Skin ADV

La Giornata nazionale contro la violenza sulle donne funestata da due femminicidi

Una delle panchine colorate di rosso dal Comune di Genova in memoria delle donne vittime di violenza

Ieri la Giornata nazionale contro la violenza sulle donne è stata funestata da due femminicidi. Oggi, a Pordenone un padre di famiglia ha ucciso la moglie che si voleva separare.

Sono mariti o compagni spesso incensurati o comunque non delinquenti abituali o pregiudicati per reati violenti.

Nel condannarli dobbiamo chiederci il perché, non certo per comprenderli o per giustificarli ma per evitare che i delitti si ripetano con frequenza ormai quasi giornaliera.

La moglie, madre di due bambini, uccisa oggi a Pordenone aveva deciso di farsi un’altra vita con un altro uomo, scelta più che legittima. Il problema è che la legge, in questi casi prevede che il marito lasci la casa coniugale comunque, anche se non ha responsabilità alcuna di fatto e di diritto sulla imminente separazione. Avrà diritto a vedere i figli soltanto ogni 15 giorni i quali figli potranno andare a vivere con il nuovo uomo della madre anche nella casa ex coniugale.

Se poi la casa è stata comprata magari anche col mutuo, il marito separato deve continuare a provvedere oltre che ai figli alla casa stessa.

Gli uomini che si separano o che subiscono una separazione non hanno alcuna tutela pochissimi diritti e molti doveri obblighi ed oneri.

Purtroppo chi si trova in una situazione del genere magari già in difficoltà economiche, in un contesto generale non certo facile e mentre sta vivendo, come tutti noi, una crisi mondiale non solo sanitaria ma anche economica, può perdere la testa e diventare un assassino dopo essere stato un bravo fidanzato, un bravo marito, un bravo padre.

Bisogna che il legislatore si faccia delle domande su quanto sta accadendo, non soltanto dal punto di vista penale ma anche, e soprattutto, dal punto di vista civilistico, per prevenire che un uomo per bene, o quantomeno normale, possa perdere la testa e compiere gesti non certo giustificabili.

Riki

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip