Skin ADV

Gossip

Nel Tigullio torna la dolce vita per gli 80 anni di Enzo Verrone

Super User 03 Agosto 2023 1038 Visite

Sì sono festeggiati, sere fa, i migliori 80 anni della vita di Enzo Verrone. Il più celebrato compleanno, dopo quello di Piersilvio Berlusconi.

Il Tigullio sta vivendo, di questi tempi, un ritorno alla dolce vita, con l’arrivo di celebrità e con feste a non finire. Cinquanta amici si sono stretti al vecchio (si fa per dire) compagno nel ricordo di anni belli passati insieme.

Tutta (o quasi) la creme del Tigullio era presente, ma anche la dané society milanese, a cominciare da Tritto, fra i migliori esperti di azioni e obbligazioni alla Borsa di Milano, e poi uomini di spettacolo con il maestro Nando De Luca (coautore di Azzurro) insieme alla sua inseparabile consorte Ramona, voce dolcissima dei tanti concerti europei. Naturalmente tutta la numerosa famiglia dei Verrone (ha detto: “famiglia e amici sono stati la mia storia”).

Lei, Suny, a far da padrona di casa, le tue figliole Giulia e Sara, la prima sulla svolta dei 18 anni quindi galvanizzata nel prendere il volo, e Sara, bella e sportiva col suo fidanzatino sempre in agguato.

Poi Francesco, marito di Suny, e Alessandro, il figlio barman di lusso.

Non poteva mancare chi protegge la nostra salute: Fabrizio Polverini, uomo della nostra sanità, uno che sul lavoro corre a fronte di una lentezza sanitaria ligure.

Il mondo nautico aveva il suo ex playboy: Adriano Bena, broker apprezzato con la sua deliziosa Patrizia. La Milano che lavora aveva come rappresentanti i coniugi Invernizzi (che ricordo lo splendido gorgonzola!) con la Titti scatenata nel battere le mani ad Enzo.

Grande festa in uno dei locali più suggestivi sulla collina di Santa: il Thymus (ex Le Cicale) caro all’assessore regionale Augusto Sartori (grande amico di La Russa). Un menù alla Verrone: antipasto di gamberetti e scampi sul tappeto di zucchine crude, un’esplosione di trofie al ‘vero’ pesto di Pra’, pesce alla ligure, torte varie e poi champagne per gli auguroni finali. Due dolcissime creature (Linda e Alice) a muoversi fra le tavolate, sorridenti come voleva la festa.

Verrone e un improbabile giornalista hanno raccontato il percorso professionale di Enzo: tanti locali aperti con successo, dalle Saline a Master (dove si erano accampati gli amici di Beautiful), lo Strainer in quel di Portofino, dove si celebrarono le Colombiane.

Insomma, Verrone (che conobbe la notorietà anche a Washington, dove portò il suo Fragolino) ha rappresentato un pezzo di storia delle notti di tigulline. Allo Skipper, sua ultima creatura, venne nominato ristoratore rappresentante nel mondo di tutti i ristoranti col marchio del Grifo.

Non potevamo dimenticare, infine, i nonni della famiglia: Armando e Maria Teresa, così come gli amici più cari Adriano Casazza, Giorgio Selvatici, Roberto Cioffi, re dei souvenir di Portofino e Renzo Origlia, uno dei primi frequentatori dell’Happening (eccellente panificatore).

Sotto le stelle e con la luna che si affacciava sul Thymus si concludeva una bella storia durata 80 anni.

Vittorio Sirianni

Nicole Barbagallo è Miss Lido 2023

Super User 20 Luglio 2023 4079 Visite

Grande serata al Lido per l’incoronazione di Miss Lido, concorso che riparte dopo un periodo di pausa e che da quest’anno dà l’accesso diretto alle prefinali nazionali di Miss Italia.

Tra le 28 ragazze, tutte molto belle, è stata Nicole Barbagallo, studentessa (iscritta a Scienze Politiche) di 23 anni di Sestri Levante, ad aggiudicarsi l’ambita fascia dello storico stabilimento balneare di corso Italia. La neo Miss è stata incoronata da Mariela Nunez, Miss Liguria 2022.

“Siamo felici di tornare a Genova, in un luogo che ha rappresentato il Sogno Italiano per tanti artisti e molti personaggi dello spettacolo - ha commentato Mirella Rocca Borrelli, organizzatrice delle finali di Miss Italia per Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta -. Le nostre ragazze ci hanno regalato momenti di grande emozione”.

“Siamo molto contenti di aver ripreso il concorso di Miss Lido - afferma Carlo Pittaluga, amministratore unico del Lido di Genova e presidente della giuria -, inserendolo tra l’altro all’interno delle selezioni di Miss Italia: si tratta di due concorsi storici, entrambi degli anni ’50, che hanno lanciato grandi celebrità. Miss Lido si inserisce in un contesto più ampio di iniziative aperte alla città che stiamo organizzando per tutta l’estate, come gli appuntamenti con la musica dal vivo, il cabaret, gli aperitivi con djset: stiamo lavorando molto sulla ristorazione e l’obiettivo è rendere il Lido di Genova un punto di riferimento per i genovesi sia come stabilimento balneare sia come luogo di ritrovo serale, proprio come accadeva negli anni della dolce vita”.

La serata è stata presentata da Luca&Max di Poltronissima. 

 

Nicole Barbagallo

 

Mariela Nunez

La giuria

Mirella Rocca Borrelli spiega ai giurati come votare

L'amministratore del Lido Carlo Pittaluga e il consigliere comunale Chicco Veroli

Roberta Olcese de Il Secolo XIX e Virginia Lolli, Miss Liguria 2003

Il vicedirettore di Telenord Filippo Serio

Chicco Veroli e Virginia Lolli

Virginia Lolli e Domenico Papalia, editore di Genova3000

Davide Agnello, esperto food tourisme Piemonte da scoprire

Greta Kazazi

Aurora Buaretto

Sara Fiorenza

Alice Olivero

Denise Ugulcioni

Shi Xie

Ilaria Rimassa

Martina Brugola 

Serena Genitoni

Giulia Tomati

Francesca Piovani

Beatrice Dessì

Camilla Crosa

 Paola Nardi

Alice Speciale

Chiara Orni

Beatrice Coari

 

 

 

 

Il matrimonio di Giulia e Francesco fa sognare il Tigullio

Super User 15 Luglio 2023 5024 Visite

Fra Santa e Rapallo, fra noti imprenditori, manager e avvocati in abiti eleganti, si è svolto uno dei matrimoni più raffinati della Liguria.

Nella splendida chiesa di San Giacomo di Corte a Santa Margherita Ligure, Francesco Iazzetta e Giulia Sangiovanni si sono scambiati le fedi nuziali durante un’emozionante cerimonia celebrata da don Jacopo de Vecchi.

Il rito si è svolto nel segno della continuità: la sposa portava il velo che la mamma, Paola Guarini, indossò al proprio matrimonio. Anche la data, 8 luglio, non è stata scelta a caso: per la famiglia Sangiovanni-Guarini l’8 è un ottimo giorno per sposarsi, così hanno fatto i genitori di Giulia, era l’8 giugno di 32 anni fa. 

Consulente finanziario, lui, impegnata nell’azienda di famiglia che si occupa di telecomunicazioni e accoglienza, lei, i neo coniugi hanno festeggiato con parenti e amici nella Villa Noce di Rapallo, storica tenuta della famiglia Sangiovanni.

British, il dress code: Giulia è stata vestita da Luisa Beccaria, stilista dell'aristocrazia milanese che ha confezionato anche l'abito da sposa di Lady Gabriella Windsor, nipote della regina Elisabetta II, e molti invitati hanno scelto uno stile londinese.

La fantastica regia del matrimonio è stata curata da Giorgia Fantin Borghi, nota wedding planner inserita lo scorso anno da Forbes Italia nella TOP 100 delle donne italiane di successo. 

Il risultato è stato una cerimonia ricca di charme, che ha fatto sognare tutto il Tigullio.

Francesco Iazzetta e Giulia Sangiovanni 

Gli sposi con i parenti

Gli sposi con i reciproci genitori

La sposa con papà Francesco, mamma Paola e il fratello Edoardo che le ha fatto da testimone di nozze

Gli sposi: un poster dell'amore

Gli sposi a Villa Porticciolo, dimora gestita dall'azienda della famiglia Sangiovanni

La sposa con i genitori

La gioia degli sposi

Fuochi d'artificio per gli sposi a Villa Noce

La tavola 'reale'

La sposa con la wedding planner Giorgia Fantin Borghi.

Fuoriserie, champagne e belle donne: inaugurato a Rapallo ‘Il Salotto’

Super User 15 Luglio 2023 4349 Visite

Una stupenda creatura, alta quasi come la Torre Eiffel, scende dalla Bentley, spaccature mirabili, gambe da passerella, sorride e ci dice: “Ma dove siamo? Mi sembra di essere a Saint Tropez”.

Splendida Anna Tosoni (23 anni, da Verona, Miss Italia Veneto), le sorride l’avvocato Vincenzo Maruccio, con flute di champagne fra le dita: “No, cara, siamo a Rapallo”.

Già. Gran pomeriggio (e anche gran notte sotto le stelle) per l’inaugurazione de ‘Il Salotto’, un angolo di sogno, proprio al fondo di una fra le più belle passeggiate d’Italia. Si sorseggia solo champagne (guai a chiedere una gasata), si assaporano le leccornie deliziose, offerte in grandi scatole di legno, molto originali, gran bella gente, signore in abiti spregiudicati e poi tutta la creme (e qualcuno dice anche il pistacchio) della Rapallo bene.

Con l’inseparabile moglie Paola, Francesco Sangiovanni, lui che sta amando la città come nessun altro, avendola anche adottata con una felice serie di ottime iniziative (e una ne sta progettando, molto curiosa, nella sua Villa Porticciolo) sorride ancora ripensando al matrimonio della figlia Giulia, fra i più fotografati del Tigullio.

Tra questa gran bella gioventù, il nostro governo comunale non poteva mancare: il sindaco Carlo Bagnasco, stretto in una splendida giacchetta firmata, si aggirava contento che finalmente un locale da vere vacanze si aprisse sulla riva del mare. E poi la ‘Raffa’ (ombra dolcissima del primo cittadino), lanciatasi con una minigonna che non nascondeva due bellissime gambe come le viveva a vent’anni. E ancora, Antonella Aonzo (con il marito sempre in agguato) in suggestivo bianco corte. L’assessore Filippo Lasinio non ha rifiutato una coppa.

Davvero, per la prima volta, si è rivista una Rapallo anni Trenta: quando arrivavano i grandi scrittori, i granduchi, le belle donne e ci si divertiva in bistrò, allora pieni di colore e anche di momenti peccaminosi. Le sale da thè impazzavano. Ebbene, questa voglia di vivere, dopo anni di paure e di solitudine, è sembrata ritrovarsi nel Salotto, che non era quello di Nonna Speranza caro a Guido Gozzano, ma dell’avvocato Maruccio e amici, che vogliono portare a Rapallo desiderio di uscire, sotto le stelle, e di trascorrere piacevolmente ore nel salotto dell’hotel Rosa Bianca.

Già, perché sopra il salottino si erge il grande albergo che fu tra i più antichi e che segnarono un pezzo di storia di Rapallo. Erano gli anni Trenta, di cui si accennava prima. Gli amici romani (perché romani sono i nuovi proprietari) sembra abbiano davvero intenzione di rilanciare la città, con altri salotti.

Applaudito il sax che ha imperversato per tutto l’evento accompagnando sorrisi, pettegolezzi e qualche flirt che stava per nascere.

Vittorio Sirianni

Il sindaco Carlo Bagnasco tra l'assessore Antonella Aonzo e la modella Anna Tosoni

 

I coniugi Paola e Francesco Sangiovanni

Raffaella Testa con il nostro Vittorio Sirianni

La modella sulla Bentley

La vista che si gode dalle finestre dell'hotel Rosa Bianca

 

 

 

Genova, Villa Barabino torna a vivere grazie a Uberto Piccardo

Super User 18 Giugno 2023 3384 Visite

Villa Barabino, storica dimora seicentesca posizionata nella collina di Albaro, abitata anche dallo scrittore Charles Dickens, è tornata a vivere incontri culturali grazie a Uberto Piccardo, l’amministratore e direttore sanitario dell’omonima clinica dentistica di via Maragliano da alcuni mesi risiede nel piano nobile del palazzo.

Il primo appuntamento, che si è svolto venerdì scorso e che ha visto la partecipazione del Club Rotary Genova Nord e la collaborazione del maestro musicale Nevio Zanardi, autore dell’Inno della Bandiera di Genova, è stato dedicato proprio alla storia della villa, dal 600 ad oggi.

Gli interventi dei relatori Davide Canova, membro della famiglia proprietaria, Pino Boero, già professore ordinario di Letteratura italiana e preside della Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Genova, e di Carlo Mereu, presidente del club Rotary, hanno illustrato il palazzo e la sua collocazione, raccontato la vita di Dickens nella dimora e presentato il proprietario Mario Arzelà, che nella villa c’è nato.

L’impegno culturale della coppia Piccardo - Zanardi proseguirà a breve con un nuovo appuntamento che sarà presto reso noto.

È noto invece l’impegno di Piccardo nella propria professione: a breve inaugurerà un grande, circa 530 mq, studio dentistico in via Rivarolo, proprio di fronte all’ex area Miralanza, zona che sarà riqualificata e restituita alla città, dove, oltre all’attrezzatissimo centro che darà una qualificata assistenza ai pazienti, ci sarà uno spazio dedicato ai corsi, pure in remoto, per neo dentisti.

Anche questa è cultura.

GALLERIA FOTOGRAFICA

 

Rapallo, Villa Porticciolo mette i vip del padel a cena e la serata diventa glamour

Super User 10 Giugno 2023 13330 Visite

Dopo una giornata trascorsa sui campi da gioco di Rapallo, i protagonisti del torneo Tigullio Vip Padel sono stati ‘coccolati’ dai fratelli Sangiovanni (Francesco e Maria Rosaria) nella lussuosa dimora Villa Porticciolo.

Naturalmente, era presente anche Genova3000.

Il selfie del presidente Giovanni Toti con Alba Parietti e il compagno Fabio Adami, manager di Poste Italiane

L'imprenditore Francesco Sangiovanni, l'inviato di Striscia la notizia Jimmy Ghione e la deputata (Noi Moderati) Ilaria Cavo

Cavo, Toti e Ghione

Il presidente Toti e l'inviato di Striscia la notizia Vittorio Brumotti

L'ex giocatore Ciro Ferrara

Due ragazze di Rapallo

Le compagne degli ex calciatori

La sorpresa di Alba Parietti nel vedere il governatore della Liguria

Il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco e Patricia Kieran di Villa Porticciolo 

L'assessore regionale allo Sport Simona Ferro e Vittorio Brumotti

 

Il sindaco Carlo Bagnasco con Paolo Giuggia, proprietario della Palazzine del Mare di Rapallo

L'assessore regionale Simona Ferro e l'assessore al Bilancio del Comune di Rapallo Antonella Aonzo

Francesco Sangiovanni e Agiolino Barreca

Da sinistra: Carlo Bagnasco, Giovanni Toti, Vittorio Brumotti, Simona Ferro, Maria Rosaria Sangiovanni, Fabrizio Pollicino e Angiolino Barreca

Il discorso di Alba Parietti

Paolo Bartolone della gioielleria Dell'Acqua Bartolone con un'amica

Vittorio Brumotti e Ilaria Cavo

Francesco Sangiovanni e Raffaella Testa, portavoce del sindaco di Rapallo

Alba Parietti, Alberto Campanella e Simona Ferro

Il bacio tra Campanella e Parietti

Giovanni Toti tra l'infettivologo Matteo Bassetti e la moglie Maria Chiara Milano Vieusseux

 Sabrina Chinellato, moglie di Fabrizio Pollicino, ha immortalato i momenti più importanti della serata: dietro a un grande uomo c'è sempre una grande donna

L'imprenditrice Maria Rosaria Sangiovanni e il delegato allo Sport del Comune di Rapallo Vittorio Pellerano

L'abbraccio Sangiovanni.Pellerano

L'assessore allo Sport del Comune di Genova Alessandra Bianchi e Andrea Fossati, presidente regionale FITP (Federazione Italiana Tennis e Padel)

L'ex calciatore Stefano Bettarini, dietro la sua fidanzata

Il professor Matteo Bassetti e Fabrizio Pollicino, ideatore del torneo

La più influente wedding planner della Liguria Simona Chiavaccini e l'assessore Alessandra Bianchi

Sabrina Chinellato e Simona Chiavaccini

Giacomo Raffo con Raffaella Testa, il giovane responsabile regionale dei settori Organizzazione e Tesseramento di Forza Italia si prepara per le comunali di Rapallo del prossimo anno

Sangiovanni, Campanella e le hostess

Alcuni protagonisti del torneo hanno alloggiato all'hotel Europa di Rapallo, eccoli al tavolo del ristorante Plinio 'coccolati' dal maitre Michele Ancora

Antonio Cabrini e Stefano Bettarini

 Il dj Stingo

Luca Remuzzi con la moglie Federica Borzone

Andrea Fusieto Merciari e Valentina Broglia

Il brindisi

La violinista

Brumotti e Pellerano

Ghione e Brumotti

Il meraviglioso golfo di Rapallo

Gli inviati di Striscia la notizia Jimmy Ghione e Moreno Morello

Vittorio Brumotti e Massimo Chiesa (a destra) direttore del torneo 

La folla davanti al Chiosco della Musica assiste allo show di Brumotti

Il selfie del paparazzo Maurizio Piperissa sotto il Chiosco della Musica

Doppiopetto bianco: stesso fitcheck per Bagnasco e Ventura

Super User 08 Giugno 2023 1596 Visite

Avete presente quando due amiche si telefonano per mettersi d’accordo su che vestito indossare ad un evento mondano? Ebbene, questo sembra essere successo tra Carlo Bagnasco e Simona Ventura.

Il sindaco di Rapallo e la celebre conduttrice si sono infatti presentati alla conferenza stampa della Tigullio Vip Padel Cup con lo stesso fitcheck: entrambi indossavano un doppiopetto bianco, giacca per lui e abito per lei. Una combinazione che non è sfuggita agli amanti del look e ai fotografi.

Anche l’altra madrina dell’evento, la showgirl Valeria Marini, ha voluto farsi immortalare con il primo cittadino di Rapallo.

E lui, considerato tra i più belli e cortesi sindaci d’Italia, naturalmente ha accettato.

Alla presentazione della Tigullio Vip Padel Cup il selfie delle dive

Super User 08 Giugno 2023 1684 Visite

Nella splendida cornice di Villa Durazzo a Santa Margherita Ligure, ieri è stato presentato il torneo Tigullio Vip Padel, in corso da oggi fino a domenica 11 giugno nei campi di Santa Margherita Ligure e Rapallo. Alla conferenza stampa erano presenti anche i testimonial Valeria Marini, Simona Ventura e Pierluigi Pardo. 

Ideato dal vulcanico geometra Fabrizio Pollicino, noto a Genova oltre che per la sua professione anche per le tante cene di gala organizzate per beneficenza, il torneo vedrà la partecipazione di ex calciatori e personaggi famosi dello spettacolo.

Dal mondo del pallone sono attesi: Christian Panucci, Gianpaolo Pazzini, Luca Toni, Stefano Bettarini, Ciro Ferrara, Antonio Cabrini, Fabio Galante, Roberto D’Aversa, Stefano Fiore, Mark Iuliano, Tomas Locatelli, Massimo Maccarone, Dario Marcolin e Nicola Amoruso; oltre ai commentatori sportivi Pierluigi Pardo e Stefano Meloccaro.

A impugnare la racchetta saranno anche Moreno Morello e Jimmi Ghione di Striscia la Notizia, il cabarettista genovese Antonio Ornano e l’imprenditore Tommaso Chiabra.

Durante le giornate del torneo, patrocinato dalla Federazione italiana tennis e padel, da Regione Liguria, da Aces Italia e dai Comuni di Santa Margherita Ligure e Rapallo, sostenuto da numerosi sponsor e a favore della Fondazione Insuperabili, non mancheranno eventi mondani.

L'arrivo di Simona Ventura

La raggiante Simona Ventura (58 anni)

Simona Ventura con il compagno Giovanni Terzi

Simona Ventura e Fabrizio Pollicino

L'arrivo di Valeria Marini. Per il viaggio la soubrette ha scelto un abitino blu e sandali alla schiava senza tacco

Pierluigi Pardo e Simona Ventura

Simona e Valeria con i rappresentanti di Rapallo: il sindaco Carlo Bagnasco, l'assessore Antonella Aonzo e Vittorio Pellerano, consigliere delegato allo Sport

Da sinistra: Massimo Chiesa, Antonella Aonzo, Vittorio Pellerano, Pierluigi Pardo, Fabrizio Pollicino, Carlo Bagnasco, Simona Ventura, Simona Ferro, Valeria Marini, Andrea Fossati, Patrizia Marchesini e Augusto Sartori

I testimonial con gli assessori regionali Augusto Sartori (Turismo) e Simona Ferro (Sport)

L'intervento del sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco

Un altro selfie

L'intervento di Fabrizio Pollicino

 

Da sinistra: Patrizia Marchesini, assessore allo Sport di Santa Margherita Ligure, Carlo Bagnasco, sindaco di Rapallo, Simona Ventura, gli assessori regionali Augusto Sartori e Simona Ferro, e il vice sindaco di Santa Margherita Emanuele Cozzio

Valeria Marini (56 anni) per la conferenza stampa ha optato per un abitino nero e scarpa a stivaletto di paillettes con tacco altissimo

 Fabrizio Pollicino, Simona Ventura, Pierluigi Pardo e Valeria Marini

L'assessore regionale allo Sport Simona Ferro e l'assessore al Bilancio del Comune di Rapallo Antonella Aonzo

Simona Ventura ha apprezzato la focaccia al formaggio

L'assessore allo Sport del Comune di Genova Alessandra Bianchi e il giornalista Beppe Nuti

La 'benedizione' di Fabrizio Pollicino

Il cartellone degli incontri

Yacht Club Tigullio, interviste e foto della cena di gala al Covo di Nord Est

Super User 03 Giugno 2023 3564 Visite

Genova3000 era presente alla cena di gala dello Yacht Club Tigullio 1916, che si è svolta lo scorso 26 maggio con gli obiettivi di presentare le iniziative dello storico circolo e raccogliere fondi a favore della Fondazione la 'Band degli orsi'.

Attraverso le interviste di Vittorio Sirianni e le nostre foto, vi raccontiamo le iniziative del Club e chi era presente alla serata benefica.

LE INTERVISTE DI VITTORIO SIRIANNI 

 

 

 

Gli eleganti tavoli del Covo di Nord Est pronti per gli ospiti

Ogni tavolo è stato chiamato con il nome di un nodo marinaro. Menu personalizzati per celiaci o vegetariani

Il menu dello chef Rocco Costanzo (Ristorante Rocco e i suoi fratelli di Rapallo). Molto apprezzato il pesto di Zeffirino

Uno sguardo al promontorio di Portofino

Il meraviglioso Golfo del Tigullio

La terrazza sul mare

Quattro eleganti signore: prevalgono nero e meches

Il giornalista Vittorio Sirianni con l'imprenditore Lino Molinaro e la moglie Enrica

Il presidente Aces Europa Gian Francesco Lupattelli

Le scarpe di Lupattelli e signora griffate Dolce & Gabbana

L'intervista di Sirianni a Lupattelli

Il debutto in società del figlio del consigliere regionale (Lega) Sandro Garibaldi

L'assessore alla Sicurezza del Comune di Genova Sergio Gambino con la moglie Ilinca

Da sinistra: Vincenzo Lupattelli, presidente Aces Italia, Enrico Cimaschi, delegato per l’Italia del Nord di Aces Europe, Salvatore Muscatello, revisore dei conti dello Yacht Club Tigullio, e il nostro Vittorio Sirianni

Sirianni intervista il prof Matteo Bassetti e la moglie Maria Chiara Milano Vieusseux

Il tavolo del notaio Pietro Biglia di Saronno

Al tavolo d'onore il Prefetto Renato Franceschelli tra sua moglie e la consorte del prof. Bassetti

Al tavolo del Prefetto la coppia Bassetti e il presidente dell'Autorità portuale Paolo Emilio Signorini

Il tavolo d'onore

Il tavolo dell'impreditore-comunicatore Carlo Silva

Il tavolo del presidente dell'associazione 'La band degli orsi' Pierluigi Brischettini. A destra, il giornalista Mauro Boccaccio che ha ricordato quando Frank Sinatra cantò al Covo di Nord Est

L'impreditore Marco Belloni, figlio del mitico Luciano del ristorante Zeffirino, con la moglie.

 

Il tavolo di Rapallo: Filippo Lasinio, Vittorio Pellerano, Elisabetta Ricci e marito

Al tavolo di Rapallo anche il presidente del Consiglio comunale Mentore Campodonico

Il tavolo di Rapallo

Al tavolo di Rapallo l'assessora al Bilancio Antonella Aonzo (prima a sinistra)

Il presidente di Aces Europa Gian Francesco Lupattelli con moglie e figlio

Il tavolo di Enrico Cimaschi

Gli assessori del Comune di Genova: Alessandra Bianchi e Sergio Gambino

L'assessore del Comune di Genova Lorenza Rosso con il marito e collega, l'avvocato Teo Tirelli

L'assessore Gambino

L'intervento del presidente Giovanni Toti

Toti acquista i biglietti della lotteria benefica a favore della Band degli orsi

L'intervento di Gian Francesco Lupattelli tra l'assessore Alessandra Bianchi e Andrea Fusieto Merciari, direttore artistico del Covo

Lo chef Rocco Costanzo spiega la cassata siciliana alla moglie di Bassetti

Il deputato del M5S Roberto Traversi

Il notaio Alberto Clavarino e Angelo Capurro, dirigente MSC e organizzatore di serate benefiche

Bassetti prova la moto elettrica per bimbi messa all'asta per la Band degli orsi

L'asta bandita dal presidente della Band degli orsi

Frabrizio Pollicino, geometra e organizzatore del Vip Tigullio Padel Cup, e Marco Belloni (Zeffirino)

 

Il tavolo del 'mare': a sinistra Paolo Emilio Signorini, presidente dell'Autorità portuale di Genova, e a destra Mauro Ferrando, presidente di Porto Antico Genova e dello Yacht Club Tigullio

Il tavolo di Telenord: accanto all'editore Massimiliano Monti erano seduti Fabrizio Pollicino e relative consorti

 

Il tavolo del rettore dell'Università di Genova Federico Delfino (a destra)

La cravatta di Matteo Bassetti viene venduta all'asta: ricavo 200 euro

Gli oggetti messi all'asta

Sex toys, Genova al primo posto per acquisti online

Super User 02 Maggio 2023 1320 Visite

Nella riservatissima (l’anonimato è garantito) classifica stilata da EasyToys.it, i riservatissimi genovesi si sono piazzati al primo posto tra i clienti italiani del portale specializzato nella vendita di oggetti per autoerotismo e giochi di coppia.

Il sito, che ha preso in esame gli ordini ricevuti nel periodo fra giugno 2022 e maggio 2023, ha reso noti questi dati: Genova prima città, seguita da Milano, Roma, Torino e Napoli; il traffico proviene principalmente dal Nord-Ovest Italia; gli uomini sono il 58%, le donne il 42%.

Pochi sanno che maggio è il mese della masturbazione. L’idea è venuta nel 1995 ad un’azienda statunitense di sex toys che sull’iniziativa ha creato un bel business, cogliendo al volo le parole della dottoressa Joycelyn Elders: la massima autorità in materia di salute di allora durante una conferenza alle Nazioni Unite aveva parlato per la prima volta dei benefici dell’autoerotismo.

Anche se in Italia pochi sanno cosa bisogna fare a maggio, i genovesi, grandi esploratori, evidentemente hanno scoperto da tempo questa bella tradizione americana.

Enrico Preziosi a ‘Striscia lo striscione’: l’ex presidente del Genoa esulta all’eurogol di Moffi

Super User 18 Aprile 2023 9681 Visite

Tra i casuali protagonisti dell’esilarante rubrica di ‘Striscia la notizia’ dedicata al calcio, ‘ Striscia lo striscione’, ci è finito anche l’ex presidente del Genoa (dal 2003 al 2021) Enrico Preziosi.

Mentre si trovava a Verona per registrare la puntata andata in onda ieri, il simpatico inviato Cristiano Militello ha incrociato il re dei giocattoli, al quale ha chiesto di esultare per la prodezza di Terem Moffi in Europa League, l’attaccante del Nice ha realizzato contro il Basilea un eurogol in rovesciata volante alla Cristiano Ronaldo.

Il Joker non si è fatto pregare: ha stretto i pugni e ha urlato “gooooool”.

Non lo si vedeva gioire così dai tempi di Diego Milito al Genoa.

IL VIDEO 

I primi 50 anni dell’assessora Marta Brusoni festeggiati a Terrazza Colombo

Super User 15 Gennaio 2023 4709 Visite

Oltre al Tricapodanno, la tre giorni di spettacoli programmati dal Comune di Genova per dare l’addio al vecchio anno e salutare l’arrivo del 2023, nel dicembre scorso in città c’è stata anche una Trifesta.

Si è trattato di un evento glamour - in questo caso il tutto si è svolto in una sola serata - organizzato dall’assessora comunale Marta Brusoni per festeggiare i suoi primi 50 anni, il legame che la unisce al contrammiraglio Sergio Liardo, direttore marittimo della Liguria e comandante del porto di Genova, e scambiarsi gli auguri natalizi con parenti e amici.

Tre buoni motivi che hanno fatto salire sulla Terrazza Colombo, sede di Primocanale, il gotha genovese, con il sindaco Marco Bucci e il prefetto Renato Franceschelli in testa, e circa 200 ospiti selezionatissimi.

Nel suo discorso, ad ascoltarla pure mamma e figli, l’assessora non si è limitata al gossip personale, ma ha raccontato anche il tanto lavoro che ha svolto a Palazzo Tursi negli ultimi sei mesi. Una dedizione riconosciuta dal sindaco che, come regalo di compleanno, le ha fatto in diretta la ‘giustificazione’ per poter saltare il Consiglio comunale del 27 dicembre (in quei giorni era in corso una non stop per la votazione del bilancio), dandole così modo di andare in vacanza con la famiglia.

Fasciata in un bellissimo abito lungo che ricordava il mare (era il dress code della serata) dello stilista e costumista teatrale Francesco Bogetti, la festeggiata si è mossa in maniera disinvolta in ogni occasione, anche quando è stato il momento di tagliare la torta accanto al suo contrammiraglio e davanti agli occhi commossi di molte donne.

Il Marta’s Party non è stato soltanto una festa mondana, ma ha ribadito l’importanza di vivere e rispettare il mare e ha dato spazio alla solidarietà: i partecipanti potevano fare una donazione al Genova Lion’s Club for children per il progetto la ‘Casa di Giulia’.

La gioia della festeggiata accanto al contrammiraglio e davanti alla torta

Marco Bucci e Marta Brusoni

L'intesa tra sindaco e assessora

Il sindaco, l'assessora e il contrammiraglio

La mamma dell'assessora ha seguito con ammirazione il discorso della figlia

L'assessora il contrammiraglio e amici

Marco Bucci, Marta Brusoni e Mauro Ferrando, presidente di Porto Antico Genova

Beppe Costa, presidente dell'Acquario e di Palazzo Ducale, e moglie

Chiara Soldati della cantina La Scolca che produce il famoso bianco di Gavi

L'assessora e la produttrice di vino

I presidenti di Porto Antico e Acquario

Susanna Fadda, direttrice della Fondazione Fulgis (scuole gestite dal Comune di Genova) e marito

Il giovane stilista Francesco Bogetti e il segretario di Confartigianato Liguria Luca Costi

Gli ospiti ballano 

Le sorelle Alessia e Antonella Cotta Ramusino (attivissime nella battaglia contro la violenza sulle donne) con Carlo Silva (con tridente e mantello di Nettuno) e un amico

La moglie del Prefetto e Paolo Bartolone delle gioiellerie Dell'Acqua-Bartolone con una sua amica

Il discorso dell'assessora

 

Martina Calabresi, la pr che aveva seguito la comunicazione dell'assessora durante la campagna elettorale, in compagnia della mamma

Chiara Soldati, Ilaria Natoli, contitolare della nota gioielleria di via XX Settembre, e Alessia Badino, dirigente di Regione Liguria

La totiana Caterina Patrocinio con Emilio Rimondini

Caterina Patrocinio con un'amica

Il Prefetto saluta la mamma dell'assessora

 Sabrina Chinellato, Andrea Fusieto Merciari e Valentina Broglia

L'assessora con Andrea Fusieto Merciari, direttore artistico del Covo di Nord Est di Santa Margherita Ligure

I coniugi-imprenditori Sabrina Chinellato e Fabrizio Pollicino sono stati i più originali nell'indossare oggetti legati al mare 

I fratelli Andrea e Luca Remuzzi e Luca Costi

L'ex consigliere comunale Luca Remuzzi con la moglie Federica Borzone

Marta’s Party, grande attesa per la festa dei 50 anni dell’assessora più glamour e altruista

Super User 30 Novembre 2022 2260 Visite

A Palazzo Tursi si parla molto, e anche con una comprensibile apprensione, della grande festa per i primi 50 anni, “vissuti a Genova”, dell’assessora Marta Brusoni. 

A scatenare l’ansia tra chi parteciperà al Marta’s Party, in programma il prossimo 21 dicembre alle ore 20:30 a Terrazza Colombo, è stata un’interpretazione goliardica di chi ha tradotto a proprio piacimento il dress code indicato nell’invito, “indossa un accessorio o un capo d’abbigliamento che ricordi il mare”.

Secondo questo buontempone, infatti, le donne si dovrebbero presentare in bikini, o addirittura in topless, mentre gli uomini, che per il momento (ma la moda è sempre in continua evoluzione) non mettono il pezzo di sopra, in slip o boxer da bagno.
Nulla di vero: non è previsto nessun obbligo. Ma qualche partecipante vestito da spiaggia probabilmente ci sarà. E in molti lo sperano.

Stop dunque alla prova costume e, di conseguenza, fine alla preoccupazione: nessuno sarà costretto a mettersi in mostra in un periodo dell’anno in cui la forma fisica non è al massimo del suo splendore, anche se non ha ancora subito il ‘colpo di grazia’ dalle abbuffate natalizie.

Il Marta’s Party non sarà solo una festa mondana sulla terrazza più esclusiva della città, ma offrirà anche l’occasione per ribadire l’importanza di “vivere e rispettare il mare”, risorsa fondamentale per la Genova del futuro che vuole puntare sempre di più su porto e turismo.

Inoltre, ci sarà spazio per la solidarietà: “Il mio regalo preferito sarà una donazione al Genova Lion’s Club for children per la Casa di Giulia”, raccomanda l’assessora più glamour e altruista di Palazzo Tursi.

E’ morto Beppe Piroddi, l’amateur genovese che non voleva essere chiamato playboy

Super User 17 Settembre 2022 12838 Visite

“Ho vissuto da amateur, ma non dovete confondermi con un playboy o con un dilettante. Dalle donne agli affari, l’amateur agisce sempre per amore, segue il suo istinto senza pentirsi mai, capace di mandare tutto all’aria per un dettaglio sbagliato”. Così Beppe Piroddi si descrive nel libro ‘L’Amateur’ (Mursia editore), la sua biografia raccontata dal giornalista Gigi Moncalvo.

Nato a Genova nel 1940, figlio del medico che inventò la dieta mediterranea, Piroddi a vent’anni diventa l’uomo-oggetto delle signore più in vista della società genovese. L’ingresso nel jet set internazionale avviene a metà degli anni Sessanta grazie all’incontro con l’attrice francese Odile Rodin, anche lei rimasta attratta dal fascino del giovane.

“Era lo zio di mia moglie Roselin Pescetto. L’ho conosciuto con Gigi Rizzi, aveva una bellissima Mercedes Pagoda che gira ancora a Genova, adesso il proprietario è un mio amico”. Così lo ricorda il notaio dei vip Federico (Riki) Solimena che aggiunge: “Piroddi è stato anche un grande imprenditore: ha gestito i locali e le discoteche più belli d’Italia”.

Sempre immortalato nei luoghi più esclusivi del divertimento mondiale accanto a donne bellissime, come Brigitte Bardot, Kirsten Gille e Jacqueline Bisset, e a uomini potenti, i Kennedy, gli Onassis, i Casiraghi, gli Agnelli, Piroddi è stato tra i protagonista, assieme all’amico Gigi Rizzi, della Dolce Vita italiana più sfrenata. Ma la visione romantica e il piacere di gioire in ogni occasione lo hanno reso unico. 

“L’amateur è capace di fare un lungo viaggio solo per vedere una donna o per cenare in un ristorante dove servono il migliore foie gras che conosce. L’amateur cerca il piacere, non attraverso la quantità di denaro che spende, ma attraverso la qualità delle cose che ama possedere. L’amateur non segue le mode, le inventa”.

Questo era l’Amateur.

70 anni dopo Sophia Loren, al Lido ritorna il concorso di Miss Italia

Super User 20 Agosto 2022 3111 Visite

Miss Italia, il più prestigioso concorso di bellezza italiano, ritorna a Genova. Lo fa nella stessa location dove nel 1952 sfilò in passerella e vinse Sofia Lazzaro, una ragazza che di lì a poco cambiò il suo nome per diventare Sophia Loren.

Lunedì 22 agosto, alle 21:30, saranno oltre trenta le concorrenti provenienti da tutta la Liguria che sfileranno sulla passerella allestita al Lido di Genova. In palio ci sarà il titolo di Miss Eleganza 2022 che garantirà l’accesso diretto alle fasi prefinali nazionali del concorso gestito dalla Famiglia Mirigliani sin dal lontano 1959.

Nel pubblico che assisterà alla selezione, alcuni potranno forse ricordare le atmosfere e le suggestioni dei meravigliosi anni Sessanta quando lo stabilimento balneare di corso Italia era uno dei fulcri della vita culturale Italiana: erano i tempi del Premio Caravella vinto da personaggi come Luchino Visconti, Walter Chiari, Carla Fracci, Dario Fo, Mina, Fabrizio De André e Gianni Morandi.

Solo pochi anni prima, la futura Sophia Loren aveva vinto quella stessa fascia di Miss Eleganza che ora tornerà in palio, sempre al Lido di Genova, in una serata sospesa tra ricordi e suggestioni.

La sfilata sarà presentata da Stefania Vivioli, il make up sarà curato dalla prestigiosa maison di Pablo Gil Cagnè.

"Siamo felici di ritornare a Genova, e per di più in un luogo che ha rappresentato il sogno italiano per tanti artisti e molti personaggi dello spettacolo. Le nostre ragazze sono preparatissime e sapranno certamente regalarci momenti di grande emozione e intensità”. E’ il commento di Mirella Rocca Borrelli, esclusivista per la Regione Liguria di Miss Italia.

L’ex velina Angela Cavagna mostra il lato B: “Questa foto la dedico a tutte le orribili rifatte”

Super User 10 Agosto 2022 7473 Visite

“56 anni. La perfezione di un corpo femminile completamente naturale. Questa foto la dedico a tutte le orribili nonché uguali “rifattone”, a tutte coloro che postano foto “taroccate” con il Photoshop ed a tutte quelle simpaticone post-menopausa e non che ogni tanto mi scrivono gratuitamente qualche messaggio un po’ invidioso e cattivo purtroppo non guardandosi prima allo specchio. Baci baci baci dalla vostra Angela”.

A scriverlo ai suoi quasi 150mila follower di Facebook è Angela Cavagna, showgirl genovese (da tempo ormai residente a Tenerife) protagonista in numerose trasmissioni andate in onda tra la fine degli anni Ottanta e i primi Duemila.

L’ex velina di ‘Striscia la notizia’, durante il tg satirico di Antonio Ricci interpretava un’infermiera sexy poco gradita alle femministe di allora, ha pubblicato un primo piano del suo lato B che ha mandato in tilt il web. Eppure, non è la prima volta che si mostra in costume da bagno sui social. 

A giudicare dal commento a corredo del post, gli scatti precedenti della showgirl hanno creato un po’ di invidia tra le donne del web, soprattutto tra quelle che hanno dovuto ricorrere al chirurgo plastico per cancellare i segni del tempo.

Proprio oggi Papa Francesco ha 'scomunicato' le rifatte: "Volere l'eterna giovinezza è delirante".

La “naturale” Angela, che nel ‘92 cantava “Io vi curo”, invece cura la sua bellezza da sola.

Come vuole il Santo Padre.

Angela Cavagna in una foto di oggi

Il post su Facebook

 

“Vi dichiaro marito e moglie!”, Toti sposa una coppia a Bordighera

Super User 31 Luglio 2022 2984 Visite

“Da discutere le delibere di giunta a celebrare un matrimonio è un attimo. Auguri a Marco e Lucie, questa splendida coppia che ho avuto l’onore di sposare oggi nella cornice di Bordighera che ha reso la giornata ancora più unica. La Liguria è sempre più meta di matrimoni con i suoi paesaggi mozzafiato. Venite a sposarvi qui, vi aspetto!”.

E’ il post su Facebook di Giovanni Toti, governatore e promotore del wedding in Liguria.

 

Matrimonio Kardashian: Portofino torna d'oro

Super User 12 Luglio 2022 2012 Visite

L’estate di Portofino è tornata a luccicare e a riempirsi di gente. Domenica era strapiena, soprattutto stranieri, seduti ai tavoli più belli dei ristoranti sulla Calata. E' la conseguenza del grande rilancio arrivato dal matrimonio, avvenuto a fine maggio, di Kourtney Kardashian, 43 anni famosa modella americana che vive in Tv tutto l'anno. Ha fatto arrivare a Portofino tutto il suo clan, più lo stuolo degli invitati che da venerdì a domenica hanno impazzato per il Borgo.

Dolce e Gabbana (villa a Portofino) sono stati i registi della festa, tanto che per vestire gli sposi e il seguito hanno addirittura aperto un temporary store, un grande negozio temporaneo sulla Piazzetta, accanto a Punny, ristorante caro a Berlusconi. Sono entrato e l'occhio mi è caduto su un paio di pantaloncini corti, stoffa jeans, deliziosi, forse immaginati addosso a Kim Kardashian, la sorella minore della sposa, quella bionda. Prezzo: 1750 euro.

Oggi i nomi grossi della moda segnano i punti cardinali di Portofino. Scendendo si incontrano i 2 negozi di Bruno Cuccinelli, il re del cashmere, donna e uomo. Non ci sono i prezzi esposti sui capi. Bisogna attivare l'applicazione sulla vetrina, per conoscerli. Come i menù senza prezzo, per le belle signore.

Sul molo Levante, la piattaforma della Gritta (rifugio della povera contessa Agusta) è diventata una meravigliosa boutique galleggiante di Giorgio Armani, dove tutto è azzurro e rosa. Sul molo ponente, Dior e Louis Vitton aprono vetrine dorate. Ci sono barche dappertutto, in porto, in rada, e sino a Santa. Dai tavoli dello Splendido Mare (qui nozze Dior-Belmond) a quelli alti, dominanti del Pitosforo gestione Cracco esce un cappon magro di lingue straniere dollari euro, ed estro italiano, che stordisce. E Paraggi, per non essere da meno, chiama Missoni a rivestire a nuovo il Carillon.

Ci vuole fortuna a trovare un posto per una Porsche nel silos o strisce bianche per fermare il motorino.

La tolleranza è zero. A Portofino vogliono che si arrivi dal mare!

 

Bucci diventa Supersindaco: “Super sono tutti i genovesi che si impegnano per la nostra città”

Super User 07 Luglio 2022 1792 Visite

I curatori di Fantacinema, la mostra del cinema fantastico allestita al Modulo 1 dei Magazzini del Cotone al Porto Antico, hanno voluto ringraziare il sindaco Marco Bucci regalandogli una statuetta, realizzata dalla scultrice Brenda Melati, che lo raffigura nelle vesti di Supersindaco. 

“Super non sono io: lo sono tutti i cittadini genovesi che, ogni giorno, con amore e rispetto si impegnano per la nostra città, lavorando per renderla sempre più grande, attrattiva  e super...ba!”, ha dichiarato il sindaco con la modestia che contraddistingue i veri supereroi.

 

Il bombonsantino, la novità delle ultime elezioni genovesi

Super User 13 Giugno 2022 2356 Visite

E’ appena terminata una accesa campagna elettorale, amministrativa e referendaria. In questo momento di grande incertezza economica e di altrettanto grande confusione di alcuni leader politici nazionali, l’opinione compatta e chiara del popolo dei forum e dei blog non lascia dubbi: sono necessarie certezze.

La domanda è allora questa: ha più ragione la “folla”, ovvero, in questo caso, il popolo dei social, considerato profano, un modo gentile per non dire ignorante, o i politici, che spesso hanno opinioni differenti? La risposta può sembrare sorprendente ma è questa: ha ragione la folla! Non ci credete?

Correva l’anno 1906 quando in un giorno d’autunno, lo scienziato britannico Francis Galton, molto noto per i suoi studi su statistica ed ereditarietà, lasciò la sua casa di Plymouth per recarsi ad una fiera di campagna. Aveva 85 anni, e li aveva spesi per dimostrare che soltanto pochissime persone, particolarmente dotate, avessero le caratteristiche necessarie per mantenere sana una società. Egli aveva ben poca fiducia nell’intelligenza della persona media, ed era quindi convinto che una società potesse funzionare soltanto se il potere fosse rimasto nelle mani di poche menti elette!

Quel giorno però tutto cambiò.

Galton si imbatté, infatti, in una gara di valutazione del peso: era stato messo in mostra un grosso bue ed una folla di persone aveva comperato per sei pence un biglietto numerato su cui scrivere il proprio nome e la stima del peso. Ottocento persone tentarono la sorte e ben pochi erano gli esperti, macellai e contadini. La maggior parte non aveva nessuna dimestichezza con il mondo del bestiame e a Galton venne subito in mente l’analogia con i meccanismi elettorali: secondo lui lo scommettitore medio era probabilmente idoneo a proporre una stima corretta del peso del bue, quanto lo è l’elettore medio a giudicare in merito alle questioni politiche su cui si esprime!

A Galton quindi interessava, attraverso l’analisi di quel particolare voto, dimostrare che l’elettore medio fosse capace di ben poco. Perciò si fece dare i biglietti dagli organizzatori e li sottopose ad analisi statistica. Vi risparmio la descrizione di tutti i particolari dell’esperimento, che potete trovare nel libro ‘La saggezza della folla’ scritto da James Surowiecki, simpatico economista ma ve ne riporto la sintesi.

Galton sommò tra loro tutte le stime e calcolò la media delle risposte del gruppo: quel numero rappresentava la saggezza collettiva della folla di Plymouth ed egli pensava che la stima sarebbe stata totalmente sbagliata. Invece si sbagliava lui perché la folla, nel suo insieme, aveva ipotizzato un peso di 1.197 libbre a fronte del giusto peso del bue di 1.198 libbre: in altre parole, il giudizio della folla era stato praticamente perfetto!

Questo risultato fece cambiare a Galton il giudizio sull’elettorato in particolare e sulla democrazia in generale e, sicuramente a denti stretti dovette pronunciare queste parole: “Il risultato sembra dare più credito all’affidabilità del giudizio democratico di quanto ci si potesse aspettare”.
E allora, visto che i gruppi si rivelano estremamente intelligenti, spesso più di chi li governa, forse dovremmo consultare di più il parere della folla, della quale ovviamente fanno parte anche i geni, non solo nel momento elettorale!

A questo servono i blog e i forum aperti, che con il loro prezioso contributo mantengono vivo lo spirito critico di collaborazione, unica strada per raggiungere obiettivi comuni, peso del bue a parte.

Ma ritorniamo a noi, perché lo strano titolo di questa mia riflessione post voto?

Perché oltre che per il peso del bue, ricorderò sempre questa campagna elettorale per aver ricevuto una graziosa bomboniera di tulle, colma di confetti colorati e contenente il santino pubblicitario di un candidato alle elezioni comunali. E’ nata cosi una nuova forma di pubblicità politica, il Bombonsantino!

Chissà cosa avrebbe da dire Francis Galton in proposito?

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Levante

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip

Genova Sport 2024