Skin ADV

Un Tango per Violetta

Giovedì 19 giugno alle ore 19.00 al Teatro Carlo Felice andrà in scena “Un Tango per Violetta”

una nuova creazione di danza contemporanea e teatro-danza che si inserisce all’interno delle dinamiche vive del Teatro associando un vasto repertorio di musiche di Tango a “La Traviata” di G. Verdi, a cui fa riferimento anche nelle linee guida della trama.

“Un Tango per Violetta” dà vita ad uno spazio che trascende ogni connotazione specifica trasformandosi in un luogo dell’anima, con richiami alla Parigi de “La Traviata” da un lato e all’Argentina del 1900, dove il tango è nato, dall’altro.

Tra riferimenti metatestuali e linguaggio emotivo universale la rappresentazione si configura come la trasposizione di una sorta di milonga ma con una coreografia di danza contemporanea, lasciando lo spazio sulla scena sia a parti intime che corali.

Lo spettatore si trova ad osservare con curiosità un luogo che vive di una dimensione sovratemporale, è una milonga con memoria; pur essendo infatti lo spettacolo idealmente ambientato in un luogo di lusso in Argentina, tra borghesi e gerarchi, la danza e la musica stessa esprimono concetti che conservano la memoria di Parigi e dell’amore impossibile tra Marguerite e Armand, tra Violetta e Alfredo. Il rapporto con la danza si definisce per analogia: come nella Parigi del 1800 la musica passionale era il valzer ora lo è il tango.

Un lavoro forte sui testi, sviscerati fino a lasciare una drammaturgia di ampio respiro, che, pur seguendo coerentemente il fil rouge di una trama sulla falsariga di Dumas e Verdi, lascia intravedere stralci di Storia, dalle madri di Plaça de Mayo, che appaiono in scena evocando la ricerca di qualcosa, alle mani alzate dei ballerini che si proteggono da una qualche minaccia – ricordiamo che dopo il colpo di stato che fece cadere Peròn il regime si spese per far chiudere le milonghe –.

DEOS - Danse Ensemble Opera Studio, il nuovo progetto danza della Fondazione Teatro Carlo Felice, è stato concepito dalla Direzione Artistica del Teatro e dal coreografo Giovanni Di Cicco che ha selezionato i danzatori dell'Ensemble provenienti da diversi background.

Il percorso artistico si fonda sull’eterogeneità degli interpreti associata alla linea poetica del coreografo.

DEOS nella Stagione 2013-2014, lavora costantemente all’interno della Fondazione Teatro Carlo Felice nelle Opere Liriche in cartellone, nella stagione di balletto con “Pulcinella” e “Un Tango per Violetta”, nella stagione ragazzi con “Wagner Wagen”, “Mitico” e “Sogno? Veglio? Deliro?”; inoltre si apre alla città portando coreografie concepite per altri luoghi in ambito promozionale: “Frammenti sotto un affresco”, “La Tempesta - studio primo” , “Sottosopra”, “MenoDramma Dry” , “MM - Microcosmo Mozart” e “Scrittura per un corpo indefinito” (Villa Peschiera/Festival della Scienza, Galleria Card. Giuseppe Siri e Palazzo Tursi/Notte Bianca dei Musei).

Un Tango per Violetta
Produzione di danza contemporanea e teatro-danza

Musica di Giuseppe Verdi, Astor Piazzolla, Carlos Gardel e Osvaldo Pugliese

Coreografia: Giovanni Di Cicco

Luci: Luciano Novelli

Danzatori: Luca Alberti, Angela Babuin, Luisa Baldinetti, Cristina Banchetti, Filippo Bandiera, Emanuela Bonora, Melissa Cosseta, Dario Greco, Barbara Innocenti, Nicola Marrapodi, Erika Melli, Roberto Orlacchio, Roberto Pierantoni, Andrea Valfrè.

Realizzazione scene e costumi: Fondazione Teatro Carlo Felice

Repliche : Sabato  21 giugno 2014 – ore 18.30 OPEN DAY – Visite guidate del Teatro Carlo Felice

                                                         - ore 20.30 Un tango per Violetta

 Ingresso gratuito in collaborazione con Svizzera Ricevimenti

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip