Skin ADV

Campasso, Matilde Gazzo: “Ascoltiamo la gente, senza etichette”

Matilde Gazzo e (nel riquadro) Dino Frambati

La politica è bella perché è perno della democrazia, pur con i suoi limiti.

I dibattiti, la dialettica e pure la contestazione permettono di liberare il pensiero e non accettare passivamente decisioni prese al vertice e tanto più tutto ciò è positivo quando viene dal basso.

Giusto o sbagliato che sia; che abbia torto o ragione una parte, l'importante è dare voce al pensiero di tutti. E in tutto ciò ecco il mestiere di giornalista, “ad hoc” per partecipare all'opinione pubblica del confronto politico, dando voce a tutte le voci.

Fa parte della logica detta sopra rilevare come l'appena insediata Giunta del Municipio Centro Ovest abbia sollevato un dibattito in zona, che vede il comitato del quartiere Campasso ancora una volta protagonista. Comitato peraltro passato alle cronache per la sua attività sia del quartiere che di tutta Sampierdarena, sempre molto vivace ed attento.

La vice presidente Matilde Gazzo, parlando a nome dello stesso comitato, informa di un documento nel quale questo esprime il suo punto di vista sulle nomine degli assessori del Municipio Centro Ovest, distonico dalla linea nella quale è stata formata la Giunta del neo eletto presidente Colnaghi.

“Siamo regolarmente riconosciuti a livello comunale - recita il comunicato - e in termini di volontariato abbiamo sempre fornito la massima collaborazione in particolare al Municipio Centro Ovest. I membri che ne fanno parte hanno stabilito come principio di tenere separate le rispettive e diverse ideologie politiche da quelli che sono i reali interessi del territorio e dei suoi cittadini”.

E precisa: non siamo vicini al centro-destra ma equidistanti, come dimostra la presa di posizione espressa in questo comunicato, che difende “soggetti che appartengono a fazioni politiche opposte”.
Linea politica non di parte, specifica Gazzo, che, indica, deriva dal fatto che “noi parliamo semplicemente con la gente e, in questo caso, abbiamo raccolto un notevole malcontento che ci è sembrato giusto rilevare. Riteniamo non ci sia nulla di scandaloso o di parte nell'appoggiare la richiesta dei cittadini che vengano rispettate le preferenze date dagli elettori, altrimenti ci dovrebbero anche spiegare le preferenze a cosa servono”.

Motivo del contendere sembrano essere i nuovi assessori municipali: “sappiamo che da regolamento il presidente ha facoltà di decidere chi inserire in Giunta ma, le sue scelte, dovrebbero rispettare la volontà dei cittadini e gli assessorati affidati a soggetti che hanno ottenuto un considerevole numero di consensi e che vivono in particolare sul territorio piuttosto che, con tutto il rispetto per le persone, a soggetti non eletti, non residenti sul territorio o alla prima esperienza in un Consiglio municipale”.

Il comitato cita una raccolta di firme in tal senso e esorta a “non sottovalutare quanto sta accadendo in quanto dimostrazione tangibile di un malcontento tra i cittadini che non può e non deve essere ignorato”.

Insomma, il Centro Ovest, ed in particolare Sampierdarena, conferma di essere terra difficile, in altalena tra destra e sinistra negli ultimi anni e dove Michele Colnaghi, 5S contiano, è riuscito nell'impresa non da poco di portare alla vittoria una lista di centro-sinistra in elezioni dove il centro destra è stato l'asso pigliatutto dei Municipi, ad eccezione di Valpolcevera e, appunto, Sampierdarena e San Teodoro dove già era primo cittadino lo stesso Colnaghi nella scorsa legislatura.

Non facile gestione quella di Sala Baldini. Questo inizio lo dimostra.

Dino Frambati

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip