Skin ADV

Teatro Nazionale, Elisabetta Pozzi sale in cattedra

Elisabetta Pozzi

E’ stato inaugurato il secondo anno del Corso di alta formazione per attori della Scuola di recitazione del Teatro Nazionale di Genova alla presenza del direttore del teatro Davide Livermore, dell’assessore alla formazione e cultura di Regione Liguria Ilaria Cavo e della prorettrice vicaria dell’Università di Genova Nicoletta Dacrema.Lo scorso maggio Livermore ha chiamato a dirigere la Scuola Elisabetta Pozzi. «Assumo questo incarico - ha detto l’attrice-direttrice - con il desiderio di restituire ai nostri allievi almeno una parte di ciò che ho ricevuto dai miei tanti maestri. Marco Sciaccaluga è stato uno di questi ed è nel solco tracciato da lui e da Anna Laura Messeri che intendo proseguire. Farò tutto il possibile perché ogni giorno, entrando nelle nostre aule, gli allievi prendano coscienza di far parte di una grande storia».
Il nuovo anno accademico inizia con alcune novità introdotte dalla direttrice a cominciare da un incremento delle ore di lezione, con gli allievi che saranno impegnati dal lunedì al venerdì (solo saltuariamente il sabato) dalle 9 alle 19.
Anche per questo motivo ci sono diversi volti nuovi nel corpo docenti. Più tempo verrà destinato alla preparazione fisica e all’educazione e studio della voce. Ad affiancare la danzatrice e coreografa Claudia Monti e il maestro di aikido Daniele Granone sarà il coreografo Alessio Maria Romano, insegnante di training fisico e movimento scenico presso il Piccolo Teatro di Milano e il Centro Teatrale Santa Cristina. Per curare ed esplorare le potenzialità della voce, le lezioni di canto di Elena Belfiore verranno supportate da Francesca Della Monica, una delle coach vocali più apprezzate.Ad occuparsi della recitazione sarà la stessa Elisabetta Pozzi coadiuvata dall’attrice Francesca Ciocchetti. Per quanto riguarda l’insegnamento di storia del teatro, a Renzo Trotta si affiancano altre due new entry: Margherita Rubino, già docente di Teatro e drammaturgia dell’antichità presso l’Università di Genova e Andrea Porcheddu, critico teatrale e drammaturgo.Elisabetta Pozzi considera il teatro greco classico l’archetipo di tutta l’arte teatrale: per questo, insieme ad altri docenti, talvolta in compresenza, curerà un ampio progetto sullo studio e l’interpretazione dell’Orestea, il dramma di Eschilo.
Un’ultima novità riguarda l’ultimo trimestre di ogni anno (marzo-maggio), nel quale verranno programmati laboratori intensivi con attori, registi, scenografi, truccatori, tecnici di palco, in modo da mettere in contatto gli allievi con tutti i mestieri del teatro e fornire loro una formazione che comprenda anche nozioni di fonica, di illuminotecnica, di trucco.
Come già annunciato la Scuola di Recitazione consolida la propria proposta didattica grazie alla collaborazione con l’Università degli Studi di Genova, che offrirà agli allievi attori alcuni corsi specifici e la possibilità di acquisire crediti formativi.

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip