Skin ADV

Il nuovo centrodestra alla ligure per il Toti bis (a lunga o breve scadenza?)

Da sinistra in senso orario: Edoardo Rixi, Francesco Bruzzone, Michele Scandroglio, Matteo Rosso, Andrea Costa, Giovanni Toti e Carlo Bagnasco.

Il piatto forte della prossima settimana sarà la nascita di una nuova formula di coalizione che, prendendo spunto dall'arte culinaria, si potrebbe chiamare “centrodestra alla ligure”. Gli ingredienti del ricco menu saranno Cambiamo, Lega e Fratelli d'Italia; mentre il ruolo di Forza Italia potrebbe essere quello di semplice contorno, ma rosolato con cura e a fuoco lento.
In questo fine settimana le diplomazie dei partiti in ballo per la giunta del Toti bis (totiani, salviniani e meloniani) sono al lavoro per definire gli ultimi dettagli, ma i giochi sono dati per fatti.
Le voci di corridoio più accreditate danno ormai per certo che facendo entrare nel paniere anche i ruoli istituzionali (presidenza e segreteria di presidenza del Consiglio regionale in testa) si riuscirà a trovare la quadra dei 7 assessori (3 alla Lega, 2 a Cambiamo, 2 a Fratelli d'Italia, 0 a Forza Italia) per accontentare tutti e zittire sul nascere ogni polemica.
Dopo di che per Toti inizierà la scalata nazionale alla Conferenza Stato Regioni e al Governo del Paese. Tanto che qualche consigliere regionale prossimo alle dimissioni, per diventare assessore, qualche dubbio sulla durata del nuovo governo regionale comincia a porselo.

Pin It

Genova3000 TV

Genova3000 TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport

Gossip