Skin ADV

Autostrade, Muzio: “Insistere per esenzione pedaggio su tutta A12 e tratti con cantieri”

Claudio Muzio, capogruppo in Regione di Forza Italia - Liguria Popolare

“E’ inaccettabile che ancora oggi, con una situazione in autostrada che è sotto gli occhi di tutti, venga fatto pagare per intero il pedaggio agli utenti su diversi tratti della rete ligure interessati da cantieri, restringimenti e chiusure. Mi riferisco in particolare alla A12 e, nello specifico, al tratto Sestri Levante-Rapallo gestito da ASPI e a quello Sestri Levante-La Spezia gestito da SALT. Regione Liguria è impegnata da tempo su questo fronte e qualche risultato è stato ottenuto anche per ciò che riguarda la sospensione dei cantieri nel fine settimana e la programmazione dei lavori in vista del periodo estivo che ci auguriamo possa vedere un grande afflusso di turisti. Spesso però ci si scontra con un autentico muro di gomma e bisogna che tutti insieme lavoriamo per cercare di smuoverlo. I gestori non possono far finta di nulla”. E’ quanto ha dichiarato il consigliere regionale Claudio Muzio, capogruppo di Forza Italia – Liguria Popolare, presentando stamane in Aula la sua Interrogazione sul tema autostrade.

“Ricordo – ha proseguito Muzio - che lo scorso 26 marzo l’Antitrust ha sanzionato ASPI per la cifra di 5 milioni di euro in esito ad un’istruttoria avviata il 10 giugno 2020, per non aver ‘adeguato né ridotto il pedaggio nei tratti in cui si registrano critiche e persistenti condizioni di fruibilità del servizio autostradale con lunghe code e tempi di percorrenza elevati, causati dalle gravi carenze da parte della società nella gestione e nella manutenzione delle infrastrutture che hanno richiesto interventi straordinari per la messa in sicurezza’. Credo che questo sia un elemento su cui far leva per riuscire ad estendere l’esenzione dal pagamento del pedaggio ai tratti ad oggi esclusi”.

Ha poi aggiunto il capogruppo di Forza Italia – Liguria Popolare: “Ricordo inoltre ciò che è accaduto a cavallo del 25 aprile con la chiusura per 48 ore del casello di Sestri Levante in direzione Genova, poi rivelatasi assolutamente evitabile realizzando un bypass in entrata: i cittadini sono stati costretti a subire per due giorni pesanti disagi senza avere poi nessun tipo di risarcimento o esenzione, neppure parziale. E’ un caso emblematico di un rapporto tra utenti e gestori in cui i primi si trovano spesso impotenti di fronte al modus operandi dei secondi. Ringrazio la Giunta regionale, e in particolare l’assessore Giampedrone, per il lavoro svolto in quel frangente di concerto con il Comune di Sestri Levante e grazie al quale si è riusciti ad evitare una chiusura prolungata del casello per diverse settimane. Torno però a chiedere che i cittadini possano quanto prima essere risarciti per i pesanti disagi che hanno dovuto e devono affrontare e che si giunga ad un automatismo tra la presenza di cantieri sulla rete e l’esenzione o la riduzione dei pedaggi”, ha concluso Muzio.

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip