili di questa incredibile storia genovese.

Vittorio Sirianni

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Levante

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip

The Ocean Race