Skin ADV

Cultura

La carta per la cultura

Super User 20 Ottobre 2012 2059 Visite

Con un pieno di benzina, un po' di shopping e una sosta al supermercato si potranno sostenere le attività culturali.

Il Sole - Paolo Rogna

Super User 16 Ottobre 2012 2406 Visite

Su segnalazione di un nostro lettore, pubblichiamo questa poesia di Paolo Rogna

Miro' a Palazzo Ducale

Super User 08 Ottobre 2012 2208 Visite

I colori e le forme del grande artista spagnolo Juan Mirò a Genova. La mostra Miró! Poesia e luce, dopo il successo della prima tappa espositiva a Roma,

Villa Croce al Salone Nautico

Super User 01 Ottobre 2012 2561 Visite

Barche come capolavori. Questo progetto, prodotto da Villa Croce in occasione del Salone Nautico 2012,

Giuseppe Garibaldi

Super User 14 Settembre 2012 4758 Visite

Nasce a Nizza nel 1807 e per questo può considerarsi come quei liguri residenti a Montecarlo che per ragioni fiscali si definiscono "monegaschi". Infatti i genovesi, ieri come oggi, lo considerano un loro concittadino.

Andrea Doria

Super User 14 Settembre 2012 3425 Visite

Ammiraglio genovese, mercenario di lusso e guerrafondaio, combatte dal 1953 contro tutto e tutti: pirati, turchi e barbareschi, spagnoli, francesi e algerini; per piacere, per potere e per la pensione con vitalizio.

Cristoforo Colombo

Super User 14 Settembre 2012 4157 Visite

Famoso per aver scoperto l'America, il cui nome però venne ispirato da Amerigo Vespucci, come tutti i marinai tradì spesso la moglie ed ebbe molti figli illegittimi un po' da tutte le parti, qualcuno anche di colore.

Cantore l'alpino

Super User 14 Settembre 2012 5398 Visite

Antonio Cantore, Generale degli Alpini, nasce a Genova Sampierdarena nel 1860. Dà un grande esempio di coraggio al comando della Brigata alpina "Mantova".

San Giorgio Protettore

Super User 14 Settembre 2012 3267 Visite

Protettore della città, pare che anche gli inglesi ne posseggano uno: si tratterà di plagio oppure anche San Giorgio aveva il dono dell'ubiquità.

Viene spesso riprodotto a cavallo col vessillo della croce genovese sullo scudo, intento a infiggere lalancia nella coda del povero drago.
La storia genovese, con un pizzico di ostentato orgoglio, dichiara che sia lo stemma di San Giorgio che i colori della bandiera vennero affittati agli inglesi che non solo risultarono morosi, ma si impossessarono definitivamente del marchio di fabbrica.
San Giorgio in realtà, sin dagli inizi del Quattrocento era un rinomatissimo "Banco", ovvero una Banca di deposito, nata grazie al consolidamento della Repubblica di Genova.
Per farla breve, i genovesi erano già pieni di debiti e il potente Banco di San Giorgio ne doveva controllare il gettito fiscale. Quindi, metaforicamente, il "drago" da sconfiggere altri non era che il debito pubblico, esattamente come avviene oggigiorno.

Roby Carletta

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip