Skin ADV

Bomba carta contro Bagnasco

Carlo Bagnasco con il padre Roberto

A Rapallo sono subito cominciate le indagini per scoprire chi ha gettato la bomba carta contro il Palazzo del Municipio

in Piazza delle Nazioni. Un chiaro avvertimento al sindaco Carlo Bagnasco.

Nell'ambiente di Forza Italia si dice che, conoscendo il clima politico della città, non dovrebbe essere difficile scoprire il mandante. Ma le forze dell'ordine giustamente indagano in tutte le direzioni.

Carlo Bagnasco, com'è noto, è figlio di Roberto Bagnasco, oggi consigliere regionale. E il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale Marco Melgrati, spalleggiato dal collega Matteo Rosso (che Sandro Biasotti vorrebbe rottamare!) è subito intervenuto con un comunicato di solidarietà:

"Un episodio - hanno commentato i due coraggiosi colleghi di Bagnasco padre - che rappresenta un segnale preoccupante nei confronti di un giovane sindaco che da quando si è insediato sta rivoluzionando Rapallo cercando di riportare la città agli antichi splendori. Probabilmente a qualcuno non piace e questi sono gesti che mettono in evidenza il clima difficile in cui la nuova amministrazione Bagnasco si sta muovendo".

Melgrati e Rosso hanno così concluso:

"Esprimiamo quindi la nostra vicinanza nei confronti di Carlo Bagnasco invitandolo a non mollare e a non cambiare direzione.

Il lavoro che sta portando avanti è molto importante ed esempio di buona volontà".

Carlo Bagnasco è un giovane coraggioso. Non si farò certo spaventare dalla bomba carta. E non chiederà nemmeno la scorta.

Elio Domeniconi

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip