Skin ADV

Notizie

Luca Bucci aspirante infettivologo: il frate-medico specializzando nella clinica diretta da Bassetti

Super User 14 Ottobre 2023 1233 Visite

Nuova esperienza professionale per fra Luca Maria Bucci, fratello minore del sindaco di Genova. Da novembre, il frate-medico inizierà la sua specializzazione in malattie infettive presso il reparto diretto dal professor Matteo Bassetti.

L’aspirante infettivologo - che per poter accedere all’ospedale San Martino ha dovuto superare un concorso nazionale - dovrà lasciare la residenza per anziani Camaldolina, a Righi, dove fino alla fine del mese presterà servizio come medico della struttura.

“Le mie numerose missioni umanitarie in Africa mi hanno messo più volte a confronto con le malattie infettive: così è nata la mia decisione di specializzarmi in queste patologie”, ha detto fra Luca a Genova3000.

A breve quindi il professor Bassetti avrà un’arma in più per sconfiggere i virus: le preghiere del cappuccino Luca.

Ospedale San Martino, trasmessa in anteprima l’opera lirica ‘A midsummer night’s dream’

Super User 13 Ottobre 2023 630 Visite

Ha preso il via questa mattina, nella sala di somministrazione della chemioterapia del Cancer Center al San Martino di Genova, la “prima diffusa” di “A midsummer night's dream”, l’opera scelta per inaugurare la stagione lirica e sinfonica 2023-2024 del Teatro Carlo Felice. Grazie al progetto “prima diffusa”, sostenuto da Regione Liguria per condividere con i cittadini e con il territorio questo importante momento per il panorama culturale genovese, a partire alle 11.30 i pazienti hanno potuto seguire la rappresentazione in anteprima, trasmessa in versione video nella sala. L’opera “A Midsummer Night's dream” sarà diffusa oggi alle 15:30 anche nella Rsa Residenza Anni Azzurri di Sestri Ponente; alle 20, orario di inizio dello spettacolo al Carlo Felice, sarà trasmessa nel teatro del carcere di Marassi e nel Centro Residenziale e Semiresidenziale Disabili di Quarto.

“Sono venuta nella sala di somministrazione della chemioterapia del Cancer Center dell'Ospedale San Martino di Genova dove si stanno diffondendo le note di "Midsummer Night's dream”, che questa sera debutterà al Teatro Carlo Felice di Genova - dichiara Jessica Nicolini, coordinatrice delle politiche culturali di Regione Liguria - Entrare in questa sala significa respirare dolore e sofferenza ma per fortuna anche tanta speranza. E noi speriamo che la musica, l'arte e la bellezza possano poter dare anche un minimo sollievo a queste persone in un momento così difficile. È solo l'inizio di un percorso per cui ringrazio il direttore Marco Prioli, il direttore sanitario Gianni Orengo, i medici e gli operatori che hanno supportato questa idea con entusiasmo e operatività”.

“A Midsummer Night's dream” è un’opera in tre atti di Benjamin Britten, su libretto proprio e di Peter Pears, basata sull’omonima commedia di William Shakespeare. La direzione dello spettacolo al Carlo Felice è affidata a Donato Renzetti, direttore emerito del teatro, con la regia del tenore, direttore d’orchestra e direttore artistico Laurence Dale. Il nuovo allestimento è stato realizzato dalla Fondazione Teatro Carlo Felice in collaborazione con la Royal Opera House di Muscat in Oman.

Lavoro, 30 milioni per i nuovi centri per l’impiego liguri

Super User 13 Ottobre 2023 394 Visite

Con la consegna delle chiavi, avvenuta questa mattina da parte del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e dell'assessore al Lavoro e Politiche attive dell'Occupazione Augusto Sartori alla ditta Bozzo Impianti Srl, si da il via ai lavori di riqualificazione e potenziamento dei locali del Centro per l’Impiego Genova Centro di via Cesarea e di via Ippolito d’Aste.

L’attività di progettazione del restyling tecnologico e di grafica ambientale (basata su una nuova identità visiva tramite utilizzo di colori e grafiche) dei Centri per l’Impiego è stata avviata da Regione Liguria a partire dal 2021. L’investimento complessivo a disposizione per il potenziamento infrastrutturale e dell’organico dei Centri per l’Impiego è di circa 30 milioni di euro, di cui oltre 11 milioni destinati all’ammodernamento delle sedi.

Al termine di tutti i lavori previsti i Centri per l’Impiego della Liguria saranno 14: inizialmente erano 15 ma per la città di Chiavari è stata colta l’opportunità di allocare il Cpi e il Collocamento Mirato nella stessa sede. Nelle sedi di Ventimiglia, Albenga e Chiavari i lavori sono già stati completati negli scorsi mesi.

L’investimento previsto per la sede di Genova Centro è pari a 490 mila euro e i lavori prevedono di intervenire al piano terra di via Ippolito d’Aste e al piano terra, primo e quarto piano di via Cesarea. Principalmente verranno adeguati gli impianti elettrici, antincendio e recuperatore di calore e saranno realizzate opere di finitura per il miglioramento della fruizione degli spazi interni. I lavori saranno eseguiti per piano e saranno coordinati, così come già avvenuto nelle altre sedi in cui sono in corso gli interventi, in modo da garantire la funzionalità del Centro per l'Impiego stesso senza alcun disagio per l'utenza. Il termine degli interventi è previsto per la primavera del 2024. 

“In Liguria - spiega il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti - la disoccupazione scende sensibilmente, più che nel resto d’Italia, segno che la nostra economia va nella direzione giusta. È con questa prospettiva di crescita che oggi, come già fatto altre volte, riqualifichiamo un nuovo Centro per l’impiego di Regione Liguria. Si tratta di luoghi che acquistano sempre più centralità e che necessitano di maggiore efficienza in questo periodo in cui la nostra economia ha bisogno di manodopera, continuità tra formazione, centri per l’impiego per indirizzare l’offerta laddove ce n’è bisogno, e ovviamente il dialogo con il mondo delle imprese. Altrettanto importante è il sistema di garanzia dell’occupabilità del lavoro voluto e inserito nel Pnrr. Quest’ultimo ci consentirà di formare nuove professionalità e di conseguenza indirizzare più persone verso il mondo del lavoro”.

“Con la consegna delle chiavi alla ditta che eseguirà i lavori stiamo proseguendo il nostro impegno sui tanti fronti nelle politiche occupazionali – ha dichiarato l'assessore Sartori –. Ricordo, oltre agli investimenti per l'ammodernamento dei Centri per l'impiego come appunto questo situato in pieno centro a Genova, anche i bonus erogati dal Patto del Lavoro per il Turismo e i 'Carreer Day' che abbiamo lanciato in diverse località. Ricordo anche che i Centri per l'Impiego sono le sedi per l'attuazione del programma 'Gol' avviato nel luglio 2022 e che, al 30 settembre, vede oltre 27 mila persone inserite in Liguria: rispetto agli obiettivi assegnati alla nostra Regione per l’anno in corso stiamo mantenendo un passo che ci permetterà di raggiungerli pienamente”. 

Scendendo nel dettaglio, sono 27.489 in Liguria le persone inserite ad oggi nel programma Gol: di queste, 14.597 (83,9% del target per un obiettivo di 17.400) sono le persone in carico per l’anno 2023 e, per quel che riguarda le persone a cui fare una proposta formativa, si è superato di quasi il 200% l’obiettivo di 3.996 utenti.

Consiglio regionale, Mai: “Prosegue l’iter della proposta di legge della Lega sulla taglia sui piromani”

Super User 13 Ottobre 2023 300 Visite

“Prosegue in Regione Liguria l’iter della proposta di legge della Lega per istituire una taglia sui piromani. In IV commissione territorio e ambiente sono stati sentiti i Vigili del Fuoco e l’associazione Avvocati amministrativisti Liguri, grazie alla quale farò ulteriori approfondimenti. Ricordo che la legge depositata in Consiglio regionale, prevede di alzare il tetto delle sanzioni fino a 10mila euro per chi appicca dolosamente incendi e di istituire un premio in denaro di 3mila euro a chi fornisce informazioni utili a identificare i piromani”. Lo dichiara in una nota il capogruppo della Lega in consiglio regionale Stefano Mai.

“Un modo - prosegue la nota - per scoraggiare coloro che appiccano incendi mettendo in pericolo vite umane, animali, ambiente e il nostro territorio. Gli introiti delle sanzioni saranno destinati per un 50% al ripristino, al recupero e al miglioramento dei territori incendiati e per l’altra parte a potenziare il sistema regionale dell'antincendio boschivo”.

“Ricordo ai cittadini che è fondamentale la tempestività con cui si avvistano gli incendi e che serve la collaborazione di tutti per fermare i piromani”, conclude il consigliere regionale della Lega.

Ex Ilva, Benveduti: “Per il governo è importantissimo mantenere la vocazione industriale del Paese”

Super User 13 Ottobre 2023 565 Visite

 

“Nell’ambito della filiera dell’acciaio, l’ex Ilva costituisce ancora oggi un tassello indispensabile e strategico per una nazione industrializzata, oltreché un punto di possibile sviluppo. Abbiamo apprezzato le parole del ministro Urso, che ringraziamo per la sempre attenta disponibilità e la concreta capacità di analisi con cui ha ribadito la necessità di mantenere questa vocazione industriale, che caratterizza in maniera forte il tessuto economico del Paese. Continua però ad essere fonte di preoccupazione la scarsa trasparenza, oramai di lunga data, dell’azionista di maggioranza nel condividere ed esplicitare progetti industriali e di investimento. Ci auguriamo che il difficile lavoro di tessitura che da mesi impegna il governo possa presto concretizzarsi in soluzioni positive per la Liguria e l’Italia intera, salvaguardando e rilanciando impianti e occupazione”. Lo dice l’assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti, a margine dell’incontro al Ministero delle Imprese e del Made in Italy con il ministro Adolfo Urso e alla presenza del presidente di Regione Liguria Giovanni Toti.

Palazzo Ducale, le celebrazioni della Giornata di Genova e di Colombo

Super User 12 Ottobre 2023 1023 Visite

A 531 anni dall’impresa di Cristoforo Colombo, Genova oggi celebra, come da tradizione, il Columbus day con la cerimonia istituzionale a Palazzo Ducale.

La cerimonia, anche quest’anno, è stata preceduta anche dalla deposizione della corona a Porta Soprana, per tradizione la casa del celebre navigatore, alla presenza dei gruppi storici genovesi, dell’assessore alle Tradizioni Paola Bordilli, in collaborazione con l’associazione A compagna e il consolato Usa a Genova.

A Palazzo Ducale, nel Salone del Maggior Consiglio, si è svolta la Cerimonia Colombiana, alla presenza del ministro per la Pubblica amministrazione Paolo Zangrillo, dei rappresentanti delle istituzioni, con il conferimento dei Premi Colombiani, la consegna della Medaglia Città di Genova e il Conferimento del titolo di Ambasciatori di Genova nel mondo.

Dopo l’intervento del vicepresidente del Centro Studi Colombiano Carlotta Gualco, il saluto istituzionale del sindaco di Genova Marco Bucci. 

«Siamo orgogliosi di celebrare oggi il 531° anniversario della scoperta dell'America – ha detto il sindaco Bucci - Il 12 ottobre del 1492 è una data fondamentale nella storia dell'umanità. Cristoforo Colombo, il primo esploratore a viaggiare con una mappa e per questo riconosciuto come pioniere della modernità, scopriva un nuovo mondo, il Medioevo terminava e aveva inizio l'Era moderna. In questa giornata così densa di significato, conferiamo come di consueto il titolo di ambasciatore di Genova nel mondo ai nuovi rappresentanti a cui affidiamo il compito di promuovere la nostra città in ambito internazionale. Vogliamo che Genova torni ad essere riconosciuta come una città Superba per le sue bellezze, per le sue potenzialità e per le grandi opportunità che può offrire in tutti i campi. Lo facciamo anche nel nome di uno dei suoi figli più celebri, che ha rappresentato e continua a rappresentare un simbolo di coraggio e intraprendenza. Come da tradizione, il nostro saluto va anche ai liguri e genovesi lontani da casa, fieri del legame che mantengono con la nostra terra».

«Essere qui oggi nella mia città natale, in rappresentanza del Governo è per me un grande onore e permettetemi anche una forte emozione perché mi consente di ricordare insieme a voi non solo un illustre concittadino come Cristoforo Colombo ma anche di riconoscere il valore di coloro che hanno contributo a tenere alto il nome della città in Italia e all’estero – ha dichiarato il ministro Zangrillo - Le giornate dedicate a Colombo rappresentano una tradizione per tutta la Liguria come segno di riconoscimento nei confronti di un esploratore che ha reso Genova e l’Italia protagonista del mondo. Esprimo un forte ringraziamento ai vincitori dei tre premi per essersi contraddistinti nei loro settori» 

I Premi Colombiani

Il Premio internazionale delle Comunicazioni è stato conferito dal ministro per la Pubblica amministrazione Paolo Zangrillo a Netalia Srl, “per il fondamentale contributo apportato dall’Azienda all’innovazione e lo sviluppo digitale made in Italy garantendo alle imprese italiane e alla PA gli strumenti per l’elaborazione e la conservazione in sicurezza dei dati”.

L’azienda genovese, fondata nel 2010, offre competenze specialistiche e servizi, nel mondo ICT, dedicati alle esigenze della Pubblica Amministrazione e della grande e media impresa del Paese. Eroga servizi infrastrutturali in cloud sviluppando strumenti per l’elaborazione e la conservazione in sicurezza dei dati come la piattaforma nazionale di “Public Cloud”, indipendente da strutture estere. Nel maggio di quest’anno, il Public Cloud Netalia ha ottenuto le qualificazioni dell’Agenzia per la cyber sicurezza nazionale di livello 3 per analizzare tutti i dati della PA, inclusi quelli strategici. 

La Medaglia colombiana, assegnata a chi “si sia distinto per coraggio, impegno negli studi, audacia di realizzazione in prove di alto significato umano”, è stata conferita e consegnata dal prefetto di Genova Renato Franceschelli al Maestro Michele Trenti. Nella motivazione si legge: “Grande musicista, Fondatore e Direttore Artistico dell’Orchestra Filarmonica Genovese e Presidente dell’Associazione Amici di Paganini, per lo straordinario impegno nella promozione della Città di Genova”. Nato a Genova nel 1961, ha studiato chitarra con il maestro Bersano poi pianoforte e composizione a Graz (Austria). È stato direttore artistico dell’associazione Filarmonica Genovese, ha fondato l’Orchestra Filarmonica Giovanile di Genova divenendone direttore principale. Ha curato a Genova le manifestazioni musicali per le celebrazioni del 500° anniversario della scoperta dall’America. Nel 2003 è stato incaricato del progetto finanziato dalla Commissione di Bruxelles per la presentazione internazionale di Genova Capitale Europea della Cultura 2004. È curatore scientifico del Paganini Genova Festival e vice segretario generale del Premio Paganini.

Il Premio internazionale dello Sport è stato assegnato a Diego Negri “in segno di riconoscimento per gli incredibili successi conseguiti durante tutta la carriera, coronati dalla vittoria del campionato del mondo di vela della classe Star nel 2022”. Nato a Sestri Levante nel 1971, si forma nella scuola di vela del Club del Mare di Diano Marina, di cui è oggi direttore sportivo; ha praticato la vela dall’età di 6 anni e iniziato l’attività agonistica nella classe Optimist. Vanta tre partecipazioni ai Giochi Olimpici come atleta delle Fiamme Gialle: Sydney 2000 e Atene 2004 con il singolo Laser Standard e Pechino 2008 nel doppio Star. In Germania nel 2022, ha conquistato il campionato del mondo della classe Star e, quest’anno, a Marblehead in Massachussets, il campionato del mondo della classe Star.

La medaglia Città di Genova è stata assegnata al fumettista, animatore e illustratore della città di Genova a Enzo Marciante, che a 24 anni esordì con la “Storia di Genova a fumetti” per la casa editrice Sagep. Ha stampato in 4 volumi le avventure di “Pisquino da Volastra”, bizzarro personaggio fantasy ante litteram, derivato da studi sulla Genova del Cinquecento. Nel 2019 l ’Archivio di Stato di Genova gli dedica la grande Mostra annuale del 2019 intitolata “Ti racconto la Storia di Genova”. Pubblica per molti anni sui settimanali Più, TV Junior e Corriere dei Piccoli con personaggi creati dalla sua fantasia, tra cui, l’Ispettore Bobop, il Mago Ignazio e la Fata Bertilla. Collabora a serie famose come Ape Maia, Tiramolla e Pantera Rosa.

La medaglia Città di Genova è stata assegnata alla memoria di Paolo Odone, presidente della Camera di Commercio di Genova per quasi vent’anni, scomparso lo scorso aprile, “in segno di riconoscimento per l’essenziale contributo, impegno e convinzione con cui ha perseguito per tutta la vita l’obiettivo di migliorare la sua amata città”. Medaglia alla memoria anche dell’ingegner Giuseppe Celle, morto nel 1924, “a ricordo del suo ventennale lavoro nella progettazione e costruzione del più grande complesso ospedaliero dell’epoca” nel centenario dell’inaugurazione dell’ospedale San Martino.

È stato presentato il progetto "Cristoforo Colombo rivive attraverso l’Intelligenza Artificiale", in collaborazione con National Italian American Foundation (NIAF), Ocean Race e Consolato Generale d’Italia a New York, con l’intervento dell’on. Susy De Martini, ambasciatrice di Genova nel Mondo e senior consultant per le relazioni internazionali.

Dopo il saluto finale ai Liguri nel mondo da parte del Presidente Associazione Liguri Nel Mondo Mario Menini e del presidente de A Compagna Franco Bampi, il sindaco Bucci, sul palco insieme al coordinatore degli Ambasciatori di Genova nel mondo-AGW Giuseppe Franceschelli, ha nominato nuovi 17 ambasciatori di Genova nel mondo.

Luca Barabino. Fondatore e CEO di Barabino & Partners Società Benefit. Nata nel 1985 oggi si sviluppa con oltre 140 dipendenti e collaboratori e ricavi per circa 22 milioni di euro. Oggi il Gruppo ha società operative e uffici oltre che in Italia, in Uk, Germania, Francia, Belgio e Usa, ma mantenendo la sede originale di Genova. Ha seguito la ristrutturazione e il rilancio dell’impianto Polisportivo La Sciorba (Area stadio), denominato “La Cantera Stadium Barabino & Partners”.

Luca Clavarino. Architetto, fellow emeritus del Royal Institute of Chartered Surveyors/RICS, Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana e Cavaliere d’Onore e Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta. Project Manager di grandi progetti di sviluppo e riqualificazione immobiliare e urbana. Nel 2012 si è trasferito a Lugano. Unico italiano tra i fondatori dell’associazione luganese ProGottardo ferrovia d’Europa, negli ultimi anni si è occupato della promozione del completamento, a sud di Lugano, del corridoio ferroviario. 

Matteo Daste. Nato a Genova nel 1975, vive da oltre 20 anni a San Francisco. È socio in Mayer Brown LLP, uno dei più grandi studi legali internazionali al mondo. Dirige il practice group ECVC, dove si occupa di operazioni di corporate finance e venture capital nel settore dell’innovazione tecnologica in Silicon Valley. È anche attivo come investitore in startups. È cavaliere all’Ordine della Stella d’Italia.

Edoardo Fantino. Direttore Generale e Consigliere di Amministrazione della Banca Passadore. È membro del Consiglio Generale di Confindustria Genova, presidente della Sezione Finanza e Assicurazione di Confindustria Genova, membro della Commissione Regionale ABI e membro della Consulta della Facoltà di Economia di Genova per il Corso di Laurea in Economia della Banca, della Borsa e delle Assicurazioni.

Fabrizio Galluzzi. Ingegnere, ha fondato TB Engineering, società di consulenza e trading di prodotti industriali che opera sul mercato internazionale, principalmente nel campo della produzione di elettrodomestici.

Sebastiano Gattorno. Fonda la Società S.G.F., Società Genovese Finanziaria, di cui è proprietario, presidente e amministratore delegato. S.G.F. acquisisce società come: Luigi Serra, Merzario, Odino Valperga, Gruppo Tripcovich di Trieste e altre, impiega più di 3.000 persone nel mondo. È vice presidente esecutivo di Interglobo Project, membro del Cda di Filse e di Sennder Spa, partecipata dalle Poste Italiane.

Paolo Guglielmini. Ingegnere meccanico, ha lavorato nel laboratorio di ricerca in fisica nucleare CERN. È CEO della Hexagon AB, gruppo svedese specializzato nella cattura ed elaborazione software del dato 3D in varie applicazioni industriali.

Giuseppe Isoleri. Già vice direttore della sede di Genova della Banca Popolare di Novara, è presidente dell’Associazione “Amici del Carlo Felice e del Conservatorio N. Paganini” e socio fondatore dell’Associazione Amici di Paganini, Consigliere nel Consiglio Nazionale delll’UNCALM Unione Nazionale Circoli e Associazioni Lirico Musicali.

Luisella Mazza. Luisella Mazza è nata a Genova nel 1982 e vive a Londra, dopo un periodo trascorso a Barcellona e a Dublino. Dal 2005 lavora in Google. Coltiva la passione per la letteratura e l’arte: suo romanzo d'esordio, "Bum Bum Bum", è stato pubblicato da Fazi Editore a luglio di quest'anno e presentato al Book Pride Festival di Genova.

Silvia Monga. Regista e sceneggiatrice pluripremiata a livello nazionale e internazionale. Con i suoi lavori, proiettati in Italia e paesi esteri, distribuiti nei cinema, piattaforme streaming, canali Rai e promozioni in trasmissioni Rai/Mediaset, porta cultura, tradizioni, storia e bellezze paesaggistiche della nostra città in Italia e nel mondo.

Carlo Pernat (ha ritirato l'onorificenza la figlia Serena Pernat). Dopo aver lavorato nell’ufficio stampa della Piaggio, passa prima al Reparto Corse della Gilera e poi alla Cagiva. Dal 1991 è il direttore sportivo dell’Aprilia nel motomondiale. Nel 1998 è responsabile di comunicazione e marketing del Genoa. Torna poi nel paddock con altre vittorie mondiali da manager con Loris Capirossi e Marco Simoncelli.

Fabio Pesto. Fondatore e presidente della Pesto Sea Group. Vice presidente Assonautica Italiana, nel 2017 costituisce e diventa presidente di Liguria for yachting, rete di porti turistici liguri. Fondatore dell’associazione Genoa for Yachting. Attualmente residente in Sud Africa, dove ha recentemente aperto una nuova società Pesto Sea Group South Africa con sede a Città del Capo. 

Daniela Picco. (ha ritirato l'onorificenza la mamma Alina Morini). Genovese di adozione, sposata, 2 figli, dal 2019 Executive Director della MSC Foundation, che sostiene cause di vari ambiti sociali. Tra i progetti genovesi, il restauro della facciata della cattedrale di San Lorenzo e un progetto di riqualificazione ambientale nell’area sottostante al nuovo ponte San Giorgio.

Daniele Pratolongo. Dopo aver lasciato Genova poco più che ventenne, lavora in Indonesia e poi a Singapore dove getta le basi per la nascita Rocktree, che, da un piccolo gruppo per la logistica locale, oggi impiega mille dipendenti, ha una sede a Genova e opera in quattro continenti. 

Camilla Roghi Veronesi (ha ritirato l'onorificenza la sorella Chiara Roghi). Sposa Bruno Veronesi, vice console Onorario d'Italia per lo Stato del Paranà e si trasferisce in Brasile. È presidente dei " I Bravissimi", associazione che promuove la diffusione della cultura italiana in Brasile. Dal 2006 è la responsabile del vice consolato onorario d'Italia nel Paranà filtro principale del Consolato Generale d'Italia per le pratiche di riconoscimento di cittadinanza e assistenza generale ai concittadini residenti in Brasile.

José Scanu. Intraprende, da giovanissimo la carriera concertistica. Dal 1989 al 2010 ha accompagnato il M° Mario Trabucco, curatore del Cannone di Paganini. Dal 2012 il Comune di Genova gli ha conferito incarico di valorizzare la chitarra Gennaro Fabbricatore del 1821, liutaio in Napoli, appartenuta a Giuseppe Mazzini e custodita al Museo del Risorgimento di Genova.

David Yang (ritira il Presidente PSA Italia Marco Conforti). Regional ceo di PSA per l'Europa, il Mediterraneo e le Americhe. È membro del senior Management Council di PSA International dal 2008. In qualità di Direttore del Centro di Milano, ha promosso e realizzato importanti investimenti da parte di multinazionali italiane e svizzere che hanno utilizzato Singapore come centro di produzione e servizi a livello regionale e globale nei settori dell'elettronica, della chimica, delle scienze della vita e dell'ingegneria di precisione.

Consiglio regionale, Lega: “Sansa-Robespierre dovrebbe dimettersi, ma noi restiamo garantisti”

Super User 12 Ottobre 2023 363 Visite

“Se il consigliere regionale Ferruccio Sansa fosse coerente con la sua stessa logica da Robespierre oggi dovrebbe dimettersi. Il 'moralizzatore' che nelle ultime ore ha chiesto le dimissioni di Alessandro Piana per un caso in cui il vice presidente della Regione non è nemmeno indagato, se fosse coerente con le sue stesse idee - alla luce dell'inchiesta della Procura di Genova su una possibile circonvenzione di incapace che coinvolge la moglie con relativo sequestro del conto corrente e sospensione dall'ordine degli avvocati - dovrebbe applicare sul suo caso le stesse teorie da neo Robespierre che predica per altri”. Così si legge in una nota del gruppo Lega in Regione Liguria.

“Sansa - prosegue la nota - ha trasformato più volte l’aula del Consiglio regionale in un tribunale inscenando veri e propri ‘linciaggi’, non solo nei confronti del vicepresidente Piana. Posizioni da cui la minoranza e il suo stesso gruppo consiliare hanno più volte preso le distanze.

“La Lega, al contrario di Robespierre-Sansa, non mette nessuno alla gogna perché ritiene che la presunzione d’innocenza prevista dalla nostra legislazione fino al terzo grado di giudizio sia una cosa seria. Restiamo garantisti e al consigliere Sansa auguriamo che, insieme alla moglie, riesca a dimostrare la più completa estraneità ai fatti”, concludono i consiglieri regionali della Lega.

Via del Campo, appuntamento in musica con Festinese

Super User 12 Ottobre 2023 298 Visite

Appuntamento con la musica d’autore venerdì prossimo, 13 ottobre, ore 17:30, alla Casa del cantautore di via del Campo 29r. Il giornalista e critico musicale Guido Festinese presenta "Schiena Dritta/Per Gianmaria testa": un libro con CD che ha realizzato insieme al cantautore Paolo Gerbella e al fotografo d'arte Maurizio Logiacco. Sono racconti, canzoni e immagini legati in modo armonico dall’abilità narrativa di Festinese.

Paolo Fizzarotti

Solidarietà, Stelle nello Sport e Decathlon insieme per il Madagascar

Super User 12 Ottobre 2023 403 Visite

Nuovo capitolo nell’ambito del progetto Stelle nello Sport a sostegno di “Insieme x il Madagascar”. L'obiettivo è quello di dotare la Diocesi di Antsiranana di un centro polisportivo che permetta a molti giovani di praticare sport fornendo una valida alternativa alla strada.

"Abbiamo voluto sposare il progetto di Next Onlus e iniziare un bellissimo percorso al fianco del prof. Umberto Valente - sottolinea Michele Corti, presidente di Stelle nello Sport -. Abbiamo acquistato attrezzature e materiali sportivi che sono in partenza per l'Africa. E tantissimo materiale ci è stato donato da alcune associazioni che si sono unite a noi in questa bellissima iniziativa".

Oggi il progetto fa un ulteriore salto di qualità, grazie alla partnership tra Stelle nello Sport e Decathlon. Tutti coloro che acquisteranno presso i negozi Decathlon potranno "regalare" punti al progetto Insieme per il Madagascar, senza alcun costo. È sufficiente al momento dell'acquisto abbinare la propria carta alla tessera numero 2092662416488 di Stelle nello Sport. In questo modo, senza alcun costo, verranno accreditati punti che Decathlon convertirà in ulteriori materiali e attrezzi sportivi che verranno inviati in Madagascar.

"Abbiamo deciso di sostenere questo emozionante progetto - sottolinea Michele Corti -. Lo sport, come ripetiamo sempre, è portatore di grandi valori e può essere una eccezionale occasione di aiuto. In particolare per l’inclusione delle persone con disabilità e per la crescita dei giovani che in Madagascar non hanno la fortuna di avere le nostre stesse occasioni e possibilità. Siamo certi che ancora una volta il mondo sportivo ligure ci seguirà e ci farà vincere questa sfida. Chiediamo a tutti di condividere il più possibile questa iniziativa sul web e sui social".

Paolo Fizzarotti

‘Bonjour Provence et la France’, torna a Genova la fiera delle eccellenze francesi

Super User 11 Ottobre 2023 754 Visite

Da giovedì 12 a lunedì 16 ottobre, ritorna a Genova l’evento “Bonjour Provence et la France”, manifestazione promossa dalla Camera di Commercio Italiana per la Francia di Marsiglia e dallo storico partner dell’evento, il Dipartimento delle Bouches-du-Rhône (area della Provenza francese), nell’ambito di un accordo di cooperazione internazionale attivo con Città Metropolitana e Comune di Genova.

Da ben 20 anni questo evento è una vetrina importante dei più rappresentativi prodotti artigianali di eccellenza e specialità francesi, con un focus su quelle provenzali che saranno all’onore in piazza Matteotti, una delle piazze più belle e caratteristiche di Genova!

Un’occasione per lasciarsi trasportare in Provenza degustando salumi, formaggi e miele tipici del sud della Francia, percependo il profumo dei bouquets e degli olii essenziali alla lavanda, del sapone di Marsiglia sino ai tessuti provenzali.

L’evento si colloca tra le azioni di marketing territoriale rientranti nella cooperazione bilaterale – di cui la CCIE di Marsiglia è ente promotore e facilitatore - che vede protagonisti il Dipartimento delle Bouches du Rhône, il Comune di Genova e la Città metropolitana di Genova con cui sono in atto scambi di buone pratiche e condivisione nelle filiere dello sviluppo sostenibile e soluzioni fondate sulla natura e biodiversità, captazione di fondi europei, oltre al rafforzamento della mobilità dei giovani tra i 2 territori.

Nell’ottica bilaterale, il territorio di Genova è stato ospite d’onore del Padiglione Italia organizzato dalla CCIE di Marsiglia durante la Fiera Internazionale di Marsiglia (dal 22 settembre al 2 ottobre), con un desk territoriale che ha accolto il Consorzio del basilico genovese d.o.p, l’olio riviera ligure dop e i vini dell’enoteca regionale della Liguria e l’area riservata alle specialità dolciarie dell’antico forno di Montebruno “Da Carlo”.

Attrattivo è stato il laboratorio “emozionale” di pesto al mortaio con due attori del Teatro del Piccione; la presenza alla 98esima Fiera di Marsiglia rappresenta da anni, un’opportunità per sviluppare e far crescere i rapporti commerciali con il Sud della Francia, creati da Città Metropolitana e Comune di Genova con il Dipartimento delle Bocche del Rodano in stretta sinergia e coordinamento con la Camera di Commercio italiana per la Francia di Marsiglia.

In reciprocità, la scoperta della Provenza sarà il tema dell’evento “Bonjour Provence” in arrivo a Genova dal 12 ottobre, con una serie di novità rispetto alla scorsa edizione, che vi invitiamo a scoprire (bigiotteria, biancheria per la casa, lavanda, saponi, olii essenziali, olive, formaggi e salumi, spezie e dolciumi).

Bruzzone, Piana e Garibaldi (Lega) sul decreto del Parco di Portofino: “Ascoltata la voce del territorio”

Super User 11 Ottobre 2023 260 Visite

 

“Nel tardo pomeriggio di ieri il ministro dell’Ambiente Gilberto Pichetto Fratin ha firmato il decreto relativo alla nuova perimetrazione provvisoria del Parco nazionale di Portofino, che comprende i Comuni di Camogli, Portofino e Santa Margherita Ligure. Per la sua piena efficacia bisognerà attendere la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale, che dovrebbe avvenire nei prossimi giorni. Con soddisfazione e gratitudine nei confronti del ministro, del presidente di Regione Liguria Giovanni Toti e del vicepresidente con delega ai Parchi Alessandro Piana, possiamo dire che 4000 ettari di territorio ligure ricadente in ben 8 comuni della Riviera di Levante, da subito contrari alla precedente perimetrazione, sono stati finalmente liberati da vincoli assurdi ed è stata ascoltata la voce maggioritaria del territorio. Il tutto nel pieno rispetto e nella condivisa volontà di massima attenzione e salvaguardia del promontorio di Portofino, già tutelato e gestito dall’Ente Parco naturale regionale, ricadente nei Comuni di Camogli, Portofino e Santa Margherita Ligure”. Lo hanno dichiarato il deputato ligure della Lega Francesco Bruzzone e i consiglieri regionali della Lega Alessio Piana e Sandro Garibaldi.

Rigassificatore, Cavo (Nm): “Pichetto Fratin conferma strategicità, sicurezza e opere compensative”

Super User 11 Ottobre 2023 530 Visite

“Soddisfazione per la risposta in aula del ministro Gilberto Pichetto Fratin in merito ai rigassificatori in generale e nello specifico al rigassificatore di Vado Ligure. Il ministro ha ribadito che si tratta di un’opera necessaria e strategica per l'approvvigionamento energetico del nostro Paese e per la diversificazione delle fonti energetiche, rafforzando quanto già dichiarato dalla viceministra Vannia Gava in X commissione”. Così Ilaria Cavo, depurata di Noi Moderati, vicepresidente X commissione Attività produttive della Camera dei deputati a seguito del question time oggi alla Camera al ministro dell'Ambiente Pichetto Fratin.

“Ha precisato come l'autorizzazione alla costruzione dovrà essere comprensiva della Valutazione di impatto ambientale, ora in fase iniziale, e come, per ciò che concerne la sicurezza dell'opera, i consumi e le fonti di approvvigionamento di gas, verranno costantemente monitorati al fine di garantire il rispetto del regolamento di sicurezza 1938/2017 con riguardo al documento di analisi dei rischi e all'aggiornamento di piani di azione preventiva e di emergenza. Confermato che il procedimento del terminale galleggiante di Vado comporterà anche il processo di individuazione di opere compensative”, ha concluso la deputata di Noi Moderati.

Statistiche ACI sugli incidenti stradali: nella provincia di Genova il tasso di mortalità è tra i più bassi d'Italia

Super User 11 Ottobre 2023 481 Visite

L’Automobile Club d’Italia ha diffuso le statistiche relative agli incidenti stradali del 2022 con il confronto rispetto all’anno precedente. A livello nazionale le vittime crescono tornando a livello del 2019 pre-pandemia: sono 3159 del 2022 contro le 3173 del 2019.

Nella provincia di Genova il tasso di mortalità (rapporto vittime/incidenti) è tra i più bassi d'Italia, inferiore ad una vittima per 100 incidenti. Tra le province con il più basso indice di gravità figurano Genova, Savona, La Spezia, Prato, Milano, Monza, Biella e Gorizia.

Nell'area Metropolitana di Genova, però, incidenti, feriti e morti crescono rispetto al 2021. Sono 30 i morti contro i 25 del 2021 e i 33 nel 2019. Nella città di Genova 16 morti nel 2022 contro 14 del 2021, 23 nel 2019).

Nell’analisi dei dati su Genova, vanno evidenziati due aspetti. E’ altissima l’incidenza dei mezzi a due ruote. A livello nazionale su 303.355 veicoli coinvolti 198.839 sono autovetture e 54.582 tra motocicli e ciclomotori (il 18%). In provincia di Genova su 8229 veicoli coinvolti 3574 sono autovetture e ben 3259 tra moto e ciclomotori (il 40%). Secondo aspetto: la guida distratta è ormai la causa principale degli incidenti mortali. A livello nazionale è causa principale insieme alla velocità, mentre in provincia di Genova è la prima causa in assoluto (41% gli incidenti a causa di guida distratta contro il 23% causato dalla velocità). 

"Il basso tasso di mortalità nella città di Genova – dichiara Carlo Bagnasco, presidente di Ac Genova - ci incoraggia a credere nella possibilità di diminuire questa strage permanente. L'incremento dei morti nella provincia di Genova tuttavia deve essere un campanello di allarme. E' prioritario accompagnare l'inasprimento delle sanzioni e le modifiche al Codice della Strada con una azione di formazione su tutto il territorio".

“I dati vanno interpretati”, spiega il direttore Ac Genova, Raffaele Ferriello. “A Genova occorre fare formazione mirata, puntando sui corretti comportamenti di guida dei veicoli a due ruote e dei pericoli dell'uso dello smartphone alla guida. Regione, Comune, Forze dell'Ordine, ACI e scuole devono collaborare per pianificare azioni formative coordinate. Ad oggi questo avviene troppo poco e solo sporadicamente".

“Strada assassina”, il libro di Dino Frambati: “Storie e testimonianze dei parenti delle vittime”

Super User 11 Ottobre 2023 952 Visite

“Una piaga sociale, umana drammatica. Una strage degli innocenti senza senso e che scuote le coscienze, quella che avviene quotidianamente lungo le nostre strade e autostrade e contro la quale si fa poco e nulla e quasi ci si è addirittura abituati. Per questo, insieme alle associazioni Madre Coraggio e Familiari Vittime della Strada, che lo hanno propiziato ed hanno indicato le storie, abbiamo realizzato questo libro, che ho scritto con cuore, passione e persino quasi commuovendomi in certi momenti”. A parlare è Dino Frambati, giornalista, scrittore, editorialista e consigliere nazionale dell’Ordine dei giornalisti, spiegando il suo ultimo libro, uscito in questi giorni e con un titolo forte: “Strada Assassina”, (Nerosubianco edizioni) e dove sono narrate sette storie vere di drammi della strada. Testimonianze commoventi e per certi versi strazianti di persone che hanno perso i figli e i congiunti in incidenti stradali, provocati spesso da comportamenti sbagliati come velocità eccessiva ma soprattutto da conducenti in preda a droghe o ubriachi.
Narrazioni che colpiscono il cuore per le vite stroncate di giovanissime vittime, colpevoli unicamente di essersi trovati sulla strada di conducenti in condizioni per le quali non avrebbero dovuto essere alla guida di un’auto.

Leggendo le circa 150 pagine del libro il libro ci si addentra in una realtà terribile che abbiamo davanti in maniera evidente ma che forse la società civile osserva in maniera superficiale. Droga e alcol che bruciano le notti e poi vite umane, o auto lanciate a velocità eccessive. Atteggiamenti gravi, fronte dei quali per chi compie questi gesti sconsiderati, ci sono pene molto lievi, nonostante la drammaticità degli eventi.
Testimonianze ma anche interviste, narrazione della grande attività della Associazioni a capo del libro che sono quelle che hanno ottenuto che l’omicidio stradale diventasse reato.
L’opera scorre veloce e ricorda anche le dichiarazioni delle massime cariche dello Stato e pure interventi del mondo della Chiesa sull’argomento dei morti in incidenti stradali.
“Sono stato contattato da Biagio Ciaramella, vice presidente delle due Associazioni – racconta Frambati – in occasione dell’inizio del processo per ponte Morandi. Mi ha spiegato di un progetto di trasmissione in diretta sui social intervistando persone che avevano perso i loro cari in incidenti e assistite dalle Associazioni. Abbiamo iniziato a fine agosto 2022 e ad ogni puntata intervistavo una mamma o un parente di chi aveva perso la vita. Sono state testimonianze che mi hanno commosso, fatto venire le lacrime agli occhi. Mi sono detto che non potevo fermarmi a quella mezz’ora di trasmissione. Mi è venuta l’idea del libro e Biagio si è subito entusiasmato; mi ha fornito i contatti dei parenti delle vittime. Oggi il libro è una realtà. Mi auguro che diventi uno strumento per far riflettere, capire, come indicano le Associazioni, che non si può morire perché qualcuno ha bevuto troppo o, peggio, ha assunto droghe. O ha infranto i limiti di velocità. Un testo che spero diventi fondamentale per maggiore sicurezza stradale, che oggi anche il governo ritiene tema essenziale”.

“Spero che questo libro – insiste l’autore – apra una nuova era di maggiore attenzione e repressione a chi non si rende conto che auto e moto sono mezzi eccezionali ed utili se usati con criterio e rispettando le regole”.
Una parte importante nella realizzazione del libro l’ha fatta Biagio Ciaramella, vice presidente delle due Associazioni e che ha seguito passo- passo il lavoro dell’autore e che è padre di un giovane morto in incidente stradale. Dramma per il quale si batte da 14 anni per ottenere giustizia.
Dino Frambati è invece giornalista free lance, scrittore con all’attivo vari libri. Tra le collaborazioni storiche vanta quasi 40 anni in Avvenire e poco meno in radio Vaticana e Conquiste del lavoro (Cisl), ma anche con il Piccolo di Alessandria ed il Novese, oltre ad essere direttore di Buongiorno, 130 mila copie in Italia e dito da Basko. Ed è addetto stampa dell’Aero Club di Genova.
Ciaramella fa sapere che i proventi del libro serviranno alle Associazioni per proseguire ed addirittura incrementare l’attività frenetica e quotidiana per maggiore educazione stradale e leggi severe che puniscano comportamenti pericolosi e persino criminali lungo le nostre strade.
Un libro forse unico nel suo genere e quanto mai adeguato alla strage stradale diventata orrore quotidiano.


Come acquistare il libro

Per avere il libro "Strada Assassina - Sette Storie Vere", si può contattare “A.M.C.V.S. Associazione Mamme Coraggio e Vittime Della Strada ODV" al numero telefonico 340.44.34.41, oppure scrivendo all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. (IBAN: IT67 A076 0114 9000 0101 8954 139).
Il libro è in vendita ad un prezzo politico di 10 euro più 2,50 di spese di spedizione per favorirne al massimo la diffusione.  

Parco di Portofino, Muzio: “Il decreto del ministro Pichetto Fratin è una scelta rispettosa del territorio”

Super User 11 Ottobre 2023 283 Visite

“Una decisione rispettosa del territorio e perfettamente in sintonia con la linea portata avanti in questi anni da Regione Liguria”. Così il consigliere regionale Claudio Muzio, capogruppo di Forza Italia, commenta la firma del decreto sul Parco nazionale di Portofino da parte del ministro dell’Ambiente, il forzista Gilberto Pichetto Fratin.

“La perimetrazione a tre Comuni - prosegue Muzio - è una scelta di buon senso, a fronte di proposte che miravano ad un vasto allargamento del Parco, basate su un’impostazione ideologica dirigista poco attenta alle reali esigenze dei nostri territori. E’ stata sconfitta anche l’idea sottesa a questa impostazione, che giustificava l’allargamento con il potenziale arrivo di risorse: un approccio parziale e non sufficiente, perché non sempre le decisioni che portano soldi e finanziamenti portano anche benefici reali al territorio e a chi lo vive, lo presidia e lo amministra”.

“Come capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale mi sono sempre schierato contro ogni ipotesi di larga perimetrazione del Parco. Per questo oggi desidero pubblicamente ringraziare il Governo, ed in particolare il ministro Pichetto Fratin, per la scelta compiuta: una decisione positiva per tutto il comprensorio del Tigullio”, conclude il consigliere.

Torna il Festival dell’Eccellenza al Femminile

Super User 11 Ottobre 2023 782 Visite

Torna la collaborazione tra il Festival dell’Eccellenza al Femminile, la storica rassegna diretta da Consuelo Barilari, e il Teatro Nazionale di Genova, che ospita dieci spettacoli che vanno in scena tra ottobre e dicembre al Teatro Eleonora Duse e alla Sala Mercato.

Tra le protagoniste di questa XIX edizione, che ha come tema conduttore l’identità, ci sono artiste come Lella Costa, Valentina Lodovini, Elli Papakonstantinou, Anna Della Rosa, Simona Semenič, Liv Ferracchiati.

Ad aprire il Festival venerdì 13 ottobre alle ore 20:30 al Teatro Duse è Laura Curino, presenza apprezzatissima in tante edizioni, protagonista insieme a Lucia Vasini, di “L’anello forte”, spettacolo tratto dall’omonimo libro di Nuto Revelli e diretto da Anna Di Francisca.

Nel centenario della nascita di Nuto Revelli, lo spettacolo rende omaggio alle indimenticabili figure femminili ritratte dallo scrittore e partigiano cuneese nel secondo dopoguerra, utilizzando anche fotografie, canzoni e filmati dell’epoca.

Combattive, ironiche, tenaci, risolute, queste donne sono da sempre l’anello forte della nostra società: le due attrici in scena danno vita alle testimonianze raccolte sul campo da Revelli impersonando contadine, immigrate, operaie che, tra le fatiche e le ingiustizie che gravano sulla loro condizione, non si arrendono e vivono a testa alta, animate da un desiderio di indipendenza e di un futuro migliore per sé e per i propri figli.

Una catena di storie fatta di sacrifici e piccoli traguardi, di soprusi ed emancipazione, di abbandoni, ribellioni e rinascite, di momenti struggenti e situazioni buffe, tra un turno massacrante in fabbrica e qualche ora spensierata nella balera locale. Una catena infrangibile tenuta insieme dallo spirito di donne come queste.

Venerdì 13 ottobre, al termine dello spettacolo, Laura Curino e lo storico Marco Revelli (figlio dell’autore) dialogano con il pubblico. Modera Sergio Cofferati.

Gli appuntamenti del Festival nell’ambito della stagione del Teatro Nazionale di Genova proseguono venerdì 20 ottobre al Teatro Duse con Edipo Re di Sofocle prodotto da Societas.

 

Festival dell’Eccellenza al Femminile

13 – 14 ottobre, Teatro Eleonora Duse

L’anello forte

da Nuto Revelli

drammaturgia, regia e video Anna Di Francisca

con Laura Curino, Lucia Vasini

scene e costumi Beatrice Scarpato

musiche Paolo Perna

disegno luci Davide Scaccianoce

 

Paolo Fizzarotti

Teatro Carlo Felice, il Sogno di Benjamin Britten apre la nuova stagione

Super User 11 Ottobre 2023 823 Visite

Agenda fittissima di appuntamenti per il Teatro Carlo Felice, che apre la stagione 2023/2024 dopo la pausa estiva. Il primo evento è stato martedì 10 ottobre alle ore 20:00, alla Chiesa di Santa Maria delle Vigne di Genova. Andrea De Carlo ha diretto l’Ensemble Mare Nostrum e i solisti Giulia Bolcato, Danilo Pastore e Masashi Tomosugi in una serata dedicata al Barocco italiano di Alessandro Stradella.

Ma il vero evento sarà venerdì 13 ottobre alle ore 20:00, quando verrà inaugurata la stagione lirica con l’opera in tre atti “A Midsummer Night’s Dream” di Benjamin Britten, su libretto dall’omonima commedia di William Shakespeare. La direzione è affidata a Donato Renzetti, direttore emerito del Teatro, per la regia di Laurence Dale. Scene e costumi di Gary McCann, coreografia di Carmine De Amicis e luci di John Bishop. Il nuovo allestimento è stato realizzato dalla Fondazione Teatro Carlo Felice in collaborazione con la Royal Opera House di Muscat (Oman). Il cast si compone di Christopher Ainslie (Oberon), Sydney Mancasola (Tytania), Matteo Anselmi (Puck), Scott Wilde (Theseus), Kamelia Kader (Hippolyta), Peter Kirk (Lysander), John Chest (Demetrius), Hagar Sharvit (Hermia), Keri Fuge (Helena), David Shipley (Bottom), David Ireland (Quince), Seumas Begg (Flute), Sion Goronwy (Snug), Robert Burt (Snout), Benjamin Bevan (Starveling). A Midsummer Night’s Dream sarà in replica domenica 15 ottobre alle ore 15, martedì 17 ottobre alle ore 20:00 e giovedì 19 ottobre alle ore 20:00; nel febbraio del 2024 la produzione verrà ripresa alla Royal Opera House di Muscat, la capitale dell’Oman. La première del 13 ottobre verrà inoltre registrata e trasmessa in differita da Rai Radio 3.

Sabato 14 ottobre alle ore 20:00, il direttore musicale del Teatro, Riccardo Minasi, inaugurerà la Stagione Sinfonica alla guida dell’Orchestra e del Coro dell’Opera Carlo Felice. In programma l’oratorio per soli, coro e orchestra Die Schöpfung (La creazione), di Franz Joseph Haydn. Interpreti solisti saranno il soprano Anna El-Khashem (Gabriel / Eva), il tenore Mauro Peter (Uriel) e il basso Matthias Winckhler (Raphael / Adam). Il concerto sarà in replica martedì 18 alle ore 20:00 e trasmesso in diretta da Rai Radio 3.

 Domenica 15 ottobre alle ore 11:00 si inaugura con Folk Wonder il ciclo di concerti di musica vocale da camera Novecenti. Per un totale di sei appuntamenti distribuiti durante la Stagione, Novecenti esplora il prezioso patrimonio della tradizione popolare europea e statunitense. Ciascuno dei concerti vede Claudio Marino Moretti, maestro del coro dell’Opera Carlo Felice, nella veste di pianista. Il concerto verrà registrato e trasmesso in differita da Rai Radio 3.

 Venerdì 20 ottobre alle ore 21:00, si terrà l’evento di riapertura del Teatro della gioventù. Protagonista della serata sarà il compositore Marco Stroppa, che eseguirà i suoi brani “Hidinefte, o l’altra faccia di Traiettoria”, “Why do you run?”, in prima esecuzione assoluta, e “Little i”, insieme al flautista Steven Haschke.

Con questo concerto si inaugura una nuova stagione per il Teatro della gioventù, chiuso nel 2020 e in seguito adibito a centro vaccinale. Lo spazio, costituito da due sale per una capienza totale di circa 460 posti, torna in attività con una programmazione rivolta ai giovani, per permettere loro di vivere da vicino la cultura teatrale e musicale.

Mercoledì 25 e venerdì 27 ottobre alle ore 15:00, l’Opera Carlo Felice ospiterà le finali aperte al pubblico della 57ª edizione del Premio Paganini. Dal 1954 il Premio Paganini offre alle giovani promesse del violino la possibilità di distinguersi in un concorso di rilevanza internazionale nella città che ha dato i natali ad uno dei più talentuosi violinisti della storia: Niccolò Paganini. Con l’Orchestra dell’Opera Carlo Felice, nella finale del 25 ottobre i partecipanti concerteranno ed eseguiranno uno dei concerti per violino e orchestra di Mozart. Nella finale del 27 ottobre, Orchestra e solisti saranno diretti da Michele Gamba.

Giovedì 2 e venerdì 3 novembre alle ore 21:00, la rassegna Liguria Musica riprende con un concerto del ciclo Mozart l’italiano. Diego Fasolis sarà alla direzione dell’Orchestra dell’opera Carlo Felice e dei solisti Angelica Disanto (Cabri / Amital), Antonia Fino (Giuditta), Luigi Morassi (Ozia), e Omar Cepparolli (Achior).

«L’inaugurazione della Stagione 2023/2024 dell’Opera Carlo Felice di Genova – commenta il Sovrintendente Claudio Orazi – conferma la vocazione d’avanguardia del Teatro, orientata alla valorizzazione di una ampia gamma di repertori musicali dal barocco al contemporaneo. In tale contesto si inserisce l’opera inaugurale “A Midsummer Night’s Dream” di Britten che sancisce la proiezione internazionale del Teatro, grazie alla collaborazione con la Royal Opera House di Muscat che la ospiterà nel febbraio 2024.  Lo scorso anno 42 concerti sono stati accolti in ogni luogo con successo e se ne prevedono altrettanti per il nuovo ciclo. Il Ministero della Cultura, la Regione Liguria, il Comune di Genova, il Gruppo Iren e i partner privati sostengono con determinazione tutti gli impegni del Teatro».

Paolo Fizzarotti

Spediporto: Green Logistic Valley, inclusione sociale e sostenibilità per il rilancio della Valpolcevera

Super User 11 Ottobre 2023 956 Visite

Lo sviluppo economico deve essere sostenibile e non può prescindere da una sinergia più concreta possibile con il territorio in cui si va a intervenire. Una “via maestra” che intende seguire il progetto della Green Logistic Valley, portato avanti da tempo da Spediporto e che è stato al centro del convegno di Palazzo San Giorgio nell’ambito della Genoa Shipping Week.

Temi di grande impatto, sia dal punto di vista sociale che dell’innovazione, come dimostra il progetto dell’agricoltura aeroponica Fattoria di Pol, già presentato con successo nello stand allestito durante il recente Salone Nautico di Genova. 

Il dibattito si è sviluppato attorno a un’idea che il Direttore Generale di Spediporto Giampaolo Botta ha ribadito nelle sue linee essenziali: “Si tratta di un progetto articolato, che vorremmo fosse parte di un più complesso lavoro per la Genova e la Liguria del futuro. Ci sono alcuni elementi indispensabili: il miglioramento delle infrastrutture fisiche, la crescita di quelle digitali e la trasformazione del patrimonio rappresentato dalle vecchie aree industriali dismesse”. Ma c’è anche molto altro: “Sostenibilità ambientale e inclusione sociale: aspetti fondamentali – sottolinea Botta – sviluppabili anche sotto il profilo imprenditoriale, restituendo al territorio in termini di occupazione e di miglioramento complessivo di qualità della vita”. Alle parole di Botta ha fatto eco il Presidente di Spediporto, Andrea Giachero, sottolineando il ruolo delle istituzioni e rimarcando come “lo sviluppo tecnologico della città potrà rappresentare una carta vincente per la portualità genovese”. 

Jacopo Riccardi, Dirigente del settore sviluppo del sistema logistico e portuale di Regione Liguria, ha fatto il punto sulle azioni avviate dall’ente, sottolineando come il sostegno alla progettualità derivi anche, ad esempio, dal pressing per la finalizzazione della tanto attesa Zona Logistica Semplificata: “Un’idea come la Green Logistic Valley – sottolinea Riccardi – ha molteplici aspetti positivi: il tema dell’inclusione si lega a doppio filo con la formazione ma è innegabile che, oggi, fare scelte virtuose, avvantaggia un territorio anche sotto il profilo della competitività”.

Un tema ripreso anche dall’Assessore allo sviluppo economico e al lavoro del Comune di Genova Mario Mascia che, nel suo intervento, ha ricordato cosa rappresenti la Valpolcevera per il futuro della città ed ha sottolineato come “Genova stia guardando al futuro, diventando più digitale e con nuove infrastrutture fisiche , a cominciare da quel Ponte San Giorgio, realizzato a tempo record dopo la tragedia, drammaticamente indimenticabile, del crollo di Ponte Morandi e che attraversa proprio la Valpolcevera. Ma ci sarà anche la nuova diga, ci saranno altre opere per rendere la città più al passo con i tempi e, appunto, competitiva”.

Cristina Biasizzo, nel suo ruolo di innovation manager e Ambassador di Accelerate Italy Boston New York, ha spiegato come “fare impresa in modo nuovo” possa essere attrattivo per gli investitori “Peraltro – ha spiegato Biasizzo – imprese come l’agricoltura aeroponica rientrano perfettamente nei canoni di sostenibilità richiesti a livello europeo”. Non solo: “si tratta di realtà altamente tecnologiche, capaci di formare personale altamente professionale e, dunque, di creare un valore aggiunto per il territorio”.

Interesse ha suscitato l’intervento di Paolo Gazzotti, ideatore della Fattoria di Pol, che ha, come focus, la realizzazione di impianti aeroponici sostenibili e a impatto zero. “L’aeroponia – spiega Gazzotti - è una tecnica innovativa, alternativa a quella tradizionale che va, comunque, assolutamente mantenuta e che permette alle piante di svilupparsi senza terreno e in cui le radici che vengono nebulizzate con acqua e sostanze nutritive. Serve, dunque, pochissima acqua, non si usano pesticidi, la produttività è altissima con un efficientamento energetico massimo”. Un’idea sposata da Roberto Dafarra che ha raccolto la sfida “per - come ha detto nel suo interventi - un’impresa che sia sostenibile ed etica”.

Anemia infettiva, Piana (Lega): “Servizio prelievo del sangue ai cavalli sia garantito dalle Asl liguri”

Super User 10 Ottobre 2023 294 Visite

“Sarebbe opportuno che il servizio di prelievo sanguigno, che tutti i proprietari di cavalli devono far eseguire per legge sugli animali per verificare se siano affetti da anemia infettiva, sia fornito attraverso le strutture pubbliche dell’Asl 3 Genovese e delle altre Asl liguri”. Lo ha dichiarato il consigliere regionale della Lega Alessio Piana (presidente III commissione Attività produttive).

“A seguito dell’interrogazione presentata dalla Lega, l’assessore competente ha spiegato in aula che, a fronte delle segnalazioni pervenute, si impegnerà a effettuare ulteriori approfondimenti sugli assetti organizzativi delle Asl liguri garantendo già da ora che chi ne farà richiesta sarà inserito nella relativa lista d’attesa. Inoltre, completato l’incremento dell’organico, per evitare disparità di trattamento tra i proprietari di cavalli nei territori delle varie Asl in Liguria, la prestazione tornerà a essere erogata dal servizio sanitario regionale”, conclude Piana.

Nel 2025 la Liguria sarà ‘Regione europea dello Sport’

Super User 10 Ottobre 2023 344 Visite

La Liguria sarà ‘Regione europea dello Sport’ nel 2025. L’ufficialità è arrivata questa mattina, quando il presidente di Aces Europe Gian Francesco Lupattelli ha comunicato la decisione al presidente di Regione Liguria Giovanni Toti e all’assessore allo Sport Simona Ferro.

“La vocazione sportiva della Liguria e il prezioso lavoro dei nostri tecnici sono stati premiati - commentano il presidente Toti e l’assessore Ferro - Siamo onorati che Aces Europe abbia scelto la Liguria come esempio virtuoso a livello internazionale e ringraziamo per questo importante riconoscimento i commissari europei e il presidente Lupattelli, ospiti nella nostra regione dal 22 al 26 settembre. Vogliamo che lo sport rappresenti realmente un importante volano per la crescita, lo sviluppo e la promozione del nostro territorio”.

“La Liguria promuove lo sport come strumento di salute, integrazione, educazione e rispetto, coerentemente con gli obiettivi fondanti della nostra associazione - spiega il presidente di Aces Europe Gian Francesco Lupattelli -. La Regione ha sviluppato una politica esemplare per favorire lo sviluppo sportivo del territorio, con eventi, attività e programmazione: per questo motivo siamo lieti di dare il benvenuto alla Liguria nella famiglia di Aces Europe”.

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Levante

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip