Skin ADV

I berlusconiani Costa e Vinacci e il rinnovato entusiasmo dei forzisti

Giuseppe (Beppe) Costa e Giancarlo Vinacci

I forzisti Giuseppe Costa, responsabile ligure dei Seniores, e Giancarlo Vinacci, capo dipartimento nazionale Sviluppo e Innovazione, sono al lavoro per riaffermare anche in Liguria i valori fondanti di Forza Italia, dopo che il partito azzurro ha ripreso la posizione centrale nello scacchiere della politica nazionale ed europea.

“Ora assistiamo ad un rinnovato entusiasmo verso i nostri colori e verso il nostro leader - dichiara Costa -. Purtroppo le regole della pandemia e in alcune realtà regionali la disgregazione organizzativa del nostro movimento dovute a diaspore varie, pesanti in Liguria (il riferimento alla scissione di Toti pare evidente, ndr), non hanno consentito di evidenziare i rinnovati consensi. Certo ancora alcuni, attratti dal mantenimento o dall’acquisizione di posti, sono più allettati dal potere che dai progetti e dai valori”.

Gli fa da sponda Vinacci, che da ex assessore dell’attuale giunta comunale non risparmia critiche al sindaco Bucci: “C’è molto da fare, soprattutto qui, bisogna valutare i fatti e non lasciarsi affabulare da post e autocelebrazioni. Anche localmente abbiamo bisogno di competenze che sappiano aiutare l’amministrazione ad affrontare i nostri veri problemi spesso celati da una comunicazione, ottima e costosa, che esalta opere non strumentali alla ripartenza spesso buttando fumo negli occhi degli osservatori meno attenti. Non dimentichiamo che qui i residenti continuano a calare, i posti di lavoro a languire, i rifiuti sono tra i più cari d’Italia e il Comune ha scalato la classifica dei più indebitati d’Italia, e senza portare a casa un residente o un’azienda. Avanti così quale futuro?”.

Insieme affermano: “I primi segnali ci sono: la nomina dell’onorevole Giorgio Mulè a sottosegretario di Stato, con il delicato incarico dell’approvvigionamento dei vaccini, e la nomina a coordinatore regionale di Carlo Bagnasco che sta provvedendo, nonostante manine contrarie, a ricostruire gli organi statutari del nostro movimento, primo fra tutti il Comitato regionale, che darà nuovo vigore alla nostra azione nei territori”.

Costa e Vinacci, già definiti da Genova3000 come i predicatori del verbo di Berlusconi, sono fiduciosi che Forza Italia riconquisterà l’elettorato moderato della Liguria, perché “il buon senso prevarrà, specie ora che questa terribile emergenza sanitaria ha evidenziato che non si può affidare la gestione del Paese a degli sprovveduti”.

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip