Skin ADV

Centri estivi, assessori di Regione e Comune in visita in alcune realtà di Genova

L'incontro con i bimbi del centro estivo

 

Visita dell’assessore regionale alla Scuola Ilaria Cavo questa mattina in due centri estivi - uno gestito dal Comune e un altro di un’associazione sportiva all’interno di una scuola - sostenuti attraverso i Voucher Centri Estivi di Regione Liguria.

Accompagnata dall’assessore ai Servizi Educativi 0/6 del Comune di Genova Marta Brusoni, l’assessore Cavo si è recata presso la scuola comunale dell’Infanzia di via Montezovetto e l’istituto ‘Immacolatine’ di via Padre Semeria.

“Abbiamo visitato due centri estivi genovesi come esempio dei tanti attivati in questi giorni a livello regionale – ha sottolineato Cavo – Abbiamo trovato molta vitalità e grande socialità sia da parte della rete che si è attivata su tutto il territorio sia da parte dei servizi comunali. È stato bello vedere i bimbi pronti a giocare, ma anche ad apprendere. Abbiamo toccato con mano un servizio che Regione Liguria ha cominciato a sostenere nel periodo del Covid per evitare l’aumento delle rette e che continua a sostenere. Quest’anno il contributo ammonta a 3 milioni di euro in voucher settimanali, 90 euro per i bimbi dagli 0 ai 5 anni, 70 euro per i bimbi dai 5 anni in su e 150 euro per i minori profughi ucraini. Le domande avute fin qui valgono circa 460mila euro a fronte di una cifra complessiva di 3milioni. Vuole dire che tutto sta andando secondo le aspettative”.

Le domande di voucher vengono raccolte dagli enti gestori che poi le presentano a Regione attraverso Filse. Il 15 luglio si chiude la prima finestra mentre la seconda finestra per la presentazione delle domande sarà dal 18 luglio al 10 agosto.

L’ordinamento delle graduatorie relative al target ‘Bambini nella fascia di età 0 – 5’ e al target ‘Bambini e ragazzi nella fascia di età 6 – 17’, rispetta i seguenti criteri di priorità: maggior grado di impegno in attività di lavoro da parte dei genitori del bambino o adolescente; condizione di disabilità del bambino o adolescente; documentata condizione di fragilità del nucleo familiare di provenienza del bambino o adolescente; indicatore della situazione reddituale, valido ai fini ISEE.

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip