Skin ADV

Notizie

Congresso ligure di Azione, Cristina Lodi sarà ufficializzata segretaria regionale

Super User 14 Dicembre 2023 401 Visite

Sabato prossimo, 16 dicembre alle ore 15:30, presso l’hotel Melia di Genova, si terrà il secondo congresso regionale di Azione. L’evento sarà aperto ad altre forze politiche, ai tesserati e ai simpatizzanti del partito.

Il congresso ufficializzerà l’elezione di Cristina Lodi, unica candidatura unitaria presentata, a segretaria regionale di Azione, partito guidato dal senatore Carlo Calenda. Il congresso vedrà la partecipazione del consigliere regionale di Azione, Pippo Rossetti, del capogruppo alla Camera di Azione, Matteo Richetti e dei neo-segretari provinciali eletti lo scorso novembre: il sindaco di Casarza Ligure Giovanni Stagnaro (Genova), il consigliere comunale Massimiliano Carpano (Savona), la presidente di Terziario Donne La Spezia Laura Porcile (La Spezia) e l’imprenditrice Desiree Negri (Imperia).

“Per motivi professionali e familiari lascerò la Liguria, per questo ho deciso di non ricandidarmi alla segreteria regionale - dichiara il segretario uscente Roberto Donno -. Ringrazio Cristina Lodi per il coraggioso passo che ha fatto e per aver abbracciato il progetto di Azione e le sue persone. Da segretario uscente, insieme ai segretari e direttivi provinciali, ho lavorato per porre delle buone basi sul territorio, coinvolgendo amministratori capaci e giovani che rappresentano il futuro di questo Paese. C’è ancora tanto lavoro da fare e sono sicuro che grazie all’esperienza, competenza e passione politica di Cristina, il partito riuscirà a crescere, ramificarsi e lavorare bene per la Liguria”.

Confeugo, sabato la tradizionale cerimonia con corteo e accensione dei rametti di alloro

Super User 14 Dicembre 2023 456 Visite

Sabato prossimo, 16 dicembre, si rinnova la tradizionale cerimonia del “Confeugo”, organizzata dal Comune di Genova e dall’associazione A Compagna, quest’anno dedicata alla Consulta Ligure. La cerimonia sarà preceduta da un corteo di gruppi storici.    

Il programma prevede: alle 16, partenza da piazza Caricamento del corteo guidato dall’abate del popolo con i gruppi storici. Il corteo percorrerà via Frate Oliverio, piazza della Raibetta, via San Lorenzo, via Petrarca fino a piazza De Ferrari dove, sempre dalle 16, è prevista un’esibizione della Filarmonica Sestrese. Alle 16.40, dopo l’arrivo del corteo storico in piazza De Ferrari, l’abate del popolo incontrerà il sindaco offrendogli il tradizionale “Confeugo”, un grande fascio di rametti di alloro sistemato di fronte all’ingresso di Palazzo Ducale a cui verrà appiccato il fuoco.    

Alle 17.15, nel Salone del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale verranno espressi i messaggi augurali del sindaco di Genova Marco Bucci, del presidente di Regione Liguria Giovanni Toti e del presidente de “A Compagna” Franco Bampi che, in veste di abate, come da tradizione elencherà i “mogogni”, i problemi insoluti della città esprimendo molte raccomandazioni e l'augurio che ne venga tenuto conto. Dopo il medley natalizio del Coro Perfect Life, il vicepresidente della A Compagna Maurizio Daccà racconterà la Consulta Ligure delle Associazioni per la Cultura, le Arti, le Tradizioni e la difesa dell’Ambiente, nata nel 1973. A seguire: gli interventi musicali di Francesco Arrigoni, “O Mae Corso” Renzo Graglia, “Parasio” Mike Fc, “Inte’n abrasso” Danza popolare Gruppo Folcloristico Città di Genova e l’invito a cantare l’”inno” dei genovesi “Ma se ghe penso”.  

Presenta il Cintraco Marco Pepè.  

  

La storia del Confeugo  

Questo rito riprende un’antica tradizione della Repubblica di Genova, documentata dal secolo XIV, ma probabilmente più antica, risalendo presumibilmente al Medioevo, forse all’epoca del Comune del Popolo (XII secolo). Essa consisteva infatti nell’omaggio da parte dell’Abate, che rappresentava il Popolo, alle massime Autorità di un grosso tronco di alloro, ricoperto di rami. Ne furono destinatari nel corso del tempo, prima il Podestà, poi il Capitano del Popolo e infine il Doge.  

Esistono testimonianze del fatto che il corteo partisse dalla Valle del Bisagno e attraverso il Ponte di Sant’Agata percorresse le attuali via San Vincenzo, Via Porta d’Archi, vico Dritto Ponticello, Porta Sant’Andrea fino ad arrivare al Palazzo del Governo, l’attuale Palazzo Ducale.  

Davanti al Ducale l’Abate si rivolgeva al Doge pronunciando le seguenti frasi: “Ben trovòu Messê ro Duxe” e il Doge rispondeva “Ben vegnûo Messê l’Abbòu”.  

In tarda serata il Doge e il suo seguito appiccavano fuoco all’alloro, per buon auspicio, e vi gettavano sopra un vaso di vino e lo addolcivano con confetti e zucchero. I presenti cercavano di portare a casa un tizzone come amuleto.  

La Cerimonia venne sospesa nel Settecento e ripresa nel 1923 dall’associazione A Compagna, associazione nata in quell’anno per la tutela e la conservazione della cultura e delle tradizioni genovesi, per esser nuovamente interrotta nel 1937. Da allora è il presidente della Compagna che impersona l’Abate del Popolo, portando il tradizionale tronco d’alloro al Sindaco. Dal 1951 la Cerimonia è continuata di anno in anno sempre con l'offerta di una pianta di alloro, adorna dei colori rosso e bianco, completata con il falò rituale di un fascio di alloro ed uno scambio di auguri contornato da commenti sugli avvenimenti dell’anno trascorso e impegni e richieste per l’anno a venire.    

Alla cerimonia del Confeugo 2023 collaborano: Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Gruppo Folcloristico Città di Genova, Pro Loco Centro Antico, Gruppo Storico Sextum, Gruppo Storico Pegliese, Gruppo Storico Sestrere, Gruppo Storico Voltri, Gruppo Storico I Gatteschi, Gruppo Storico di Rapallo, Gruppo Danza Storica Le Gratie D’Amore, Gruppo Storico San Giorgio, Gruppo Folk Amixi de Boggiasco e del Golfo Paradiso, Circolo Culturale Fondazione Amon, Gruppo Folcloristico Città di Genova, Sbandieratori dei Sestieri di Lavagna, Associazione Carrettieri Genovesi, Associazione Culturale Corte Fieschi di Casella, Compagnia Balestrieri del Mandraccio, Gruppo Storico Limes Vitae, Gruppo Storico Procobera-Pontedecimo.    

Ambiente, Amiu rinforza la sua squadra sul territorio genovese

Super User 13 Dicembre 2023 652 Visite

 

Quaranta nuovi addetti allo spazzamento sono stati assunti a tempo indeterminato da AMIU Genova per potenziare le attività di pulizia e decoro della nostra città, oltre che contribuire attivamente alla tutela dell'ambiente. 

Dichiara Giovanni Battista Raggi, Presidente di AMIU Genova: «Questo significativo potenziamento del personale risponde alla volontà dell'amministrazione di migliorare sensibilmente la qualità della vita dei cittadini, garantendo le nostre strade più pulite e accoglienti per tutti. Gli addetti ecologici, grazie al loro impegno costante anche e soprattutto durante le festività, contribuiranno in modo tangibile a rendere Genova una città ancora più bella e vivibile».

Raggi ha poi aggiunto: «Il nostro impegno per una Genova più pulita e accogliente è reso possibile grazie alla professionalità del nostro settore delle risorse umane, che ha svolto un ruolo fondamentale nel reclutamento e nell’inserimento dei nuovi dipendenti nella nostra azienda. Avere in forza altre 40 persone garantirà un impatto positivo su tutte le attività legate al ciclo dei rifiuti, attività in cui AMIU è impegnata da oltre 30 anni e che ambiscono a migliorare confidando in un impegno sempre più costante, oltre che da parte delle amministrazioni ed enti locali, anche da parte dei cittadini».

“Senza mugugni”, al Teatro Duse lo spettacolo per i 50 anni della Consulta Ligure

Super User 13 Dicembre 2023 1127 Visite

La Consulta Ligure compie 50 anni e festeggia il traguardo con lo spettacolo “Senza Mugugni” al Teatro Duse il 22 dicembre alle 20,30. Un grande evento di cultura, musica e intrattenimento con il patrocinio del Comune di Genova.

«Siamo molto felici di presentare qui a Palazzo Tursi la rappresentazione “Senza Mugugni” in occasione dei 50 anni dalla fondazione della Consulta Ligure, che comprende le più importanti associazioni culturali della nostra regione- dichiara l’assessore alle Tradizioni del Comune di Genova Paola Bordilli - Sosteniamo questo spettacolo teatrale, fatto di musica, cabaret e musica che racconta la nostra storia, le tradizioni e le bellezze del nostro territorio. Un regalo per tutti i cittadini che amano le tradizioni popolari, le arti, la cultura e soprattutto Genova e la Liguria.  Abbiamo in questi ultimi stretto sempre più forti sinergie per le iniziative della Consulta Ligure a cui ci unisce l’obiettivo comune della promozione del territorio, l’attenzione alle più variegate forme espressive della nostra cultura locale, come le tradizioni religiose, quelle popolari e la lingua»

La Consulta Ligure delle Associazioni per la Cultura, le Arti, le Tradizioni e la difesa dell’Ambiente nasce nel 1973 dall’incontro fra due importanti Associazioni Culturali “A Compagna” di Genova e “A Campanassa” di Savona, con l’intento di creare le basi per una fratellanza senza recriminazioni e vecchi rancori fra tutti i Liguri.

Oggi le Associazioni che ne fanno parte sono oltre sessanta, coinvolgono le quattro province della Regione, oltre a località sarde di lingua genovese, e contano circa 50.000 aderenti. 

La Consulta, sotto la guida dell’attuale Presidente Giorgio Oddone, ha fra i suoi più importanti e ambiziosi progetti quello di promuovere la lingua ligure nelle sue varie parlate.

Proprio la lingua sarà il filo conduttore dell’evento “Sensa Mugugni” che si terrà, sabato 22 dicembre alle ore 20 e 30 al Teatro Duse, in occasione del cinquantesimo anno della sua attività.

Sarà un importante evento culturale, musicale e di intrattenimento, con la partecipazione di Pino Petruzzelli, la direzione artistica di Aldo De Scalzi, l’orchestra della Filarmonica Sestrese diretta dal maestro Matteo Bariani ed il Circolo Mandolinistico Risveglio diretto dal maestro Eliano Calamaro. Grazie alla presenza di Michele, Vladi dei Trilli, Mike FC, e molti altri, avremo l’opportunità di ascoltare le più significative e variegate voci liguri.  

Inoltre dal mondo della lirica una grande novità: i tenori Fabio Armiliato e Massimo Ferri, la soprano Rossella Cerioni accompagnati al pianoforte dal maestro Dennis Ippolito, si esibiranno anche in canzoni genovesi come mai ascoltate prima. I Soggetti Smarriti Andrea Possa e Marco Rinaldi interverranno a disturbare con esilaranti intromissioni la suggestiva armonia musicale.

Lo spettacolo è gratuito, previa prenotazione che può essere on line sul sito del Teatro Nazionale (www.teatronazionalegenova.it) oppure tramite biglietteria telefonica allo 010 5342 400 dal martedì al sabato, in orario ore 10-13 e 15-18 o direttamente presso la biglietteria del Teatro nelle stesse giornate dalle 15 alle 19,30.

Accademia Marina Mercantile, l’assessore Scajola premia la prima allieva donna direttore di macchina

Super User 13 Dicembre 2023 521 Visite

"L’Its Accademia Italiana della Marina Mercantile di Genova è un'eccellenza nazionale in campo formativo. I numeri di coloro che trovano occupazione dopo averlo frequentato sono straordinari e si attestano intorno a percentuali del 95%. Secondo il monitoraggio Indire del ministero dell’Istruzione e del Merito gli istituti tecnologici superiori della Liguria sono i migliori d’Italia, e in particolare quello in oggetto risulta essere al top nazionale tanto da ricevere 1,3 milioni di euro, di cui 494mila euro di premialità, per i grandi risultati raggiunti”. Lo ha detto l’assessore alla Formazione della Regione Liguria Marco Scajola a margine del Graduation Day dell’Accademia Italiana della Marina Mercantile svoltosi oggi al teatro Stradanuova di Genova.

Durante l’evento sono stati consegnati circa 70 attestati a una rappresentanza dei 163 diplomati del 2023 che, in larghissima parte, sono già impegnati lavorativamente. Alla presenza delle autorità e del presidente della Fondazione Accademia Italiana della Marina Mercantile Eugenio Massolo, l'assessore Scajola ha inoltre consegnato una targa di riconoscimento a Gaia Marconcini prima allieva donna, dell'Its genovese, diventata direttore di macchina.

“Un ulteriore primato, che è giusto celebrare, per un istituto da record con già circa 800 iscritti ai corsi del 2024 – aggiunge l’assessore Scajola -. L’Accademia della Marina Mercantile deve essere il nostro punto di riferimento per non accontentarci e continuare a migliorare l‘offerta formativa. Nel 2023 abbiamo investito, grazie al Fondo Sociale Europeo, 5 milioni di euro sugli Its oltre alle risorse ministeriali e a quelle derivanti dal Pnrr. Vogliamo potenziare i nostri corsi e le infrastrutture tecnologiche a essi collegate in modo da diventare più attrattivi per i giovani che in Liguria, grazie a questo tipo di percorsi, al 90% trovano lavoro. Dobbiamo coinvolgerne sempre di più e convincerli, come ripeto spesso, a fidarsi di noi”.

Convegno Confedilizia: “Vinta la battaglia sulle case green, da vincere quella sugli affitti brevi”

Super User 13 Dicembre 2023 406 Visite

 

Si è svolto ieri pomeriggio, nel Salone di Rappresentanza Bper in via Cassa di Risparmio a Genova, il convegno sui “140 anni di battaglie in difesa della proprietà immobiliare”, per ricordare una storia che inizia proprio a Genova nel 1883 con la prima “Associazione fra i proprietari”, per poi nel 1915 dare vita a un’unica Confederazione. Presenti e relatori il presidente nazionale Giorgio Spaziani Testa e il presidente di Ape Confedilizia Genova Vincenzo Nasini, il dibattito si è incentrato non solo sul passato, che ha consolidato il valore della Confedilizia negli anni, ma soprattutto sul presente e sul futuro.

«La nostra storia è fatta di impegno e di battaglie per la libertà della proprietà. Anche in questi giorni siamo in prima fila per tutelare gli Italiani e abbiamo appena ottenuto una non scontata vittoria sulle Case Green – ha detto Spaziani Testa - la direttiva europea che avrebbe spazzato via molti proprietari è stata messa da parte dall’Unione. Sarebbero stati enormi i rischi che si sarebbero corsi se dalla UE fosse arrivato un via libera alla direttiva capestro con la quale si voleva obbligare ogni singolo proprietario a pagare di tasca propria l’efficientamento energetico. Genova avrebbe pagato un prezzo ancora più alto, come tutte le città storiche».

Un punto fondamentale, dunque, come hanno ricordato intervenendo anche il consigliere regionale Stefano Balleari e il presidente del Municipio Centro Est Andrea Carratù. Vincenzo Nasini ha ricordato che un’altra battaglia è in corso e va combattuta: «E’ quella sugli Affitto Brevi; da quasi un secolo la locazione è regolata in Italia dal Codice civile e da alcune successive leggi speciali. Gli affitti brevi, peraltro, soddisfano anche esigenze diverse da quelle dei turisti, come lavoro, studio, assistenza a ricoverati. Ciò detto, ribadiamo alcuni punti fermi. In primo luogo, non si capisce perché voglia limitare gli affitti brevi, visto che sono state smentito le due motivazioni indicate nel disegno di legge predisposto in materia dal suo Ministero: l’esistenza del fenomeno del cosiddetto overtourism e il fatto che gli affitti brevi avrebbero causato lo spopolamento dei centri storici».

L’ultimo censimento della Regione Liguria risale a un paio di anni fa e fa riferimento a circa 25.000 appartamenti che offrono 100.000 posti letto, a fronte di un'offerta alberghiera ed extra alberghiera di 150.000 posti. Quindi ogni 3 posti in alberghi, bed & breakfast, agriturismi e altre tipologie consolidate corrispondono 2 posti negli affitti turistici brevi. A Genova e provincia il numero è di circa 11.000 appartamenti e 44.000 posti letto. Dunque, a Genova e in Liguria il fenomeno degli affitti brevi è in crescita e rappresenta una risorsa per molti proprietari e per il sistema turistico ligure. Tra gli interventi di oggi anche quello di Luigi Zanti, direttore Territoriale Liguria BPER, Paolo Prato, presidente Confedilizia Ligure. Al termine degli interventi è stato presentato il libro “La proprietà e i suoi nemici. Dalla direttiva UE Case Green alla libertà” a cura di Sandro Scoppa, che sarà presente con Alessandro Vitale dell’Università degli Studi di Milano, Sonia Paglialunga, consigliere e consulente Confedilizia Genova.  

Iran, Campomenosi (Lega): “Sakharov a Mahsa Amini gesto coraggioso, segnale forte contro regime Teheran”

Super User 13 Dicembre 2023 293 Visite

“Il premio Sakharov a Jina Mahsa Amini e al movimento ‘Donna, vita, libertà’ in Iran è un segnale forte contro il regime di Teheran. La vicenda drammatica di Mahsa Amini e di tutte le giovani donne oppresse in Iran non può e non deve lasciarci indifferenti. Mahsa, imprigionata a Teheran dalla polizia morale per non aver portato correttamente il velo islamico, è per tutti noi un simbolo di lotta per le libertà”. Così in una nota Marco Campomenosi, capo delegazione Lega al Parlamento europeo e componente della delegazione Ue-Iran.

“La sua appartenenza alla comunità curda iraniana - prosegue la nota - ci ricorda anche le persecuzioni che minoranze come quella curda subiscono in Medio Oriente e nel mondo arabo dai regimi teocratici e dai fanatici religiosi, spesso nel silenzio assordante dell’Occidente. La premiazione di oggi è un modo per ribadire che la battaglia di Mahsa Amini contro il regime degli Ayatollah non si arresta, e per denunciare ancora una volta che l’Iran continua a colpire dentro e fuori i suoi confini, come testimonia l’attacco avvenuto a Madrid ai danni dell’amico Alejo Vidal-Quadras, già vice presidente del Parlamento, che è tra i più strenui sostenitori dei diritti del popolo iraniano nel mondo”.

“Allo stesso modo, è vergognoso che il regime di Teheran abbia impedito alla famiglia di Mahsa Amini di recarsi a Strasburgo per ricevere il nostro plauso”, conclude Campomenosi.

Scuola, assessore Brusoni: “Il Comune è impegnato in assunzioni per efficientare il servizio”

Super User 12 Dicembre 2023 393 Visite

«L’impegno di questa amministrazione è mantenere sempre tutti i servizi educativi anche in situazione di particolare emergenza come in questo periodo: il mix tra picco influenzale e di Covid ha messo innegabilmente in difficoltà il sistema, fino a una media di un quarto di personale scolastico assente, con difficoltà nelle sostituzioni ‘last minute’. Nessun bambino e nessuna famiglia deve rinunciare ai servizi educativi, ma su questo è necessario l’impegno di tutti. In questo senso ringrazio gli insegnanti che si sono prodigati nelle sostituzioni dei colleghi assenti, anche con poco preavviso. Il servizio, a livello territoriale, non è comunque stato inficiato e stiamo lavorando perché non si verifichino più casi in cui, per il mancato raggiungimento delle proporzioni tra numero di bambini presenti e insegnanti, si arrivi a dover chiamare le famiglie: una situazione di cui ci scusiamo per i disagi conseguenti all’organizzazione interna delle famiglie stesse. Non posso però non evidenziare gli sforzi che come amministrazione stiamo facendo, scegliendo, nell’ottica del miglioramento della capacità organizzativa del sistema scolastico 0-6, a valle di numerosi incontri e trattazioni sindacali, di anticipare a metà dell’anno in corso il numero delle assunzioni a tempo indeterminato. Ciò ha garantito la copertura delle assenze lunghe e dei pensionamenti del personale insegnante e ha assicurato la sostituzione delle persone in assenza breve quando si verifica la circostanza del superamento del rapporto adulto-bambino. Il comparto scuola conta su 1137 addetti, di cui abbiamo aumentato sensibilmente le assunzioni a tempo indeterminato e assicurato sempre continuità lavorativa e il percorso scolastico dei bambini. Dai 2017 a oggi sono state 578 le assunzioni, 106 in più rispetto al saldo con pensionamenti, 51 in più solo nell'ultimo anno. Non possiamo però non tenere conto che l’organizzazione del personale delle scuole comunali è disciplinata da normative nazionali e regionali che stabiliscono i limiti e le tempistiche assunzionali. Nel bilancio di previsione illustrato dal vicesindaco Piciocchi in aula, l’impegno sui Servizi educativi dell’ente è di 29 milioni con particolare attenzione alle assunzioni di personale. Questo dimostra il nostro impegno sulla scuola: siamo disponibili al confronto con tutti, come abbiamo sempre fatto, genitori e rappresentanti dei lavoratori, per efficientare il sistema ponendo fine anche a quei gap collegati al Covid, che fino a qualche anno fa non esistevano, perché il rapporto numerico stabilito per legge all’interno delle scuole tra personale e bambino sia garantito, ogni giorno dell’anno, obiettivo che siamo pronti a raggiungere anche con una profonda riorganizzazione». Lo dichiara l'assessore alle Politiche dell'istruzione Marta Brusoni.  

«Per quanto riguarda le mense è massima l'attenzione al servizio di ristorazione - aggiunge l'assessore - è stato fatto un bando su lotti territoriali che hanno messo come requisito quello della qualità. Le imprese fornitrice che si sono aggiudicati i diversi lotti presteranno particolare attenzione alla varietà dei pasti e alle eventuali intolleranze alimentari dei bambini».

Terzo Valico, Pastorino (PD): “Domani question time con il ministro Salvini”

Super User 12 Dicembre 2023 297 Visite

"Domani, mercoledì 13 dicembre, presenterò in aula alla Camera la mia interrogazione al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini sull’evoluzione delle opere infrastrutturali liguri, con specifico riferimento alla riduzione dei tempi di percorrenza sulla tratta ferroviaria Milano-Genova. Al ministro Salvini chiedo di indicare tempistiche e modalità di finanziamento di ciascuno degli interventi previsti, e i dettagli della realizzazione dei lavori del Terzo Valico dopo i problemi rilevati sia per la paralisi dei cantieri per motivi tecnici, sia per lo stralcio dei fondi Pnrr dedicati all'opera stessa. Nella mia interrogazione domando tempi di realizzazione e dettagli del finanziamento". Lo dichiara il deputato ligure del PD Luca Pastorino, componente della Commissione Trasporti alla Camera.

"Già lo scorso mese di aprile il ministro Salvini, in risposta a una mia interrogazione sullo stesso tema, affermava che i lavori del quadruplicamento verranno conclusi nei tempi previsti e che stava provvedendo all'individuazione delle risorse necessarie per completarne il finanziamento. Sul Terzo Valico invece dichiarava che il completamento dell’opera sarebbe avvenuto nel termine ultimo del giugno 2026: una data che alla luce dei fatti occorsi appare poco verosimile mentre non è ancora chiaro dove e se verranno reperiti i fondi mancanti per la seconda fase del quadruplicamento della linea che riguarda il tratto tra Pieve Emanuele e Pavia, un intervento dal costo complessivo di 636 milioni di euro", conclude Pastorino.

Recco, sindaco Gandolfo: “Ridotte del 5% le tariffe per passi carrabili”

Super User 12 Dicembre 2023 344 Visite

Scadrà il prossimo 31 dicembre la proroga di 15 mesi concessa dall'amministrazione comunale per permettere ai cittadini che usufruiscono di un passo carrabile di mettersi in regola, pagando lo specifico canone che, nel 2024, costerà anche di meno.

“Qualsiasi accesso alla strada, pubblica o privata, aperta al pubblico passaggio deve essere autorizzato - spiega il sindaco Carlo Gandolfo -. Come previsto dal Codice della Strada, i cittadini possono sanare una situazione altrimenti sanzionabile; anziché procedere con un controllo a tappeto abbiamo individuato un periodo molto lungo per consentire a tutti i possessori di passo carrabile e accesso a raso di procedere alla regolarizzazione, presentando istanza e pagando solo l’annualità in corso e le due precedenti, senza sanzioni e interessi”.

In vista della scadenza del 31 dicembre, la Giunta ha deliberato che, dal 2024, i canoni per il passo carrabile saranno ridotti del 5%. Inoltre per gli accessi su strada pubblica che non comportino la perdita di parcheggi o l’impossibilità di tracciarli è stata prevista l'ulteriore riduzione del 30%.

"Questa previsione dimostra - prosegue il sindaco - come peraltro è sempre stato affermato dall’amministrazione, che l’intento della regolarizzazione non è 'fare cassa', bensì applicare la norma e il principio di equità fiscale 'pagare tutti per pagare di meno'. Infatti le maggiori entrate derivanti dalle regolarizzazioni consentono di sostenere le ampie riduzioni, mantenendo invariato il gettito dell’entrata”.

Palazzo Tursi, il Comune premia i giovani talenti di Genova

Super User 11 Dicembre 2023 595 Visite

Quinta edizione per Talenti di Genova, l’iniziativa nata nel 2019 per dare visibilità e riconoscimento ai cittadini che si sono distinti nel corso dell’anno e che hanno dimostrato particolari capacità in diversi settori.

Le giovani eccellenze di Genova sono state premiate nel pomeriggio nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi alla presenza del sindaco Marco Bucci. Alla cerimonia hanno partecipato il presidente del Consiglio comunale Carmelo Cassibba, l’assessore alle Politiche per i giovani Francesca Corso e Manuela Arata, advisor del sindaco per l'Innovazione e la Tecnologia e coordinatore del comitato per la valorizzazione dei Talenti di Genova.

“Genova è da sempre un'autentica fucina di talenti dove creatività, passione innovazione ne sono il tratto distintivo - ha commentato il presidente del Consiglio comunale Carmelo Cassibba - e sono contento esista questo importante riconoscimento, di cui ringrazio gli organizzatori, mirato a celebrare e sostenere l'eccellenza dei giovani che, amo ripetere, sono già ora il futuro della nostra città. I ragazzi premiati oggi hanno dimostrato impegno e hanno raggiunto risultati straordinari nel loro settore: spero possano essere un esempio per tutti coloro che aspirano a eccellere nelle loro rispettive aree di competenza: la forza di una città risiede anche nella capacità di celebrare e coltivare i propri talenti”. 

“Questa iniziativa è nata per raccontare la storia di giovani eccellenze e premiare queste persone talentuose, in grado di capitalizzare anche le esperienze vissute all’estero per poi fare ritorno a Genova - ha sottolineato l’assessore alle Politiche per i giovani Francesca Corso -. Voglio quindi complimentarmi con i ragazzi presenti oggi, per nascita o adozione legati alla nostra città, e mi auguro che la loro passione e le loro eccezionali capacità possano essere di esempio per tutti i giovani”.  

Ha introdotto la cerimonia Manuela Arata, presentando la serata e il Comitato, composto da Sara Di Paolo, Carla Magnan, Paolo Noli, Cristiano Palozzi, Claudio Pozzani, Anna Maria Roncoroni, Nicolò Sasso.

“Siamo alla quinta edizione e i talenti premiati sono sempre più bravi - ha spiegato Manuela Arata -. Sportivi, musicisti, attori e giornalisti, i genovesi che rendono onore alla loro città sono sempre tanti e ci auguriamo che crescano sempre di più. A nome di tutto il Comitato dei Talenti voglio ricordare oggi Vincenzo Spera che ci è stato portato via tragicamente a marzo: sentiamo tanto la sua mancanza perché lui era un vero talent scout, oltre che un amico”.

Il presidente Cassibba, l’assessore Corso e Manuela Arata hanno poi premiato i giovani talenti, che nel corso del 2023 hanno dimostrato di avere straordinarie capacità nei settori dell’arte, dello sport e del giornalismo. 

Hanno ricevuto il premio: Fabio Accorrà, fotografa; Andrea Dodero, attore; Silvia Isola, giornalista; Benedetta Torre, soprano; Michela Braga, pugile; Simone Porro, pallavolista; Marco Dogliotti e Alessio Cindolo, velisti; Klaudio Agaj, velisti; Liceo Pertini Vocal Ensemble, coro studenti. 

La cerimonia si è conclusa con l’esibizione del coro del Liceo Pertini.

Fabio Accorrà, fotografo - genovese classe 1984, viaggiatore da sempre, si avvicina alla fotografia negli anni Novanta. La fotografia è riuscita a segnare indelebilmente ogni suo viaggio e come autore ha pubblicato: La Magia dello Sri Lanka, The colors of Japam, I colori di Genova con prefazione del sindaco Marco Bucci, Venezia, colori e parole del silenzio. Come co-autore/contributo fotografico: Sei un Mito 4.0, Destinazione Italia, Genova in tutti i sensi,Giornalisti e fotografi di viaggio associati annuario 2022, Giornalisti e fotografi di viaggio associati annuario 2023. 

Andrea Dodero, attore - nato a Genova nel 1997, ha frequentato il Centro Sperimentale di Cinematografia. Esperienze cinematografiche: 2023 – 2022 Equalizer 3 di Antonie Fuqua, 2019 "NON ODIARE" di Mauro Mancini.Esperienze televisive: 2022 The Good Mothers, 2021 Blocco 181, 2020 Mental di Michele Vannucci, 2019 L'allieva 3 di Fabrizio Costa, Lodovico Gasparini

Silvia Isola, giornalista – 26 anni laureata in Lettere Moderne, dal 2020 pubblicista, è alla costante ricerca di stimoli sui social, sul web e in tv. Principali esperienze lavorative: Primocanale (dicembre 2017 - oggi) come conduttrice televisiva, servizi tg e redazione di articoli web. Per due edizioni di Orientamenti ha creato e guidato una redazione 'young' di 20 giovani tra la terza e la quinta superiore.  Telenord: (gen 2016 - giu 2018) come telecronista sportiva per il programma televisivo Dilettantissimo, dedicato al calcio dalla terza categoria fino alla Serie D. 

Benedetta Torre, soprano - nata a Genova nel 1994, ha intrapreso appena ventenne una carriera internazionale. Ha studiato pianoforte e canto, e nel 2012 ha vinto il Premio Giovani al V Concorso Internazionale di Canto Francesco Paolo Tosti, in seguito al quale ha cantato in concerto a Tokyo e a Osaka. È stata anche premiata al 6° Concorso Internazionale di Canto Renata Tebaldi e al IV Concorso Lirico Internazionale di Portofino. Nel 2018 ha vinto la Stella d’Argento al Premio Chigiana. Principali esperienze lavorative: a partire dal 2015 si esibisce nei maggiori teatri in opere come Falstaff, Simon Boccanegra La Bohème, L’elisir d’amore, Aida, Minotauro, Jeanne d’ Arc au bûcher e molte altre. 

Michela Braga, boxe – prima donna ligure a diventare pugile professionista e campionessa italiana, categoria pesi piuma, nel pugilato professionistico. Nata a Genova nel 1990, ha iniziato a fare pugilato nel 2006 con Simone Rossetto. Nel dilettantismo ha vinto il torneo esordienti nel 2009, bronzo agli italiani assoluti 2011, oro ai campionati italiani universitari 2013, oro alla prima edizione guanto rosa 2013, campionessa cintura ligure 2013, diverse presenze in nazionale. 

Simone Porro, pallavolo – genovese classe 2007, cresciuto nella Colombo Volley Genova, oggi al Volley Treviso, gioca in under 17 e in serie C ed è il regista della Nazionale Pre-Juniores allenata da Monica Cresta. Campione d’Europa Under 17 questa estate, in Montenegro con la maglia azzurra, è stato premiato come miglior palleggiatore della manifestazione ed è oggi considerato anche lui tra le migliori promesse del panorama nazionale giovanile.

Marco Dogliotti e Alessio Cindolo, vela – entrambi classe 2007 e tesserati Yacht Club Italiano, hanno iniziato la loro avventura nella classe 420 nel 2021 collezionando ottimi risultati in regate nazionali e internazionali e selezionandosi sia al campionato europeo di luglio 2022 in Portogallo (28° posto), sia al campionato mondiale di agosto 2022 in Ungheria (17° posto). Nel 2022 hanno anche partecipato alla regata di Palamos (9° posto overall e 2° nella categoria under 17). Nel giugno 2023 hanno vinto il Trofeo Italiano UNIQUA 420 sia in overall che nella categoria under 17. Hanno vinto il campionato mondiale di Alicante (luglio 2023) classificandosi al primo posto under 17 su più di 100 barche provenienti da tutto il mondo.

Klaudio Agaj, nuoto – 14 anni, nuota per il Genova Nuoto My Sport e lo scorso anno ha vinto il titolo Italiano Giovanile categoria invernale R14 a Riccione nei 100 rana, 200 rana, 200 misti, 400 misti, ottenendo il record italiano giovanile r 14 nei 200 rana.  Ai campionati italiani estivi di Roma si è riconfermato nei 100 rana, 200 rana e nei 400 misti mentre sui 200 misti è arrivato secondo.

Liceo Pertini Vocal Ensemble, coro studenti – formato da studenti delle classi III, IV e V, ha partecipato ad attività formative e performative in Europa, Medio Oriente e Stati Uniti in collaborazione con enti formativi e istituzioni diplomatiche italiane. Lo scorso giugno ha vinto il Premio Abbado indetto da ministero dell'Istruzione e del Merito. 

“Premio industria Felix”, Liguria Digitale è fra le migliori imprese in Italia

Super User 11 Dicembre 2023 646 Visite

“Performante a livello gestionale, affidabile finanziariamente e anche sostenibile”. È con questa motivazione che Liguria Digitale è stata insignita del “Premio Industria Felix - L’Italia che compete”, classificandosi fra le 196 aziende italiane più competitive per quanto concerne il bilancio 2021, l’ultimo disponibile per un’analisi complessiva.

La performance ottenuta da Liguria Digitale, analizzata da Cerved tramite un algoritmo di bilancio e rating finanziario, ha permesso all’azienda in-house della Regione Liguria di essere premiata fra le imprese partecipate a maggioranza pubblica, confermando così anche a livello nazionale l’ottimo risultato ottenuto lo scorso marzo a livello regionale, quando Liguria Digitale risultò la “Migliore impresa del settore servizi innovativi” con sede in Liguria.

Il premio nazionale sarà ritirato oggi, dall’amministratore unico di Liguria Digitale Enrico Castanini, nel corso dell’evento organizzato da Industria Felix Magazine, il supplemento trimestrale de “Il Sole 24 Ore”, nella sede di Elite e Borsa Italiana in piazza Affari a Milano. A fare gli onori di casa, oltre al direttore di Industria Felix Magazine Michele Montemurro, anche i giornalisti Angelo Mellone, direttore del Day Time Rai, e Maria Soave del Tg1.

“Questo nuovo riconoscimento conquistato da Liguria Digitale - ha commentato il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti - non fa che confermare l’ottima gestione, anche finanziaria, che ne ha contraddistinto la conduzione in questi anni. Siamo di fronte a un’azienda che, sotto ogni punto di vista, rappresenta al meglio lo spirito imprenditoriale e innovativo di una Liguria che, mese dopo mese, conferma il suo costante trend di crescita”.

“L’aver conquistato questo prestigioso riconoscimento a livello nazionale – spiega l’amministratore unico di Liguria Digitale Enrico Castanini - sottolinea ancora una volta la grande attenzione dell’azienda alla performance di bilancio e all’affidabilità finanziaria. Il premio ritirato oggi per la sezione “partecipate a maggioranza pubblica” segue, a distanza di pochi mesi, quello assegnatoci sempre da Industria Felix nella sezione “servizi innovativi”, entrambi riguardanti il bilancio 2021 ma anche per quello che riguarda l’anno 2022, nel bilancio approvato lo scorso maggio, l’azienda ha raggiunto numeri importanti con un risultato netto positivo pari a circa 1,365 milioni di euro, un valore complessivo della produzione di circa 87 milioni (+9% rispetto all’anno precedente) e un margine operativo lordo pari a circa 10,5 milioni di euro, confermando un trend positivo che perdura da diversi anni”.

L’evento “Premio Industria Felix” è organizzato da Industria Felix Magazine, trimestrale in supplemento gratuito con Il Sole 24 Ore nelle principali città italiane con un’inchiesta sui tassi di deterioramento sui dati Abi-Cerved. Alla realizzazione di questa quarta edizione nazionale hanno collaborato Cerved, Università Luiss Guido Carli, A.c. Industria Felix, con il sostegno di Confindustria, con il patrocinio di Simest, con la media partnership de Il Sole 24 Ore e Askanews, con le partnership di Banca Mediolanum, Mediolanum Private Banking, Grant Thornton, ELITE, Plus Innovation e M&L Consulting Group.

“My name is Luca. Ballata per Vialli”, al Carlo Felice un evento per celebrare il bomber della Sampdoria

Super User 11 Dicembre 2023 733 Visite

È in programma per lunedì 8 gennaio, alle ore 21:00, al Teatro Carlo Felice di Genova la serata benefica “My name is Luca. Ballata per Vialli” fortemente voluta dalla Fondazione Vialli e Mauro per celebrare Gianluca Vialli, a un anno dalla sua morte. L’evento, organizzato con il patrocinio e il sostegno della Regione Liguria, nasce per portare l’ennesimo abbraccio della città di Genova al suo campione, che sarà il protagonista di appassionanti testimonianze e coinvolgenti momenti di intrattenimento. Il format e la produzione dello spettacolo sono a cura di Elastica.

A condurre la serata Ilaria D’Amico e Tommaso Labate, che daranno ritmo alle tante voci del racconto, rievocando in maniera suggestiva le tre grandi direttrici della vita di Gianluca: il calcio, la musica e le relazioni umane. Il tutto nel segno di quello che è stato forse il suo principale “talento” negli ultimi vent’anni: un’intensa attività di raccolta fondi per la ricerca sulla SLA e il cancro. Ripercorreremo insieme i momenti topici della carriera sportiva, con la Sampdoria dello Scudetto ‘90-’91, con alcuni protagonisti della Juventus che nel 1996 conquistò la sua ultima Champions League guidata proprio da capitan Vialli, con l’azzurro della Nazionale raccontati da Giorgio Chiellini, Gianluigi Buffon e dalla mitica voce di Bruno Pizzul. Protagonisti il calcio e i suoi cantori migliori, da Sky Paolo Condò e Giorgio Porrà, accompagnati anche da un punto di vista insolito e prezioso come la voce di Pierluigi Collina, ma anche la musica con Dario Brunori, Lodo Guenzi e i virtuosismi del maestro Mario Brunello. La Ballo Band - direttamente dal programma Splendida Cornice di Rai 3 - sarà la colonna sonora vivente della serata e le parole di “My name is Luca” diventeranno vive con le interpretazioni e i monologhi di Marco D’Amore, Valerio Aprea e Paolo Nori.

“Con questo evento puntiamo a porre l’accento sull’aspetto solidaristico che ha contraddistinto gli ultimi vent’anni della vita di Gianluca. Abbiamo dato vita alla Fondazione Vialli e Mauro nel 2003 per mettere la nostra popolarità e il nostro impegno al servizio della ricerca, sulla SLA e sul cancro. Allora ci ponemmo il dubbio: ma cosa c’entrano due calciatori con la ricerca scientifica? E ci siamo risposti che era la cosa giusta da fare per i nostri figli e per un Paese civile. Con questa iniziativa abbiamo l'ambizione di dare il via a una nuova tradizione e crediamo che possa diventare la prima di tante a cui penseremo per la festa di Gianluca”, commenta Massimo Mauro, Presidente della Fondazione Vialli e Mauro per la Ricerca e lo Sport onlus.

Il ricavato della serata sarà devoluto dalla Fondazione Vialli e Mauro a sostegno del progetto “MOMALS: monitoraggio e analisi multi-omica della SLA”, dei Centri Clinici NeMO di Milano e Arenzano (GE) che mira a dare una forte accelerazione nel percorso di ricerca e comprensione delle basi molecolari e di progressione della SLA nel tempo.

“Questo studio di ricerca clinica è espressione del modello di cura dei nostri Centri, che vede nell’approccio multidisciplinare la possibilità di affrontare con efficacia i bisogni di cura complessi e specifici di ogni paziente. E per una malattia neurodegenerativa grave come la SLA, l’approccio di ricerca non può che essere integrato, dove la ricerca di base e la tecnologia si integrano con l’esperienza di presa in carico clinica, capace di valorizzare la storia di malattia della persona”, dichiara Valeria Sansone, Direttore medico-scientifico Centro Clinico NeMO Milano.

Il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti commenta così l’iniziativa: “Siamo felici e orgogliosi che Genova possa ospitare uno spettacolo, unico evento ufficiale in Italia, in ricordo del campione Gianluca Vialli: il volto sorridente della Sampdoria dello scudetto, ma anche un uomo che ha saputo rappresentare il grande calcio italiano, prima indossando la maglia azzurra e poi, dopo il ritiro dal campo, con il suo ruolo nel management della Nazionale. Ma Vialli era molto di più: un uomo che si è sempre impegnato a sostenere le persone in difficoltà di fronte alle sfide della vita. Regione Liguria, grazie a questo evento, sosterrà i progetti benefici per cui Vialli si era impegnato tramite la sua fondazione, in particolare quello per la ricerca sulla SLA. Siamo certi che la Liguria saprà rispondere con entusiasmo e generosità a sostegno di questa importante iniziativa”.

È possibile acquistare i biglietti per assistere allo spettacolo “My name is Luca. Ballata per Vialli” presso la biglietteria del Teatro Carlo Felice e sulla piattaforma Vivaticket, nella pagina dedicata.

Genova, l'assessore Gambino zittisce i vigili urbani: “Fatto per tutelarli”

Super User 11 Dicembre 2023 525 Visite

“La Polizia Locale di Genova non può più parlare con i giornalisti i quali, per avere qualsiasi tipo di informazione sull’attività svolta dagli agenti, devono passare dall’assessore comunale Antonino Gambino. È quanto si sono sentiti dire i cronisti genovesi che hanno contattato negli ultimi giorni la Polizia Locale per avere informazioni su quanto accade in città e sugli interventi: dagli incidenti stradali all’attività di polizia giudiziaria”. Così scrivono in una nota (pubblicata anche sui social) l’Associazione Ligure dei Giornalisti, l’Ordine dei Giornalisti della Liguria e il Gruppo Cronisti Liguri.

“Denunciamo e condanniamo con forza un comportamento totalmente inaccettabile da parte dell'amministrazione comunale genovese - prosegue la nota -. Atteggiamento che limita il diritto di cronaca, colpisce il diritto dei cittadini di essere informati, imbavaglia l'informazione e azzera totalmente il flusso di comunicazione - sempre esistito - tra la stampa genovese e la Polizia Locale del capoluogo ligure”.

“Fin dall'inizio del mio mandato - replica in una nota l’assessore alla Sicurezza del Comune di Genova, Antonino Sergio Gambino - per evitare un’esposizione mediatica, non dovuta da contratto, a funzionari e agenti della polizia locale, ho chiesto che tutte le notizie passassero dall’ufficio stampa, unico ufficio preposto all'interno dell'ente a tenere i rapporti con la stampa. Gli agenti della polizia locale, come tutti i dipendenti pubblici non sono tenuti a rispondere alla stampa e, inoltre, molte notizie che riguardano il loro operato passano anche al vaglio della Procura. Non penso che tutelare i dipendenti sia un bavaglio o una limitazione del diritto di cronaca, anzi se mai il contrario visto che, forse mai come in passato, in questo anno e mezzo abbiamo diffuso report, fatto conferenze stampa, inviato notizie puntuali su operazioni della polizia locale”.

Il post del Gruppo Cronisti Liguri su Facebook

“140 anni di battaglie in difesa della proprietà immobiliare”, a Genova il convegno nazionale di Confedilizia

Super User 11 Dicembre 2023 539 Visite

Ci saranno anche il presidente nazionale di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa, e il vicepresidente nazionale Vincenzo Nasini, che è anche presidente di Ape Confedilizia Genova, al convegno in programma domani, 12 dicembre. Tema della giornata, che si aprirà dalle 15:30 nel Salone di Rappresentanza Bper in via Cassa di Risparmio 15 a Genova (15° piano), sono i “140 anni di battaglie in difesa della proprietà immobiliare”, ricordando una storia che inizia proprio a Genova nel 1883 con la prima “Associazione fra i proprietari”, per poi nel 1915 dare vita a un’unica Confederazione. Avere una sola voce a livello politico, economico e sociale.

E a proposito di battaglie fatte e questa volta vinte, l’appuntamento di Genova sarà occasione per celebrare la recentissima vittoria sulle direttive “Case green” in Europa. La posizione di Confedilizia è stata accolta da tutti i Paesi europei e il buon senso ha prevalso. Nel corso dell’evento verrà ricordato l’avvocato Corrado Sforza Fogliani nell’anniversario della sua scomparsa e, al termine del convegno nell’imminenza delle festività natalizie, incontro conviviale per lo scambio degli auguri con i presenti.

Si toccheranno, naturalmente, i più importanti temi d’attualità. Tra gli interventi quello di Luigi Zanti, direttore territoriale Liguria BPER; Stefano Balleari, consigliere Regione Liguria; Mario Mascia, assessore Comune di Genova; Andrea Carratù, presidente Municipio I Centro-Est; Paolo Prato, presidente Confedilizia Liguria. Intervengono poi, toccando le questioni di maggiore interesse, Giorgio Spaziani Testa, presidente Nazionale Confedilizia, e Vincenzo Nasini, presidente Ape Confedilizia Genova. Al termine degli interventi verrà presentato il libro “La proprietà e i suoi nemici. Dalla direttiva UE Case Green alla libertà” a cura di Sandro Scoppa, che sarà presente con Alessandro Vitale dell’Università degli Studi di Milano, Sonia Paglialunga, consigliere e Consulente Confedilizia Genova.

Modera e conduce Sara Tagliente, giornalista.

Formazione, gli Its liguri sono primi in Italia per qualità

Super User 10 Dicembre 2023 375 Visite

 

Un milione e 827mila euro per l’anno formativo 2023/2024, di cui 619 mila a titolo di premialità per gli eccellenti risultati raggiunti. Questa la somma erogata dal ministero dell’Istruzione e del Merito a favore delle fondazioni Its (Istituti Tecnologici Superiori) Academy della Regione Liguria.

Il riparto dei fondi è stato approvato dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore alla Formazione Marco Scajola. Il finanziamento è il risultato del monitoraggio realizzato da Indire (Istituto nazionale di documentazione innovazione e ricerca educativa) che ha visto la Liguria classificarsi come prima in Italia per qualità degli Its con uno stato di eccellenza attribuito a tutti gli 11 percorsi, conclusi al 31 dicembre 2021, analizzati.

“Lo straordinario lavoro che stiamo facendo con gli Its ci viene ufficialmente riconosciuto a livello ministeriale – spiegano il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore regionale Marco Scajola -. Oltre il 90% degli iscritti ai percorsi proposti in Liguria risultano impiegati. Dieci percorsi su undici analizzati sono stati ritenuti meritevoli di premialità, un risultato che solo la nostra regione è riuscita a raggiungere e che è testimonianza diretta dell’altissimo livello di ciò che viene offerto gratuitamente”.

“Puntiamo a migliorare ancora - continua l’assessore Scajola - grazie a questi fondi che ci consentiranno di potenziare la nostra offerta e anche all’eccellente lavoro che stanno facendo gli istituti di nuova costituzione di Imperia e Santa Margherita Ligure. L’obiettivo è quello di far conoscere a più persone possibili i nostri percorsi e confermarci leader italiani del settore”.

Nel dettaglio: 1 milione e 208mila euro è assegnato alla Regione Liguria in base al numero di studenti ammessi al secondo/terzo anno e al numero di studenti ammessi all’esame, nell’anno 2022, al netto del numero del valore soglia dei diplomati dei percorsi valutati nell’anno 2023 ovvero quelli conclusi al 31 dicembre 2021; 619mila euro sono assegnati come premialità secondo i criteri del suddetto monitoraggio sui corsi conclusi al 31 dicembre 2021.

I fondi verranno utilizzati per: realizzare nuovi percorsi e valorizzarne il profilo internazionale, dotare gli Its di nuove sedi, potenziare i laboratori, installare infrastrutture tecnologicamente avanzate comprese quelle per la formazione a distanza.

Questa la ripartizione:

1milione e 319mila euro all’Its Academy per la mobilità sostenibile – Settore Trasporti marittimi – pesca – Accademia Italiana della Marina Mercantile di Genova;

226mila euro all’Its Academy per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione – Information e Communication Technology Accademia Digitale di Genova;

217mila euro all’Its Academy per le nuove tecnologie per il made in Italy – Settore Meccanico/navalmeccanico cantieristica e nautica da diporto della Spezia;

64mila euro all’Its Academy Efficienza Energetica di Savona.

Piazza delle Erbe, completato il restyling della copertura dell’asilo San Donato

Super User 09 Dicembre 2023 443 Visite

Ultimati i lavori di rifacimento della copertura dell’asilo San Donato, in piazza delle Erbe. L’intervento, da 600.000 euro, è stato realizzato nell’ambito del Piano integrato Caruggi per la rigenerazione del centro storico.

“I lavori – spiega l’assessore alle manutenzioni e ai Centri Storici Mauro Avvenente - hanno riguardato in particolare: l’efficientamento energetico dell’edificio, il risanamento del solaio di copertura, l’impermeabilizzazione e l’isolamento termico. Tutti interventi questi che garantiranno un ambiente sicuro e confortevole ai bambini e ovviamente a insegnanti e personale. È un altro tassello importante nel complesso quadro del Piano Caruggi: questi lavori, oltre a interessare i frequentatori dell’asilo, contribuiranno al decoro e alla vivibilità della zona, in particolare il potenziamento dell’illuminazione dell’area dei giardini Luzzati valorizza le aiuole poste lungo il perimetro dell’area giochi”.

“Questi lavori – commenta il presidente del Municipio I Centro Est Andrea Carratù – vanno a risolvere, in modo definitivo, le infiltrazioni e i problemi di umidità all’interno dell’asilo che si riscontravano da tempo. Un intervento atteso che riguarda un’area molto frequentata sulla superficie calpestabile e che migliorerà anche le aree esterne usate per attività ludiche e motorie rivolte ai bambini dell’asilo”.

Vaccinazioni anti-Covid, assessore Gratarola: “In arrivo gli open day”

Super User 09 Dicembre 2023 391 Visite

Sarà potenziata nei prossimi giorni e nelle prossime settimane l’offerta per i cittadini liguri in merito alle vaccinazioni anti-Covid.

“Nelle ultime settimane - spiega l'assessore alla Sanità Angelo Gratarola - si è verificato un incremento di positivi ricoverati negli ospedali, anche se la pressione ospedaliera resta sotto controllo. Contestualmente è aumentato l’afflusso nelle sedi vaccinali, anche se siamo al di sotto di quella che è l’adesione auspicata alle campagne. Per tutte queste ragioni è opportuno favorire i cittadini che vogliono mettersi in sicurezza dal Covid e dalle forme più gravi, con iniziative come gli open-day e gli accessi senza prenotazione”.

“Siamo entrati - aggiunge Filippo Ansaldi direttore generale di Alisa - nella fase più delicata per quanto riguarda i virus respiratori che, nei mesi più freddi come dicembre e gennaio, circolano maggiormente. Questo può comportare un aumento della pressione negli ospedali e nei pronto soccorso per Covid, influenza e altri virus. Oggi i numeri ci dicono che sono circa 30 ogni giorno i nuovi Sars-Cov2 positivi ricoverati. Sono cresciuti nelle ultime settimane, ma siamo ben lontani dalle fasi più critiche della pandemia. Il ruolo dei vaccini è stato fondamentale. E continua ad esserlo, soprattutto per anziani e fragili che possono anche sfruttare le occasioni come open day e accessi diretti che le Asl stanno mettendo in campo”.

Il quadro epidemiologico ligure delle sindromi influenzali è coerente con la situazione nazionale, con un aumento del numero di casi. Nella 48° settimana del 2023, infatti, l’incidenza nazionale è pari a 10,7 casi per mille assistiti con un aumento del 15% rispetto la settimana precedente. Si sottolinea che a tale aumento concorrono diversi virus respiratori e non solo quelli dell’influenza, che mostrano comunque un trend in aumento. Il virus influenzale prevalente è in queste prime settimane il sottotipo A(H1N1)pdm09: il vaccino anti influenzale in somministrazione contrasta anche questa forma. Aumenta l’incidenza in tutte le fasce di età, ma risultano maggiormente colpiti i bambini sotto i cinque anni.

In particolare Asl3, al fine di incrementare il tasso di protezione della cittadinanza, offre la vaccinazione Covid in accesso diretto, secondo la formula degli open day promossa da Regione Liguria, nelle giornate di lunedì 11 e martedì 12 dicembre 2023 presso la sede di Villa Bombrini, con l’attivazione di una linea “Silver” dedicata agli over 70. In entrambe le giornate, dalle ore 14 alle ore 19, i cittadini potranno accedere liberamente nell’hub vaccinale Asl3 di Villa Bombrini (ingresso da via Muratori 11 r cancello – Genova Cornigliano) per essere vaccinati contro il Coronavirus, anche in abbinamento - se richiesto - alla vaccinazione antinfluenzale. Sulla base del numero di accessi la vaccinazione potrà essere regolamentata tramite l'assegnazione del numero di arrivo. “L'iniziativa - spiega Giacomo Zappa, Direttore della S.C. Igiene e Sanità pubblica Asl3 - è rivolta in particolare alle fasce anziane della cittadinanza non ancora immunizzata ed offre, proprio alle persone anziane, una modalità di accesso alternativa rispetto alla prenotazione ordinaria tramite il portale prenotovaccino. Sulla base dell'adesione della cittadinanza ai due open day – conclude Zappa - valuteremo eventuali ulteriori iniziative dello stesso tipo".

Anche la Asl2 ha programmato presso il Palacrociere di Savona giornate dedicate all’accesso libero senza prenotazione nelle giornate dell’11, 12 e 20 dicembre con orario 13.30-17.30.

In Asl 4 è invece stato pianificato per sabato 30 dicembre un open day per vaccinazioni covid-19 e antinfluenzale al Centro Prelievi del Polo di Chiavari (via G.B. Ghio, 9) dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00. Vaccinazione aperta a tutte le categorie, senza prenotazione (con numeri a regolare il turno).

A Genova alberghi al 50% nel weekend dell’Immacolata, Toti: “Impensabile fino a pochi anni fa”

Super User 08 Dicembre 2023 547 Visite

Per il lungo weekend dell’8 dicembre l’occupazione delle camere d’albergo a Genova si attesta attorno al 50%.

“Un risultato impensabile fino a pochi anni fa, e particolarmente significativo se si pensa che, storicamente, il periodo a cavallo tra la fine dell’autunno e l’inizio dell’inverno, che coincide con l’avvio della stagione sciistica, il turismo in Liguria era praticamente inesistente – commenta il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – Oggi, grazie al lavoro di promozione e valorizzazione che portiamo avanti con decisione su diversi fronti, e grazie a una proposta culturale sempre più ampia, diffusa e coinvolgente, Genova è diventata una meta turistica 12 mesi l’anno, e tutto il resto della Liguria si sta avviando in questa direzione, in particolare grazie ai flussi di visitatori stranieri, che da gennaio ad agosto di quest’anno sono cresciuti dell’11,07% rispetto allo stesso periodo del 2022. Nel complesso, tenendo conto sia del turismo italiano che di quello estero, nello stesso periodo, la nostra regione ha visto oltre 12 milioni di presenze, il 3,65% in più rispetto allo stesso periodo di un anno, il 2022, che possiamo definire l’anno d’oro del turismo in Italia e in Europa”.

“Il turismo – aggiunge Toti – è un settore determinante per la nostra regione, e significa lavoro, sviluppo e crescita non solo per le persone e le imprese direttamente collegate come quelle alberghiere e della ristorazione, ma per un vasto indotto che comprende, solo a titolo di esempio, tutta la filiera enogastronomica e quella nautica. Solo per citare un singolo dato, nel 2022 gli occupati del settore ‘commercio, alberghi e ristoranti’ sono cresciuti del 10,3% rispetto al 2021, ben 13.246 unità in più”.

“Il turismo in Liguria è ormai una vera e propria industria, attiva e funzionante tutto l’anno, - aggiunge l’assessore al Turismo e grandi eventi Augusto Sartori - grazie da una parte ai visitatori delle regioni vicine, tradizionalmente legati alla Liguria e al turismo balneare, che continuano a scegliere le nostre riviere, ma anche grazie a un turismo internazionale sempre più forte, che arriva in Liguria attratto non solo dal mare, ma sempre di più da cultura, enogastronomia, città d’arte, possibilità legate alle attività outdoor. Lo dimostrano i numeri, che vedono come da tradizione la nostra regione premiata dai turisti tedeschi, francesi e svizzeri, ma sempre di più da australiani, statunitensi e cinesi”.

Vittime civili delle guerre, Brunetto (Lega): “Promuovere la cultura della pace”

Super User 08 Dicembre 2023 430 Visite

“In occasione della prossima Giornata nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti del mondo, che si celebrerà il 1° febbraio 2024, stante l’attuale situazione occorre che anche Regione Liguria si attivi presso il Governo per chiedere l’impegno di diffondere il più possibile, tra gli Stati non ancora firmatari, i principali trattati e convenzioni che regolano l’uso e il commercio di armi promuovendo la cultura della pace. In tal senso, ho presentato un’interrogazione in Regione Liguria perché non possiamo dimenticare gli orrori delle 31 guerre in corso e i recenti sviluppi dei conflitti israelo-palestinese e russo-ucraino”. Lo ha dichiarato il consigliere regionale della Lega e presidente della II commissione Salute e Sicurezza sociale Brunello Brunetto.

“Ricordo che la legge del 25 gennaio 2017 - aggiunge Brunetto - ha istituito la Giornata nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel mondo e ha espressamente previsto un ruolo attivo degli Enti locali nella celebrazione del 1° febbraio. A tal fine, peraltro, l’Associazione nazionale dei Comuni italiani (Anci) e l’Associazione nazionale Vittime civili di guerra (Anvcg) il primo febbraio 2022 hanno siglato un accordo di intesa quadriennale per sviluppare sinergie e coordinare le iniziative al riguardo”.

“Una sempre più ampia adesione dei Paesi ai trattati e convenzioni sulle armi può diminuirne l’impiego o, quantomeno, attenuare le sofferenze delle popolazioni civili coinvolte nei conflitti armati”, conclude il consigliere regionale della Lega.

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Levante

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip