Skin ADV

Giornata mondiale per l’ambiente, al Porto Antico arriva l’European Recycling Tour

Gli assessori comunali Paola Bordilli e Matteo Campora gettano le lattine nel contenitore per il riciclo

Genova, in occasione della Giornata Mondiale per l’Ambiente del 5 giugno, aderisce all’European Recycling Tour 2021 e partecipa al progetto di sensibilizzazione ambientale “Ogni lattina vale” che, da diversi anni, promuove la raccolta e l’avvio a riciclo delle lattine per bevande in alluminio consumate anche in contesti diversi dall’ambito domestico, come ad esempio nel corso di eventi sportivi o culturali, sulle spiagge, in strada, nei parchi.

Questo fine settimana, fino a domenica 6 giugno, nella zona del Porto Antico, si svolgerà una vera e propria campagna di “riciclo in movimento”: gli animatori del progetto, dotati di zaini raccogli-lattine, spiegheranno ai cittadini l’importanza di riciclare l’alluminio in qual-siasi situazione, per dare una mano all’ambiente e mantenere i luoghi pubblici puliti.

L’European Recycling Tour 2021 si svolge simultaneamente in 15 Paesi e 19 località.  E nello specifico a: Amsterdam, Atene e Salonicco, Belgrado, Bucarest, Brno, Budua e Cattaro in Montenegro, Dublino, Cracovia e Breslavia in Polonia, Lubiana, Madrid, Manchester, Ardeche River in Francia, Praga, Siófok, Vienna, e in Italia a Genova grazie all’impegno congiunto di CIAL – Consorzio Nazionale Imballaggi in Alluminio, del Comune di Genova e di AMIU, la società che in città si occupa della gestione dei rifiuti urbani.

Per l’assessore all’ambiente Matteo Campora: «Questo evento, in concomitanza con la Giornata Mondiale dell'Ambiente del 5 giugno, è una bella e ottima opportunità per parlare della nostra città e dei servizi che AMIU offre ai genovesi nell’ambito della raccolta differenziata. Parlare di ambiente, cura del territorio e raccolta differenziata è sempre molto importante perché gli sforzi che la nostra amministrazione fa con AMIU servono ad aumentare l’attenzione su questi temi che trovano grande interesse dai nostri cittadini. Il progetto degli ecocompattatori, che è un primato per Genova, è perfettamente in linea con quello che vogliamo ottenere nella nostra città».

«Questa iniziativa di riciclo - sottolinea l’assessore al Centro Storico Paola Bordilli - implementa le azioni sul piano Pulizia contenute nel progetto Carruggi, avviate con Amiu Genova, puntando sulla raccolta differenziata, con sistemi innovativi e sempre più efficienti per rendere il conferimento semplice ed efficace nell’ottica del decoro e della valorizzazione del nostro Centro Storico. L’area limitrofa al Porto Antico vede già la presenza di un ecopunto e di un ecocompattatore per il riciclo della plastica e delle lattine che sta riscuotendo un grande successo da parte dell’utenza: tutte azioni che vanno a rafforzare una quota di differenziata nella città vecchia, modello anche per altri quartieri».

E l’area del Porto Antico è stata scelta dall’European Recycling Tour come luogo simbolo: le lattine raccolte diventeranno una particolare installazione a forma di cuore e si andrà a comporre a fianco dell’ecocompattore, inaugurato a marzo e vicino al nuovo ecopunto di piazza della Mercanzia aperto nei giorni scorsi.

“La raccolta differenziata delle lattine per bevande in Italia, così come degli altri imballaggi in alluminio (bombolette spray, tubetti, vaschette e scatolette per il cibo, il foglio sottile, tappi e chiusure) ha raggiunto negli ultimi anni ottimi risultati, tanto che ad oggi avviamo a riciclo ben 7 imballaggi su 10. C’è sicuramente ancora molto da fare ed è per questo che, grazie a progetti come Every Can Counts, siamo impegnati attivamente anche nella raccolta dei rifiuti fuori casa, per garantire un avvio a riciclo sempre maggiore con benefici evidenti: riciclare l’alluminio consente un enorme risparmio di materia ed energia, fino al 95%.”, dichiara Giuseppina Carnimeo, direttore generale di CIAL, Consorzio Nazionale per il Riciclo dell’Alluminio, referente in Italia di Every Can Counts (‘Ogni Lattina Vale’). 

Every Can Counts (ECC) - Nato nel 2009 nel Regno Unito, Every Can Counts è considerato il principale programma per promuovere il riciclo delle lattine in alluminio in tutta Europa. Ha lo scopo di ispirare tutti a fare la differenza riciclando ogni singola lattina consumata ovunque ci si trovi, non solo a casa: in ufficio, per strada, in spiaggia o nei parchi, durante eventi come festival oppure eventi sportivi, a scuole e all’università. Oggi l'iniziativa è presente in 19 Paesi. L’Italia ha aderito nel 2019, attivando già alcune “raccolte straordinarie di lattine” come nel corso dei Gran Premi di Moto GP di Misano e Mugello, durante il Carnevale di Viareggio o al Festival del Cinema di Giffoni.

AL 100% responsabile - Leggero, per niente inquinante, riutilizzabile al 100% e per infinite volte. Robusto ma duttile, resistente ma malleabile, bello a vedersi e durevole nel tempo… l’alluminio è utilizzato oggi in svariati ambiti per la produzione di milioni di prodotti e di svariate tipologie di packaging/imballaggi. Queste sue caratteristiche intrinseche lo rendono un alleato fondamentale per modelli sostenibili di produzione e di consumo improntati su un utilizzo efficiente delle risorse naturali. Proprio così, l’alluminio è a tutti gli effetti un materiale ‘permanente’. Basti pensare che oltre il 75% di quanto ne è stato da sempre prodotto è tutt’ora in circolazione. E questo grazie alla sua capacità di non disperdere mai, anno dopo anno, riciclo dopo riciclo, nessuna delle sue proprietà originali.

CIAL - Consorzio Nazionale Imballaggi Alluminio nasce nel 1997 con il compito di avviare a riciclo e recupero gli imballaggi di alluminio, alla fine del loro ciclo di vita, provenienti dalla raccolta differenziata fatta dai Comuni, contribuendo così al recupero di una preziosa materia prima, evitando sprechi e salvaguardando l’ambiente. Lattine per bevande, scatolette, vaschette, bombolette e foglio sottile in alluminio diventano, quindi, risorse fondamentali e imprescindibili per una crescita economica sostenibile e pulita, proprio come l’industria italiana del riciclo, tra le prime al Mondo per le importanti performance ambientali che riesce a esprimere. È per il rispetto dell’ambiente, per l’eliminazione delle discariche e per la valorizzazione economica di risorse riutilizzabili che CIAL opera da oltre 20 anni nel nostro Paese – per nome e per conto delle imprese consorziate (produttori e utilizzatori di imballaggi in alluminio e riciclatori e recuperatori) - promuovendo la raccolta e il recupero e sensibilizzando milioni di cittadini con la collaborazione delle pubbliche amministrazioni. 

AMIU Genova - AMIU nasce nel 1986 per occuparsi dell’intero ciclo dei rifiuti solidi urbani della città di Genova, attività fino a quel momento svolta direttamente dal Comune. Dieci anni dopo diventa Azienda Speciale, nel 2002 si trasforma in Società per Azioni. Negli oltre trent’anni passati dalla sua costituzione, AMIU Genova è diventata uno dei principali operatori nazionali del settore ambientale. Grazie al nuovo contratto di servizio dal 1° gennaio 2021 AMIU Genova è diventato il gestore di riferimento del ciclo dei rifiuti per la Città Metropolitana di Genova: oltre al capoluogo ligure gestisce, in questo modo, il ciclo dei rifiuti di altri 30 comuni della Liguria.

Gli assessori comunali Matteo Campora e Paola Bordilli

Il contenitore a forma di cuore dove gettare le lattine da riciclare

I volontari raccolgono le lattine

Foto di gruppo

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip