Skin ADV

Notizie

‘Incidente? Pensaci prima’, al via la campagna per una guida sicura senza alcol e droghe

Super User 26 Ottobre 2022 407 Visite

Costruire comportamenti responsabili e consapevoli alla guida dei veicoli per prevenire e contrastare l’incidentalità correlata all’uso di alcol e droghe.

È l’obiettivo di “Incidente? Pensaci prima”, il progetto realizzato dal Comune di Genova – Comando Polizia Locale (capofila), con il partenariato di Università di Genova (Dipartimento di Scienze della Formazione e Dipartimento Architettura e Design) e Automobile Club di Genova.

Stamattina è stata presentata in piazza Matteotti la campagna di sensibilizzazione alla cittadinanza, che ha preso avvio in questa settimana e che vedrà la realizzazione di una serie di azioni mirate alla prevenzione con una particolare attenzione al pubblico giovane.

Scopo della campagna è sensibilizzare i ragazzi per poter incidere nell’abitudine alla guida sicura e stimolare la consapevolezza del rischio.

Il messaggio identificativo principale della campagna è “Metto in moto il cervello”

Per il Comune di Genova c’erano l’assessore alla Sicurezza, Polizia Locale e Protezione Civile Sergio Gambino e il comandante del Corpo della Polizia Locale Gianluca Giurato. Presenti anche i professori Marialinda Falcidieno e Fabrizio Bracco (UNIGE) e, per Ac Genova, il presidente Carlo Bagnasco e il direttore Raffaele Ferriello.

In piazza - presso gli stand di Polizia Locale, ACI e Protezione Civile - la cittadinanza e le scolaresche hanno potuto anche vedere come funziona un etilometro e provare un simulatore di guida per rendersi conto in prima persona il modo in cui varia la percezione del pericolo quando si conduce un mezzo con un ridotto utilizzo delle proprie facoltà.   

La campagna è stata impostata su tre fasi, due nel 2022 e una nel 2023, con l’utilizzo di canali di comunicazione offline e digitali e due soggetti creativi: un primo lancio mirato a un’azione teaser con l’obiettivo di attirare l’attenzione suscitando la curiosità del pubblico e un secondo lancio che presenta il messaggio nella sua completezza. 

In particolare sono stati prodotti video-pillole e materiali interattivi rivolti agli studenti delle scuole superiori non solo genovesi, ma di tutta Italia. I materiali verranno messi a disposizione di tutti gli Uffici Scolastici Regionali d’Italia. 

Oltre a manifesti, banner, spot tv, interventi sui social e azioni di influencer marketiong, è stato prodotto anche un pieghevole direttamente scaricabile dal sito del Comune di Genova. 

L’innovazione di questa campagna sta nel fatto che i giovani non sono stati soltanto i destinatari dei messaggi, ma hanno anche lavorato come co-realizzatori dei concept su cui si articola la campagna di comunicazione. Le prime idee - poi rielaborate ai fini realizzativi di adesione al bando - sono tratte dai lavori di laboratorio di Sofia Maggio e del gruppo di Linda Adami, Elisa Caroleo, Roberta Grisoni, Rebecca Musante, Silvia Pancini, Katia Caterina Fanello, Maddalena Galas e Alessia Oliveri. 

La campagna è uno dei tre filoni sui qui quali si articola questo progetto che – lo ricordiamo – ha ottenuto il finanziamento (450mila euro) del Dipartimento Politiche Antidroga - Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Gli altri due filoni sono: riabilitazione; prevenzione e azioni di contrasto. Per quanto riguarda l’azione riabilitativa, le iniziative coinvolgono alcuni soggetti sanzionati per comportamenti non corretti alla guida, ammessi ai lavori di pubblica utilità e alla misura della messa alla prova. Il fine è il rafforzamento di una corretta percezione del rischio. L’approccio è quello della “psicologia del traffico”: puntare a responsabilizzare gli utenti, facendo sì che interiorizzino i migliori comportamenti da mantenere quando si trovano per strada, sia come conducenti, sia come pedoni. Terzo punto cardine attorno a cui si sviluppa il piano è l’azione preventiva e di contrasto dell'incidentalità stradale correlata al consumo di alcol e sostanze stupefacenti. In programma, incontri con la cittadinanza attuati da operatori di Polizia Locale e Protezione Civile, con distribuzione di materiale ad hoc, ma non solo. Tra le novità, la distribuzione di test etilometrici monouso e i controlli etilometrici a scopo preventivo.

«Sono particolarmente soddisfatto per l’avvio di questa campagna informativa – ha detto l’assessore alla Sicurezza, Polizia Locale e Protezione Civile Sergio Gambino –, innanzitutto perché ogni azione che mira alla sensibilizzazione in chiave preventiva risponde al modus operandi di questa amministrazione e poi perché abbiamo deciso di coinvolgere i giovani, non soltanto come target del messaggio, ma anche come ideatori. Si tratta di un progetto molto articolato che non si ferma alla campagna, ma che mette in campo una serie di operazioni rese possibili anche grazie al partenariato di Università di Genova e Automobile Club di Genova, che ringrazio a nome del sindaco».

«La sicurezza stradale è, come è ovvio, una delle mission basilari del Corpo – ha sostenuto il comandante della Polizia Locale del Comune di Genova, Gianluca Giurato –. Guidare in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti è un fattore che incide fortemente sul tasso di incidentalità. Promuovere quindi una campagna di questo tipo – non soltanto rivolta alle giovani generazioni, ma pensata anche da loro – non può che rappresentare un elemento positivo. Rimarco la comunità di intenti che unisce Polizia Locale, ACI e Università: in questo tipo di interventi agire insieme è fondamentale». 

«Il progetto è innovativo sotto diversi punti di vista – hanno sottolineato i professori Fabrizio Bracco e Marialinda Falcidieno – I comportamenti degli utenti della strada, e dei giovani in particolare, sono espressione di fattori complessi e articolati. Il progetto permette quindi di affrontare questa complessità grazie alle diverse azioni. Da un lato prevede un approccio variegato alla sicurezza stradale, non solo di contrasto, ma anche di prevenzione. La formazione riguarda non solo i giovani utenti attuali, ma anche i futuri, poiché prevede interventi rivolti agli studenti delle scuole superiori. Inoltre, la formazione è rivolta anche al personale di Polizia Locale e di Protezione Civile, per dare loro strumenti per impostare una relazione efficace con gli utenti e comunicare al meglio i rischi legati all’abuso di alcol e droga. Sempre sul piano della comunicazione, le campagne sviluppate nascono da idee fatte emergere da laboratori interdisciplinari di giovani universitari, capaci di portare proposte in linea con i destinatari dei messaggi, loro coetanei. Infine, oltre alla prevenzione, il progetto prevede la riabilitazione, con interventi di sensibilizzazione degli utenti sanzionati per comportamenti di guida non corretti, per aiutare le persone a dare un senso all’esperienza di messa alla prova, non tanto come punizione, ma come opportunità di crescita personale e di cittadinanza».

«Insieme al Comune di Genova – ha dichiarato il Presidente dell’Ac Genova, Carlo Bagnasco – porteremo avanti la campagna di sensibilizzazione nei confronti della cittadinanza e di tutti gli automobilisti, per un lungo periodo fino alla primavera 2023. È uno dei tanti impegni dell’ACI per la sicurezza stradale, rivolto non solo alle scuole ma anche al mondo della mobilità in generale, sempre in sinergia con le istituzioni».

«Un progetto impegnativo, ma di grande valore – ha aggiunto Raffaele Ferriello, direttore di Ac Genova – per il focus sugli incidenti stradali alcol correlati e per i diversi destinatari dell'attività di formazione e sensibilizzazione, i ragazzi delle scuole superiori, il corpo di Polizia Locale nonché in generale i cittadini genovesi quali utenti della strada.  È stata inoltre occasione per una stimolante collaborazione con l’Università di Genova nello strutturare i percorsi formativi».

Nervi, i commercianti chiedono la modifica della viabilità e un giro di vite da parte della polizia locale

Super User 26 Ottobre 2022 236 Visite

Il Civ Nervi Mare, riunitosi ieri martedì 25 ottobre, ha varato il nuovo direttivo presieduto da Massimiliano Cocozza, che succede a Tiziana Ravano, dimessasi da ogni incarico all’interno del consorzio in ragione della sua elezione nel consiglio municipale IX Levante. Vice presidente del Civ è stata invece designata Vanessa Spigno.

Sul tavolo, oltre alle nuove nomine, anche una puntuale serie di richieste a Municipio e Comune tese a modificare la viabilità del quartiere, ancora in fase di sperimentazione dopo i drastici cambiamenti dell’ultimo anno, con particolare riferimento a via Oberdan, piazza Duca degli Abruzzi e via Murcarolo. 

Nel dettaglio, i commercianti del Civ chiedono la riduzione da due ore ad una della zona disco di via Oberdan; la tracciatura e definizione di stalli di sosta per auto e moto; maggiori controlli da parte di polizia locale e ausiliari Amt; l’attuazione della zona a sosta limitata per i soli residenti in tutta piazza Duca degli Abruzzi; Zsl e disco orario anche in via del Commercio.

Al fine di una maggiore sicurezza e per consentire l’entrata e l’uscita da piazza Duca degli Abruzzi in entrambe le direzioni, il Civ chiede anche lo spostamento di circa una trentina di metri verso levante dell’attraversamento pedonale e del semaforo attualmente collocati all’intersezione tra via Donato Somma e via Costigliolo, da posizionare quindi tra la stessa via Somma e via Pallach.

In via Murcarolo, a sua volta teatro di numerosi incidenti anche mortali, il Civ chiede un giro di vite da parte della polizia locale teso a vigilare sul rispetto dei limiti, anche mediante l’installazione di rilevatori di velocità, segnaletica verticale e strisce pedonali luminose. Lungo la stessa via Murcarolo e via Pessale, infine, i commercianti chiedono la progettazione e l’attuazione di una Zsl e di una zona disco di un’ora tra le 8 e le 20, ripartita in proporzione al numero di residenti e di arrività economiche, oltre al ripristino della segnaletica orizzontale, con l’obiettivo di evitare i divieti di sosta in prossimità delle intersezioni.

Discorso della presidente Meloni alla Camera, Rixi: “Merito al centro dopo anni di svilimento”

Super User 26 Ottobre 2022 205 Visite

“Diritti e doveri tornano finalmente in primo piano. Il discorso in aula della presidente Giorgia Meloni rimette al centro dell’attenzione il merito, una qualità finora svilita. Molte delle cose proposte dalla Lega sono state rilanciate. La discussione sulla delega sui porti non esiste e il mare è finalmente visto come un asset nazionale strategico da valorizzare. Un discorso programmatico con radici profonde nel terreno del centrodestra, un percorso lungo cinque anni per la rinascita del nostro Paese”. Lo dice in una nota il deputato della Lega Edoardo Rixi, responsabile del dipartimento Infrastrutture.

Promozione del territorio, ‘La mia Liguria’ su tutte le maglie delle squadre liguri

Super User 26 Ottobre 2022 191 Visite

"La mia Liguria", marchio simbolo della promozione territoriale della nostra regione, tornerà sulle maglie del Genoa, in serie B, e comparirà per la prima volta su quelle dell’Entella, in serie C. Il provvedimento è passato questa sera in consiglio regionale e va a inserirsi nell’ambito delle iniziative di Regione Liguria per far conoscere a una platea sempre più ampia di persone le bellezze e le eccellenze del nostro territorio.

“Il mondo dello sport rappresenta un veicolo comunicativo di enorme impatto sociale, mediatico ed economico e una squadra gloriosa e ambiziosa come il Genoa saprà promuovere al meglio la nostra bellissima terra – ha spiegato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti -. La legge approvata per la prima volta lo scorso anno e riproposta per questa stagione riguardava le squadre liguri militanti nella massima serie ma con questa modifica, il marchio “LaMiaLiguria” apparirà anche su quelle di Genoa e Entella, allargando ancora di più il bacino di pubblico che potrà essere raggiunto”.

“Le campagne di promozione del territorio – aggiunge il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti - stanno portando ottimi risultati, con la Liguria che anche quest’anno si è confermata regina dell’estate e con numeri che confermano un sensibile aumento di presenze in tutti gli altri mesi dell’anno. Il logo, come già accaduto nei mesi scorsi in occasione di appuntamenti di interesse anche internazionale come Euroflora e il Salone Nautico, è pronto a cambiare in occasione di eventi speciali. E ora più che mai, coprendo tutte le leve professionistiche, andremo a casa dei nostri “avversari calcistici” portando su tutti i campi la nostra bellissima Liguria”.

Sanità, Consiglio regionale approva l’aumento della tariffa oraria al personale medico per prestazioni aggiuntive

Super User 25 Ottobre 2022 262 Visite

“Predisporre quanto necessario affinché tutto il personale medico che opera nei servizi dell’emergenza-urgenza, compresi anche gli specialisti nelle Specialità equipollenti e i medici dipendenti del 118, abbiano un omogeneo aumento pari a 100 euro della tariffa oraria percepita per le prestazioni aggiuntive. Tutti i gruppi consiliari hanno condiviso l’Ordine del giorno proposto dalla Lega e quindi l’Assemblea legislativa della Liguria ha approvato all’unanimità il documento, collegato al disegno di legge 134 sull’adeguamento dell’ordinamento regionale, che impegna la giunta a garantire l’aumento di indennità oraria delle prestazioni aggiuntive per tutte le figure mediche che operano con grande impegno e sacrificio in prima linea nella sanità ligure”. Lo ha dichiarato il consigliere regionale della Lega e presidente della II commissione Salute e Sicurezza sociale Brunello Brunetto.

Sicurezza, Giordano: “Passato all’unanimità odg del M5s per manutenzione e mappatura degli idranti antincendio”

Super User 25 Ottobre 2022 266 Visite

“Come M5S Genova, dopo i fatti dello scorso 14 ottobre in Vico Campopisano, abbiamo depositato due ordini del giorno per impegnare la civica amministrazione sulla questione della manutenzione e mappatura degli idranti antincendio. Oggi, in Aula, l’ordine del giorno è passato all’unanimità. Auspichiamo che l’impegnativa non faccia la fine della mozione del 2018, presentata per le stesse finalità ma poi rimasta lettera morta”. Lo dichiara il capogruppo municipale del M5S e vigile del fuoco Stefano Giordano.

“Con il voto di oggi in Consiglio, il Comune si è impegnato a pianificare una manutenzione programmata e continuativa (almeno una volta all’anno) su tutti gli idranti antincendio presenti sul territorio, al fine di evitare eventi che possano mettere a rischio l'incolumità pubblica. Vigileremo e qualora non si desse seguito all’impegno preso con i cittadini, presenteremo denuncia nelle sedi opportune”.

‘Barattolo dell’emergenza’, riparte l’iniziativa dei distretti Lions a favore di anziani e disabili

Super User 25 Ottobre 2022 427 Visite

Riprende a pieno regime dopo gli anni della pandemia la collaborazione tra Regione Liguria e i distretti Lions della Liguria per la promozione e la diffusione del progetto “Il barattolo dell’emergenza” finalizzato alla distribuzione a soggetti anziani, fragili o disabili di un barattolo giallo, da tenere sempre in frigorifero (o in un altro luogo immediatamente individuabile), contenente una scheda con tutte le informazioni di base indispensabili ai soccorritori in caso di emergenza. Si tratta di informazioni di tipo sanitario, come ad esempio quali farmaci vengono assunti, ma anche sociosanitario, come ad esempio numeri telefonici di riferimento, eventuali animali domestici, particolarmente importanti soprattutto in caso di situazioni di emergenza che richiedano l’intervento dei soccorsi. Il personale medico potrà così recuperare facilmente il barattolo e consegnarlo anche in ospedale, qualora la persona soccorsa non ricordi alcune informazioni o non sia in grado di comunicarle. 

I ‘barattoli’ vengono distribuiti gratuitamente ad anziani e/o disabili che ne faranno richiesta tramite farmacie, Pubbliche assistenze e associazioni di volontariato. Nel 2019 erano stati coinvolti 12 Distretti in Italia, con circa 280 Club: erano stati distribuiti oltre 80mila barattoli, di cui 10mila in Liguria.

“Dopo il protocollo siglato nell’ottobre del 2019 – ricorda il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti - questa preziosa attività, rivolta soprattutto alle persone anziane o disabili, ha inevitabilmente subito una battuta d’arresto a causa della pandemia. Oggi, grazie ai vaccini, siamo in una fase di convivenza con il virus che consente di riprendere e rilanciare questa iniziativa, con il pieno sostegno della Regione. Per questo voglio ringraziare i Lions e l’attività svolta dai Distretti su tutto il territorio, a protezione e supporto delle fasce deboli della popolazione. Questa collaborazione ci rende orgogliosi”.

“La nostra regione è caratterizzata da una popolazione particolarmente anziana e affetta da malattie croniche e pertanto particolarmente fragile – sottolinea l’assessore alla Sanità Angelo Gratarola - Di fronte a eventi di urgenza ed emergenza avere a disposizione un documento che rapidamente fornisca indicazioni ai soccorritori e ai curanti con la storia della clinica, i farmaci assunti, particolari patologie senza dover raccogliere gli stessi dati dal paziente, magari impossibilitato in quel momento, o dai parenti, magari non presenti in quel frangente, è strategico. Offre infatti vantaggi sia per la diagnostica sia per gli orientamenti terapeutici. Ringrazio quindi i Lions per l’iniziativa partita nel 2019 e che oggi riprende vigore dopo la pandemia. E’ a tutti gli effetti un valido strumento in grado di supporto agli operatori soprattutto nelle situazioni di emergenza”.

"L’iniziativa del Barattolo è eccellente proprio per la sua semplicità-aggiunge il presidente della Commissione regionale Sanità Brunello Brunetto- Un luogo alla portata di tutti dove conservare i documenti sanitari della persona e pronti all’uso in caso di emergenza: velocità e immediatezza sicuramente apprezzabili nel momento dell’urgenza e che sono certamente una marcia in più per la tutela della salute della persona".

Fondamentale per la buona riuscita dell’iniziativa è la collaborazione dei medici di medicina generale. “I medici di famiglia compileranno il foglio, con l’indicazione delle patologie da cui è affetto il paziente, dei medicinali eventualmente incompatibili con la persona, delle persone da contattare in caso di bisogno – spiega Fiorella Robba, referente del progetto per Piemonte e Liguria Lions Club International -. Il foglio viene messo in un vero e proprio barattolo, con l’indicazione di collocarlo nel frigorifero. Il frigo è un oggetto che in casa hanno tutti, di solito è il meno danneggiato in caso di incendio e al quale i soccorritori possono avere facilmente accesso. Per sapere se la persona è dotata di barattolo, sarà suggerito di mettere un piccolo contrassegno vicino al campanello dell’abitazione”.

Derattizzazioni, Campora, “Il progetto Sfratto sarà esteso ad altre zone di Genova e del centro storico”

Super User 25 Ottobre 2022 230 Visite

“Oltre alle derattizzazioni periodiche e straordinarie, il Comune di Genova ha avviato anche il progetto Sfratto che ha avuto un’attenzione a livello nazionale: l’associazione delle imprese di disinfestazione Anid ci ha invitati a Rimini per la presentazione del nostro progetto, che da diversi mesi, ha ottenuto risultati positivi. Abbiamo iniziato nella zona del Ghetto del centro storico, un’area critica dal punto di vista dei roditori, dove già con la realizzazione degli ecopunti è diminuita la presenza dei roditori. Inoltre, sono stati installati particolari tombini basculanti che sono ostacolo per i ratti in risalita, non impedendo comunque il deflusso acque. Andremo avanti su progetto Sfratto, che altre città vogliono imitare, estendendolo ad altre zone della città e del centro storico”. Lo ha annunciato l’assessore all’Ambiente Matteo Campora, rispondendo a un’interrogazione del consigliere Nicholas Gandolfo, capogruppo di Liguria al Centro che ha chiesto notizie sul progetto.

“Il problema dei roditori attanaglia le grandi città, da Parigi ad Amsterdam - ha anche detto l’assessore Campora -. Sotto il centro storico abbiamo cunicoli di secoli fa: abbiamo avviato campagne di derattizzazione straordinarie che hanno portato a buoni risultati. È importante che anche i privati procedano a derattizzazioni: ci sono immobili privati abbandonati, dove i roditori trovano situazione confortevole per annidarsi e proliferare”.

La Liguria in Europa: intervista a Marco Campomenosi, capodelegazione Lega al Parlamento europeo

Super User 25 Ottobre 2022 200 Visite

Nell’intervista a Genova3000, il capodelegazione della Lega al Parlamento europeo Marco Campomenosi, esperto in turismo, trasporti e commercio internazionale, affronta con Vittorio Sirianni i temi economici e politici che riguardano la Liguria.

Campomenosi, che a Bruxelles fa parte del Partito Identità e Democrazia, ha poi parlato del nuovo governo Meloni e ricordato il suo percorso politico, da quando era segretario di Matteo Salvini proprio al Parlamento europeo.

Comune di Genova dà via libera al ribaltamento a mare di Fincantieri, Benveduti: “Ennesimo passo avanti”

Super User 24 Ottobre 2022 272 Visite

"Il progetto di consolidamento e potenziamento a mare di Fincantieri è un segnale importante, non solo per Genova e la Liguria, che potranno nel prossimo futuro competere sui mercati internazionali grazie alla costruzione di navi di grandi dimensioni (180 mila tonnellate e 350 metri), ma per l'intero Paese, sia in termini economici e occupazionali che sociali - spiega l'assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti -. Il via libera da parte del Comune di Genova è solamente l'ultimo passo avanti di un progetto che seguiamo da tempo da vicino e che vedrà finalmente luce nel nostro territorio nei prossimi anni". 

"Ci auguriamo che il nuovo governo sia in grado di valorizzare questa unione d'intenti per traguardare un serio sviluppo della cantieristica navale, comparto che in Liguria riunisce attività ad alto impatto economico, spesso artigianali, che devono trovare spazi per crescere nella visione del porto del futuro", conclude l'assessore.

I 500 portalettere genovesi percorrono ogni anno 3milioni di Km, 72 volte il giro del mondo

Super User 24 Ottobre 2022 236 Visite

Ogni anno, i circa 500 portalettere della provincia di Genova percorrono 3.470.000 chilometri, equivalenti a 72 giri intorno alla terra, molti dei quali su mezzi ecologici e poco inquinanti.

Poste Italiane ha avviato in tutto il territorio nazionale un piano di sostituzione dei vecchi mezzi con veicoli “ecologici” per rendere la consegna della corrispondenza non solo agevole e sicura ma anche più sostenibile.

L’attenzione al green è confermata anche nel tempo libero da “IlnostroXcorso”, la nuova APP di Poste Italiane dedicata ai dipendenti e pensata per condividere un viaggio, un ricordo, un’emozione oppure una semplice fotografia.

Un vero e proprio percorso per collegare virtualmente tutta Italia, un modo per incentivare la mobilità “verde” nella vita di tutti i giorni, mettendo a disposizione un’applicazione che consente di caricare il post del proprio viaggio, dalle passeggiate in città e in campagna fino alle attività sportive in montagna o al mare, permettendo di inserire anche i chilometri percorsi e il mezzo ecosostenibile utilizzato.

Un’iniziativa che, oltre a promuovere una modalità sostenibile alla scoperta dei luoghi più belli dell’Italia, incoraggia la socializzazione tra i 120mila dipendenti di Poste Italiane da nord a sud.

L’iniziativa “IlnostroXcorso” ha riscosso notevole successo tra i dipendenti, in particolare in Liguria, in meno di 3 mesi sono stati già registrati sulla APP oltre 1000 km percorsi.

Il viaggio di Poste Italiane è iniziato 160 anni fa e prosegue oggi grazie ai suoi dipendenti, che uniscono le loro strade e i loro percorsi in un unico cammino.

Imu, incostituzionale l’obbligo per i coniugi di scegliere una sola casa di residenza

Super User 24 Ottobre 2022 350 Visite

La Corte costituzionale, con la sentenza 209/2022, qualche giorno fa ha giudicato illegittima la norma contenuta nella legge istitutiva dell’Imu (la legge di bilancio 2012, dl 201/2011, all’art. 13 comma 2) che vieta a due coniugi di avere l’esenzione Imu su entrambe le abitazioni quando ognuno dei due possegga un alloggio dove risiede e dove ha dimora abituale. La sentenza della Corte costituzionale è stata ottenuta anche grazie all’intervento in giudizio della Confedilizia e oggi apre la strada alla possibilità, per i proprietari interessati, di richiedere il rimborso delle imposte versate negli ultimi cinque anni e ora dichiarate non dovute.

“Come noto, la Consulta ha stabilito che, indipendentemente dal nucleo familiare, l’esenzione Imu per l’abitazione principale spetta sempre al possessore che risieda nell’immobile e vi dimori abitualmente. Per tutte le situazioni nelle quali questa regola non sia stata applicata, dunque, sorge il diritto alla restituzione delle somme pagate nell’ultimo quinquennio. A Genova e in Riviera abbiamo certamente molti casi interessati da questa sentenza”, fa notare Vincenzo Nasini, presidente di Ape Confedilizia Genova.

La legge di bilancio 2022 aveva anche reso più stringente la norma specificando che il divieto di doppia esenzione si applica anche nel caso in cui i due coniugi abbiano l’abitazione in comuni diversi; pertanto, prima della decisione i coniugi dovevano scegliere per quale immobile applicare l’esenzione, mentre sull’altro dovevano pagare l’Imu seconda casa.

Presso le associazioni territoriali della Confedilizia, presenti in tutta Italia, sono in corso di costituzione appositi “Sportelli Imu” per fornire consulenza e assistenza ai proprietari interessati, anche per la verifica della sussistenza dei requisiti (residenza anagrafica e dimora abituale) necessari per avere diritto all’esenzione.

Naturalmente, le attività da svolgere saranno diverse in funzione della situazione concreta in cui si trova il contribuente, considerato, ad esempio, che in alcune città i comuni avevano avviato attività di accertamento.

A Genova lo sportello è stato costituito presso la sede di Ape, in via XX Settembre 41, aperta da lunedì a mercoledì dalle ore 9 alle ore 17, giovedì e venerdì dalle ore 9 alle ore 13. Per richieste e prenotazioni si può scrivere una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  o chiamare allo 010 565149 oppure 010 565768.

Blue economy, l’assessore Maresca come il ministro Musumeci: entrambi hanno la delega al mare

Super User 23 Ottobre 2022 330 Visite

“La premier Giorgia Meloni ha deciso di inserire nell’esecutivo un nuovo dicastero dedicato al mare e di affidarlo al ministro Nello Musumeci. Non c’è mai stato un ministero simile nel Paese, l’ultimo che aveva una sembianza analoga è stato quello della Marina, definitivamente eliminato dal governo nel 1947”. Lo dice l’assessore al Mare e al porto di Genova, Francesco Maresca.

“La scelta dell’esecutivo - conclude Maresca - va in quell’ottica di dare alla blue economy quell’importanza strategica a livello nazionale, sulla scorta delle scelte effettuate dal sindaco Bucci, che tre anni fa aveva previsto per la prima volta nella storia di Genova l’assessorato al porto”.

In Liguria indice Rt pari a uno, Toti: “Situazione Covid sotto controllo”

Super User 23 Ottobre 2022 193 Visite

Si è stabilizzata la curva del contagio in Liguria. A confermarlo i dati diffusi da Alisa con un indice Rt pari ad uno da una settimana. "La situazione relativa all'andamento del virus in Liguria è assolutamente sotto controllo - afferma il presidente della Regione Giovanni Toti - anche per i ricoveri ospedalieri che si stanno stabilizzando. Il nostro sistema rimane comunque in allerta, pronto a incrementare i posti letto, sperando ovviamente che non sia necessario. Per questo, anche in vista dell'inverno, è indispensabile proseguire con le vaccinazioni per proteggere gli anziani e chi è più fragile, per evitare ulteriori ricadute sugli ospedali".

"Per quanto riguarda l’incidenza relativa ai nuovi casi in Liguria, sembra che sia stato raggiunto il plateau di questa ondata autunnale - dichiara il direttore di Alisa Filippo Ansaldi - Rispetto alla pressione ospedaliera, osserviamo che i nuovi positivi ricoverati stanno ancora aumentando, ma molto lentamente e la curva di crescita si sta appianando".

Per l'assessore regionale alla Sanità Angelo Gratarola "anche in questa fase va ribadita l'efficacia del rinforzo vaccinale anti covid, strumento cardine per mantenere stabile il dato evidenziato da Alisa ed evitare ripercussioni sulle capacità di risposta ospedaliera. A questo va aggiunta la vaccinazione antinfluenzale per rendere completa l'mmunizzazione, soprattutto delle fasce più fragili".

Resta comunque attivo il piano incrementale di posti letto negli ospedali liguri: "Per quanto riguarda il piano di 'preparedness' ospedaliero- conclude Ansaldi - la situazione in area metropolitana genovese ci consente di rimanere nella fase 1b che prevede una disponibilità di 143 posti letto Covid negli ospedali cittadini. Fino a quando resteremo, come siamo attualmente. entro il limite di 122 posti letto occupati, non sarà necessario passare alla fase successiva".

Nel caso il parametro limite (cut-off) venisse invece superato, gli ospedali genovesi andranno a rendere disponibili oltre 200 posti letto dedicati secondo i criteri indicati dal piano messo a punto da Alisa.

Aci Driving Experience, oltre 150 studenti genovesi hanno partecipato alla lezione di sicurezza stradale

Super User 23 Ottobre 2022 807 Visite

L’Automobile Club Genova, ACI Ready2Go, Questura di Genova e 118 Liguria hanno promosso “ACI Driving Experience", una giornata dedicata ad oltre 150 studenti delle scuole superiori di Genova con l’obiettivo di avvicinare i ragazzi, in età per il conseguimento della patente di guida, alla consapevolezza dei comportamenti corretti al volante, delle tecniche di controllo dei veicoli e di reazione alle situazioni di emergenza.

La ‘lezione’, che si è svolta lo scorso venerdì, è stata divisa in due parti: sulla terrazza del palazzo Aci Genova di viale Brigate Partigiane si è svolta la parte teorica; mentre sul Piazzale Kennedy, dove era stato allestito un percorso a slalom, gli studenti hanno potuto dimostrare la loro capacità al volante, sia sul bagnato sia situazioni di pericolo.

Sotto proponiamo le interviste di Vittorio Sirianni a: Carlo Bagnasco, Alberto Campanella e Raffaele Ferriello, rispettivamente presidente, vice presidente e direttore di Aci Genova; al Questore di Genova Orazio D’Anna; all’istruttore ACI Valerio Vella, alla dirigente della Polizia Stradale di Genova Paola Zappavigna; agli operatori del 118.

I VIDEO DELLE INTERVISTE

Sviluppo economico, Regione Liguria integra il piano delle iniziative promozionali 2022

Super User 23 Ottobre 2022 189 Visite

Regione Liguria, su proposta dell'assessore regionale allo Sviluppo economico e al Commercio Andrea Benveduti, ha approvato in giunta l'integrazione al piano annuale delle iniziative promozionali 2022, che consente la concessione di tutti i 303mila euro previsti dalla misura.

In particolar modo, con questa seconda parte di finanziamento viene definita la compartecipazione regionale a nuove iniziative importanti e di rilievo come la Genova BeDesign Week, Expandere Liguria 2022, Liguria Transatlantica, Mirabilia Food Experience, OliOliva e Tartufando.

"Il sostegno a iniziative che rappresentano un valido strumento di sviluppo promozionale delle produzioni locali e dell'economia nel suo complesso, è un impegno a cui non siamo mai venuti meno in questi anni - sottolinea l'assessore regionale allo Sviluppo economico e al Commercio Andrea Benveduti -. Con questo nuovo intervento, rafforziamo questa attenzione andando a finanziare tutte le iniziative di maggior rilievo che, da un lato hanno già raggiunto in passato risultati significativi e un impatto molto positivo sui territori sotto il profilo economico, turistico e occupazionale, e dall'altro rappresentano un'interessante innovazione nell'ambito delle politiche promozionali delle produzioni liguri".

Cavalli dell’Aveto, presidente Toti: “Nessun maltrattamento. Si evitino speculazioni”

Super User 23 Ottobre 2022 229 Visite

"Stiamo seguendo con attenzione la vicenda dei cavalli dell'Aveto e vogliamo rassicurare i tanti che mi hanno scritto preoccupati: la situazione è sotto controllo, i cavalli sono stati recintati in sicurezza in una zona erbosa nel comune di Borzonasca, con acqua e fieno in abbondanza come concordato con tutti i soggetti interessati. Sono anche presidiati costantemente. Maltrattare i cavalli, portarli al macello o sfruttarli non è nella volontà di nessuno tanto meno la mia". Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, in merito alla vicenda dei sette cavalli dell'Aveto che ora si trovano in un recinto nei pressi del lago di Giacopiane.

"Questi animali - ricorda Toti - hanno creato alcuni disagi e provocato altrettanti incidenti agli abitanti della zona pertanto possono rappresentare un pericolo per l’incolumità pubblica. Per questo l’intenzione, se le analisi che verranno fatte daranno esito positivo, è semplicemente quella di trasferirli in altura lontano dalle case, senza fare loro del male. Ogni operazione - sottolinea il governatore - sarà fatta alla luce del sole e verificabile da tutti coloro che vorranno controllare. Questo significa essere dalla parte degli animali, tutelando e rispettando anche le esigenze dei cittadini. Evitiamo di speculare o alimentare timori e paure sulla sorte dei cavalli che non esistono, come è stato fatto pochi mesi fa con i cinghiali di Spezia".

Disagio giovanile, Regione Liguria dà il via a una ricerca per poi impostare azioni di sostegno

Super User 22 Ottobre 2022 442 Visite

La giunta regionale della Liguria, su proposta dell’assessore alle Politiche giovanili Simona Ferro, ha deliberato l’avvio di un’indagine di approfondimento che delinei il punto di vista e le necessità dei giovani, in modo tale da avere indicazioni e delineare linee guida per impostare i futuri bandi e, in senso più ampio, le politiche di sostegno a loro rivolte.

Il progetto, coordinato da Regione Liguria in partnership con ALiSEO, è rivolto a un target di popolazione che va dai 16 ai 30 anni, e mira a portare a compimento un’indagine che individui non solo una serie di buone pratiche sviluppate dagli

stakeholder che operano con i giovani, così da individuare metodologie e progettualità efficaci, ma che esplori anche il punto di vista dei giovani.

“I giovani vivono un periodo storico sicuramente complesso, si pensi ad esempio agli effetti causati dalla pandemia che ha limitato e trasformato profondamente la loro vita quotidiana - spiega l’assessore Ferro - incidendo su un settore fondamentale per lo sviluppo come la socialità e a scuola, e generando un diffuso senso di incertezza e di precarietà. Per questo è fondamentale impostare un lavoro d’indagine per individuare le aree d’intervento ritenute dai giovani prioritarie, per raccogliere il loro punto di vista su progetti ed interventi a loro destinati in termini di utilità ed efficacia - aggiunge l’assessore -. Questo ci permetterà di mettere in atto tutta una serie di azioni di contrasto al disagio su tutto il territorio ligure con provvedimenti mirati e studiati tenendo conto delle esigenze e delle necessità di questa categoria”.

Nuovo governo, sindaco Bucci: “Buon lavoro a Giorgia Meloni e ai suoi ministri”

Super User 22 Ottobre 2022 188 Visite

“Buon lavoro a Giorgia Meloni e ai suoi ministri, tra i quali il genovese Paolo Zangrillo. Ci auguriamo che possano lavorare con competenza, serenità e determinazione a servizio del Paese in un momento storico così difficile. Aspettiamo la nuova Presidente del Consiglio presto a Genova!”. Lo scrive sulla sua pagina Facebook il sindaco Marco Bucci.

Protesta contro il tunnel della Valfontanabuona, sindaco di Rapallo: “Creata per strumentalizzare l’argomento”

Super User 22 Ottobre 2022 501 Visite

“Desidero rendere note alcune precisazioni in merito alla manifestazione contro la realizzazione del tunnel della Valfontanabuona che si è tenuta questa mattina di fronte al palazzo comunale”. E’ quanto si legge in una nota del sindaco di Rapallo, Carlo Bagnasco.

“Una nutrita rappresentanza dell’amministrazione insieme a me - prosegue il sindaco - ha dato piena disponibilità ad incontrare una delegazione dei manifestanti per ascoltarne e riceverne le istanze, tuttavia questa proposta è stata nettamente e a più riprese declinata dagli organizzatori. Una chiara dimostrazione dell’intento di questa iniziativa, finalizzata a strumentalizzare l’argomento piuttosto che ad instaurare un reale dialogo”.

“Il documento che è stato protocollato dal comitato sarà oggetto di approfondite valutazioni”, conclude Bagnasco.

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip