Luigi Maio a Londra

Dopo aver catturato le platee della Scala di Milano, del Carlo Felice di Genova e del Petruzzelli di Bari,

l’istrionico e poliedrico Luigi Maio torna alla volta di Londra con un altro cavallo di battaglia: la sua versione comica del Don Giovanni mozartiano, nata sulla scia delle parodie settecentesche che l’attore e librettista Emanuel Schikaneder realizzava per divertire l’amico Amadeus.
Già applaudito ospite dell’Istituto Italiano di Cultura con Un Piccolo Flauto Magico e con L’Histoire du Soldat, nonché all’Ambasciata Italiana di Londra quale massimo interprete dell’Inferno dantesco, Luigi Maio approderà nuovamente nel Regno Unito – in rappresentanza della Cultura Italiana e di Genova, città inglese d’Italia – per indossare i duplici panni di due immortali libertini. E, com’è nel suo stile, il Musicattore sottoporrà al pubblico inglese alcuni ironici dilemmi: «che differenza c’è tra Don Giovanni e Casanova? Perché la Dea Venere è così in collera con quest’ultimo? E, soprattutto, Don Giovanni è stato davvero il grande amatore che tutti crediamo?»
Non apparirà il «Burlatore di Siviglia» a inizio rappresentazione della Camera Magica di Don Giovanni, «opera buffa da camera giocosa» in cui Luigi Maio, affiancato dall’attrice Noemi Esposito e accompagnato dal pianista Enrico Grillotti, mette alla berlina il mito del seduttore: il pubblico, accorso a teatro per assistere al Don Giovanni mozartiano, avrà in realtà l’onore di conoscere un anziano e bizzoso Giacomo Casanova, il quale, condannato dalla Dea Venere a invecchiare in eterno per il suo comportamento sconveniente con il gentil sesso, salirà sul palco interrompendo la rappresentazione. L’immortale libertino non esiterà a manomettere testo e musica del Don Giovanni di Mozart e Da Ponte esibendosi in esilaranti variazioni canore e teatral-cameristiche, con l’accidentale assistenza di una stupefatta ed affascinante mascherina di sala... sarà forse lei la ragazza capace di annullare l’Antico Maleficio?
Il lieto fine di questa divertentissima parodia è garantito: ce lo assicura il Musicattore Luigi Maio, Premio della Critica Teatrale, rappresentante italiano della Fondazione Igor Stravinsky di Ginevra e Testimonial UNICEF al servizio del pubblico di tutte le età!

La camera magica di Don Giovanni
Parodia mozartiana per grandi e piccini scritta e musicata dal Musicattore® Luigi Maio
Domenica 19 Novembre 2017 – Istituto Italiano di Cultura di Londra (h.15,00)
Luigi Maio - Regia e Musicattore
Noemi Esposito - Attrice
Enrico Grillotti - Pianista

Luigi Maio nella versione comica del Don Giovanni

 

ultimi articoli